Utente
Buonasera gentili medici, vorrei chiedere un consulto in merito ad una situazione che mi sta preoccupando non poco.

Sono una ragazza di 27 anni e so benissimo di essere abbastanza ansiosa e tendente alla somatizzazione, ma questo non basta a rasserenarmi in merito ai miei sintomi.

Premetto che ho sempre avuto un intestino sensibile: alterno periodi di diarrea a periodi di stitichezza e spesso capita anche di avere feci con muco.
Mi basta un po’ di stress o un po’ di freddo per sentire il mio intestino più irritato del solito e ormai ci ho fatto l’abitudine.
Ad agosto sono stata in vacanza e dopo una pizza ho avuto una fortissima diarrea (12 scariche), che mi ha costretta a correre in ospedale; mi sono stati fatti degli esami del sangue, nella norma e il medico visitandomi ha riscontrato dolore nella parte sinistra dell’addome e ha attribuito ciò colon irritabile con una leggera intossicazione alimentare.

Mi hanno prescritto dei fermenti e la situazione sembrava migliorare.
Due settimane dopo, però, ho avuto un altro episodio di diarrea (molto meno forte) e da lì non mi sono più ripresa.

Ho iniziato ad accusare dolori al fianco sx (un po’ più sopra l’ombelico), che si irradiano fino alla schiena e alle volte anche in basso vicino alla fossa iliaca, gorgogli, e molta aria.

Uscire a cena era diventato un incubo, avevo il terrore di stare male e infatti appena mangiavo qualcosa sentivo subito il mio intestino fare dei rumori, necessitando di fare aria.

Sono ovviamente andata dal mio medico che, palpandomi l’addome, non ha riscontrato nulla, consigliandomi di bere molto acqua e di assumere per circa un mesetto dei fermenti.
La situazione sembrava leggermente migliorata, ma adesso sono due settimane che ho questo dolore al fianco sx che mi tormenta.

Appena mangio qualcosa inizia ed è come se sentissi il colon contratto (non so bene come spiegare).
Subito dopo i pasti ho anche la sensazione di avere una sorta di cintura stretta sui fianchi e mi sembra di essere piena d’aria.

Vado in bagno normalmente e non ho riscontrato cambiamenti di questo tipo.

Purtroppo questo dolore però mi sta preoccupando parecchio, è come se fosse un ago che ogni tanto punge.
Se spingo in quella zona tra l’altro sento proprio l’intestino che si muove e si placa solo con l’emissione di aria.

Premetto che anche l’anno scorso in questo periodo soffrivo un po’ di questi disturbi, ma non in maniera così intensa e soprattutto non con questo dolore, anche se il dolore al fianco sx (in maniera differente) non mi è nuovo.
Inoltre appena mi addormento questo dolore sparisce per poi ripresentarsi la mattina.

Ho già chiamato nuovamente il dottore, ma leggendo su internet ho visto che potrebbe essere un sintomo di tumore e ne sono terrorizzata.

Chiedo a voi se, con i limiti di un consulto a distanza, potrei stare tranquilla e ricondurre il tutto al colon irritabile.

Grazie in anticipo a chi vorrà rispondermi e perdonate il papiro.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Eliminiamo subito la faccenda del tumore, di cui non ha nìil minimo sintomo. La prima cosa da fare è ridurre la formazione di aria. Esistono diversi preparati non farmacologici : i migliori sono quelli a base di simeticone, compresse da 120 mg, da prendere dopo i due pasti principali. Se non sarà sufficiente, dovrà aggiungere qualche blando antispastico, ma questo glielo deve prescrivere il suo medico, se è d ' accordo.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
la ringrazio innanzitutto per la sua risposta.
Ieri sono stata dal mio medico che visitandomi di nuovo e ascoltando i miei sintomi con cura, ha ipotizzato anche che ci possa essere qualche diverticolo infiammato, dato anche il dolore localizzato al fianco sinistro.
Mi ha prescritto una cura con fermenti lattici, normix e un antispastico. Se poi la cura non dovesse dare alcun risultato si procederà ad altri esami. Mi ha accennato alla colonscopia e ovviamente mi sono abbastanza agitata.
Ora devo dire che il dolore ogni tanto si presenta anche nella parte destra.
Inoltre mi ha detto che potrebbe esserci anche una base di colon irritabile, ma che di solito i dolori sono più sparsi per l’addome.
Lei cosa ne pensa? Sono un po’ spaventata proprio per quel dolore.
La ringrazio se vorrà nuovamente rispondermi.
Buona giornata

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, lei non ha certo alcun tumore, ma ha il colon irritabile. Sono d' accordo con la terapia consigliata dal suo medico. La faccia, poi mi dirà
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio molto per la risposta. Ora devo dire che subito dopo la fitta che avverto sempre a sinistra, sento l’intestino muoversi e borbottare e il bisogno di fare aria.
Seguirò la terapia, cercando di controllare anche la mia ansia e le farò sicuramente sapere.
Grazie di nuovo e buona serata!

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
O.K.
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Tittobello,
volevo aggiornarla sulla mia situazione.
Ho finito la cura circa una settimana fa (normix, fermenti e obimal), e le cose sembravano andare un pochino meglio.
Il dolore alla parte sx non è mai scomparso del tutto, dei gg è inesistente, mentre altri lo sento maggiormente (sempre zona ombelico e un poi più su, vicino alle costole). Mi sono accorta che premendo mi si muove tutto dentro, con vari rumori e devo appunto fare aria. Di notte non ho mai avuto questo dolore.
Purtroppo stanotte sono ripiombata nell’incubo: mi hanno svegliato forti crampi addominali con sudore freddo e sono dovuta necessariamente correre al bagno (4 scariche di diarrea), poi il tutto si è placato, anche se ancora sento l’intestino non completamente a posto.
Domani chiamerò ancora il mio medico per vedere il da farsi, ma io sono terrorizzata all’idea di avere qualcosa di brutto, soprattutto perché ho letto che il dolore a sinistra è spesso indice di qualcosa di grave e l’idea che sia fisso , mi fa pensare.
Mi spiace scrivere anche di domenica, ma sto vivendo con l’ansia.
Attendo una sua gentile risposta.
Grazie, buona domenica

[#7]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Buona domenica anche a lei, ma mi deve fare il favore di smettere di pensare a patologie che non ha. Altrimenti non le rispondo più ( non è vero, rispondiamo sempre). Deve proseguire con il prodotto antispastico che già le ha prescritto il suo medico ( l' otilonio ), eventualmente aumentando il dosaggio. Non può fare di meglio. Ci risentiamo.
Prof. alberto tittobello

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore,
La ringrazio per la sua risposta tempestiva, che riesce sempre a tranquillizzarmi.
Domani andrò dal medico e la terrò aggiornata.
Volevo solo chiederle una cosa. Quel dolore che sento appunto sopra/di fianco l’ombelico e sotto le costole da cosa può essere dato nello specifico? Da aria? Per esempio? Grazie mille e buona serata

[#9]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sono semplicemente degli spasmi della muscolatura liscia del colon. Con l' antispastico dovrebbero passare.
Prof. alberto tittobello

[#10] dopo  
Utente
Gentile dottore,
la ringrazio nuovamente per le sue risposte.
Speriamo migliori la situazione, in caso le farò sapere.
Grazie per il tempo dedicatomi.
Le auguro una buona giornata

[#11]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non c ' è di che. Stia bene.
Prof. alberto tittobello