Reflusso laringo esofageo sintomi atipici?? SJORGREN??

buonasera,
da marzo giro medici senza migliorare.

Inizio bocca asciutta da retrolingua in giù, poi si aggiunge naso asciutto con problemi respiratori che aumentano fino a provocare congestione ma asciutta (no muco) lingua bianca spugnosa retro lingua bianca peggio occhi rossi papille gustative ipertrofiche (senzazione di mollica nella lingua!! ! ).

7 visite otorine 4 rino fibroscopie ottiche:
No problemi anatomici nasali, chi rinite vasomotoria chi causa bifrizide ormai abbandonato da aprile!! due hanno invece visto marcato reflusso laringo esofageo e 3 micosi base lingua (anche se tampone batteri e micosi risulta negativo!! solo staphilococcus aerus fatto antibiotico ma nulla);

2 visite gastroenterologi escludono reflusso invece per mancanza di acidità, risalita, dolore sterno...e mancamza iper salivazioni anzi asciuttezza retrolingua... da visita e amnesi;

1 visita reumatologo con esami ANTICORPI SJORGREN nevativi tutti, eco ghiandole salivali negativi presenza di linfonodi sottomandibolari (in attesa di poter fare biopsia per escludere totalmente).


Cure fatte in questi mesi:
1- due mesi esoprazolo 40 gaviscon esofaril (otorino1 senza fibbre ottiche),
2-20 gg peridon (chirurgo gen.
)
3-bentalan, lautaselle (gastroenterolo1)
4-gel spray creme naso bocca occhi
5-xanax, somacol, lisozima (proctologo/gastroent)
6-mariagel, broncalt, abivisor.

7-medrol 16 mg a scalare (chirurgo gen.
)
8-attuale cura, pantoprazolo 40 mg, pepsino No, Rovigon, donperidone 10.
(ultimo otorino).


Sono disperato l’attacco di asma o comunque respiratorio avviene dopo 1 ora dai pasti quasi sempre e si Protrae con naso e palato che man mano di asciuga e ai congestiona e la sera aumenta per naso asciutto asma asciutta e bocca asciutta.

- fatti esami celiachia, routine, emocromo, glicemia... dieta ferrea, no glutine e lattosio per tre mesi NULLA!! !
Sono disperato non riesco a migliorare...
A quale ipotesi siete piu concordi?
cosa posso fare?
Come indagare ancora?
Vi prego di rispondermi rispondere ne saró grato

Grazie
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Credo che l' ipotesi di una patologia da reflusso sia la più probabile. I sintomi non sono sempre uguali per tutti. Proseguirei con la cura in atto e vediamo come va.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta Prof.. vi aggiorno fra qualche giorno.
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
O.K.

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
Professore sono ancora qui.
1 mese e mezzo di cura ma nulla, poi cominciata altra cura famotidina(per insuccesso dei prazoli), levopride, gerd off dopo visita con primario specialista medicina interna pneumologia e diagnostica per immaggini.
Nessuna problematica vista dopo eco addome completo, riscontro dei linfonodi reattivi e piccolissimi polipetti colicisti benigni da tenere sotto controllo.
Ma nessun miglioramento sempre congestione nasale che crea narici asciuttissimi o vicevera, occhi rossi.
Spesso dopo 1/2 ore dai pasti (leggerissimi e bianchi dieta ferrea per reflusso!!!) qualunque cosa mangio (cambio sempre).
Ma anche in altri momenti(in prossimità dei pasti, pomeriggio...poco meglio dopo colazione fino a prima di pranzo).
Tuttavia ci sono (pochi) momenti in cui le narici sono bagnate ( a volte troppo) ma poi ad un tratto si asciugano e si congestionano e torna il problema respiratorio (mai avuto in 43 anni).
Allargare la Narici mi da sollievo!!! (Provo con cerotti)
Ma 6 su 7 otorini e 4 ottiche e 2 fisse non vedono problemi anatomici rilevanti e mucose apposto.

Sta di fatto che sono sfiduciato e scoraggiato.. non so come andare avanti cosi.

Che ipotesi devo prendere in considerazione? quale ritiene perseguibile?
[#5]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 5,8k 246
Se gli otorini hanno escluso patologie di loro competenza, è sempre più probabile l' origine dei disturbi da reflusso. Questo, peraltro, era stato visti da otorini precedenti . E se l' hanno visto, vuol dire che c' è. In realtà lei ha fatto terapie che di solito sono efficaci, ma purtroppo non sempre. Riproverei con inibitori di pompa a base di rabeprazolo e alte dosi di prodotti a base di alginato e bicarbonato.

Prof. alberto tittobello

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test