Utente
Gentili Dottori, da 11 mesi ho accusato vari fastidì, dapprima solo feci sottili, culminando ultimamente con dolore addominale, scariche di diarrea, tanto muco e sangue.

Ho perso 8 kg circa, probabilmente dovuto anche alla nuova alimentazione.


Dopo la visita dal proctologo, mi ha consigliato colonscopia e a poi eseguito le biopsie.


Colonscopia
Esame condotto fino all’ultima ANSA dell’ileo.
Pulizia sufficiente (BBPS 3+3+3)
Notevole iperemia, edema, scomparsa del pattern vascolare sottomucoso, ulcerazioni ed essudati fibrino-purulenti al rettò in un tratto compreso entro 10 cm dal margine anale.


RCU in fase attivo a localizzazione distale.


Biopsia ileo: Iperplasia follicolare linfoide
Biopisia Colon ascendente, traverso, discendente e sigma: Architettura della mucosa conservata.
Infiltrazione in ordine sparso di plasmacellule nella tonaca propria della mucosa.

Biopsia retto: Architettura della mucosa alterata per fenomeni ulcerativi.
Plasmo cintosi basale associata ad infiltrazioni di eosinofili e neutrofili.
Microascessi criptici e criptite.
Diminuzione delle cellule caliciformi.
Non granulomi.
Non parassiti.
Quadro istopatologico per malattia Infiammatoria cronica intestinale (MICI) e specificatamente per rettocolite ulcerosa con attività infiammatoria di grado elevato.


Attualmente prendo Mattina e sera asacol sospensione rettale 2g/50ml e clipper sospensione 3g/60ml dopo pranzo.

Ho avuto solo un lieve miglioramento ma spesso ho ancora dolore addominale, muco e sangue vivo nelle feci.


È troppo blanda come terapia?
Consiglia altro?


Inoltre mi può spiegare la gravità della mia patologia?
È molto avanzata?


Il fatto di aver una specie di stenosi rettale può essere dovuto alla RCU?

Purtroppo sono parecchio ansioso ed ipocondriaco.

Vi ringrazio per l’ottimo aiuto che date sempre!

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Nella valutazione della colite ulcerosa si prendono in esame tre parametri fondamentali:
1) il grado istologico dell'infiammazione (nel suo caso: elevato);
2) l'estensione nel colon della malattia in tre livelli crescenti di gravità: il solo tratto del retto-sigma, il coinvolgimento del colon discendente, l'estensione a tutto il colon;
3) le condizioni generali di salute del paziente (anemia, stato generalo, disidratazione, ecc.)
Nel suo caso si tratta di una infiammazione di grado elevato, confinata al solo retto e, mi sembra di aver inteso, in condizioni generali discrete. Quindi, nel complesso, non eccessivamente preoccupante e con buone possibilità di risposta alla terapia.
La terapia proposta è adeguata e avrà dei tempi di risposta non immediati, ma progressivi. Durante i successivi controlli verranno effettuate delle valutazioni cliniche per adeguare dosaggio e scelta di ulteriori farmaci se necessari.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, anche molto celere.

Per quanto riguarda l’alimentazione ho eliminato caffè , alcolici , frutta secca . Devo eliminare o ridurre altro ? Integrare qualcosa ?

E il fatto di avere una stenosi nei primi centimetri del retto e di avere le feci sottili , È dovuto alla RCU?
Grazie , apprezziamo molto la vs disponibilità a rispondere ai vari consulti !

[#3]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Per la prima domanda d'accordo per l'eliminazione degli alcoolici, non necessaria l'eliminazione di caffè o frutta secca. Utile la riduzione di piccanti come pepe e/o peperoncino.
Eventuali integrazioni saranno da considerare se emergeranno necessità dalla analisi di laboratorio eseguite nel follow up periodico.

Per quanto riguarda la stenosi rettale, non è una condizione frequentemente correlata alla CU, poiché l'infiammazione in questa patologia riguarda esclusivamente la mucosa; è possibile pertanto che sia un fenomeno diverso.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4] dopo  
Utente
D’accordo! Grazie tante!

[#5] dopo  
Utente
Da due giorni ad aggiungersi alla RCU , ho notato appena all’interno dell’ano una specie di piccolo taglietto . Probabilmente una ragade ?
È dovuta alla RCU?
Questo può spiegare lo sfintere anale così contratto da non poter entrare neanche le cannule delle sospensioni rettali?

Come terapia va bene il Proctolyn? L’ho usato in passato.

Può avere interazioni / controindicazioni con la terapia che sto seguendo?(asacol sospensione rettale 2g/50ml e clipper sospensione 3g/60ml )

Ha altri suggerimenti?

La ringrazio

[#6]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La proctite (infiammazione della zona anale) può essere presente nel 25% circa dei pz con rettocolite ulcerosa e la contrattura dello sfintere può essene la conseguenza.
L'applicazione di una crema come quella citata può dare sollievo e non è controindicata.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.