Esito esame istologico stomaco

Buonasera dottori chiedo per conto di mio padre 59 anni, un parere su esame istologico che ha dovuto effettuare successivamente ad una gastroscopia che evidenziava ulcera gastrica.


Esame Istologico:
Frammenti di mucosa gastrica sede di gastrite cronica superficiale con iperplasia foveolare e focale metaplasia intestinale.

H pylori non evidenziabile (Giemsa) (PanCK-)
Per il sospetto di lesione neoplastica si suggerisce rivalutazione bioptica del caso.


Gastroscopia:
Facile introduzione dello strumento in esofago sotto il diretto controllo visivo.

Reperto di mucosa esofageo di aspetto normale con attività peristaltica del viscere nella norma
Stria Z di risalita di aspetto irregolare
Giunto esofagogastrico risalita di 2cm rispetto all impronta dei pilastri diaframmatici.

Cardias beante alla retrovisione ensogastrica classe IV sec Hill
Stomaco normoconformato e normodistensibile contenente normale quantità di liquido chiaro
In zona antrale sulla piccola curva si osserva ulcerazione puntiforme circondata da mucosa di aspetto irregolare.
cinesi della zona torpida.
biopsie.


Piloro pervio e normoconformato
Nulla a carico del bulbo e della seconda porzione duodenale
Diagnosi
Ulcera gastrica in definizione istologica
Nerd in ernia iatale


Ha eseguito anche ecografia che non evidenziava nulla in particolare (se può servire riporto esito)


Alla luce di ciò dato che non ci hanno fornito una situazione chiara, è qualcosa di grave dato che si utilizzano termini come lesione neoplastica ecc?

premetto che sta seguendo cura con lucen 40mg e hanno suggerito una nuova gastro tra un mese, però siamo abbastanza preoccupati.
Non beve e non fuma e da una settimana segue una dieta per il reflusso.
Inizialmente sintomi erano di dolore notturno che si affievoliva ingerendo qualcosa oppure bevendo qualcosa.
Adesso non ha particolare sintomatologia.
E perché dall'istologico non è risultata una situazione chiara da subito?
[#1]
Dr. Michele Spicola Anatomopatologo 74 2
Il referto dell' esame istologico segnala una gastrite cronica, cioè una infiammazione dello stomaco, e una metaplasia intestinale che è una lesione che potrebbe associarsi alla comparsa di una neoplasia che attualmente non è presente.Tuttavia il patologo suggerisce correttamente di ripetere la biopsia per maggiore sicurezza. Suo padre deve essere seguito con controlli periodici, ma non è il caso di allarmarsi.
Cordiali saluti.

Dr. Michele Spicola

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, grazie per la riposta. Lo specialista che ha effettuato la gastro vuole rivederlo tra 28gg.(tempo che finisca il lucen)
Quindi questa situazione è quasi del tutto negativa e allarmante ?
Questa metaplasia quindi è un campanello d’allarme per una successiva forma più grave di neoplasia ?? Scusi ma non ho troppe conoscenze in campo medico e soprattutto in termini
[#3]
Dr. Michele Spicola Anatomopatologo 74 2
La metaplasia può associarsi ad un tumore che per ora non è presente. Sono però necessari controlli periodici con gastroscopia e biopsia. Ripeto che non è il caso di allarmarsi.

Dr. Michele Spicola

[#4]
dopo
Utente
Utente
-Quindi dottore accadrà con certezza oppure è una possibilità ?
-È un evoluzione rapida in tempistiche ?
-Controlli ogni quanto?
-Curando la gastrite con farmaci prescritti e con dieta potrà migliorare la situazione?
Lo specialista vuole rivederlo tra un mese
[#5]
Dr. Michele Spicola Anatomopatologo 74 2
Non si preoccupi. La presenza della metaplasia intestinale non comporta per forza la comparsa di un tumore. Curando la gastrite la situazione può migliorare. Il suo medico curante stabilirà ogni quanti mesi eseguire la gastroscopia di controllo.

Dr. Michele Spicola

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio