Utente 329XXX
Buongiorno,
io e la mia compagna di 20 anni avremmo intenzione di avere un figlio. Riassumo brevemente: la sua nonna paterna è morta all'età di circa 40 anni per un tumore "alla pancia" mi è stato riferito, suo zio paterno è malato di epilessia e suo fratello, più piccolo di lei di sei anni soffre di neurofibromatosi di tipo 1 praticamente da quando è nato. La mia compagna pare apparentemente di buona salute, premetto però che non ha mai fatto gli esami del sangue tranne in età infantile. Il mio quesito era questo: che probabilità ci sono per i nostri figli di ereditare queste malattie? Che tipi di accertamenti dovrebbe fare la mia compagna prima della gravidanza e/o durante la gravodanza?
Grazie mille

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr.ssa Stefania Zampatti

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
8% attualità
12% socialità
GENZANO DI ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Gent.mo utente,

ciò che posso consigliarvi (e quello che consiglio a tutte le coppie che decidono di intraprendere una gravidanza) è di fare una consulenza genetica. La consulenza genetica è un colloquio di coppia con il medico genetista, che vi farà alcune domande sulla vostra famiglia e vi spiegherà quelli che sono i vostri rischi di trasmettere le condizioni genetiche. Inoltre, se necessario, vi farà fare specifici accertamenti per la definizione del rischio.

Cordialmente,
Dr.ssa Stefania Zampatti
-
I consulti online forniscono soltanto indicazioni, non sono sostitutivi della consulenza genetica