Utente
salve sono una donna di 35 anni e distrutta dal dolore...
una settimana fa con taglio cesareo è nato il mio bambino, morto il giorno dopo.
Premetto che fino al sesto mese tutto procedeva bene...ho fatto sia l'amniocentesi che la morofologica...il mese successivo poi la catastrofe...il ginecologo ha riscontrato dei liquidi nel torace, sia parte dx che sx del bimbo..mi hanno ricoverato alla 27 settimana...e sono stata 20 giorni in ospedale, prima hanno provato con la tecnica dello shunt poi fallita e poi con toracentesi...nel frattempo il mio liquido amniotico è andato diminuendo fino a scomparire del tutto e hanno deciso di farmi il taglio cesareo alla 31 esima settimana...ma come dicevo il mio bimbo è morto il giorno dopo...nonostante aspirassero il liquido, si era formato un edema sotto il collo era gonfio e hanno diagnosticato un idrope fetale..ora dobbiamo aspettare i risultati dell'autopsia,,,,
inutile dirvi il dolore che sto provando...l'incredulita'...ho una bimba di 17 mesi...partorita l'anno scorso....dovrei pensare a lei ..ma mi sento vuota...
tutti mi dicono di aspettare un paio di anni e di riprovarci...ma non oso pensare che possa ripetersi tutto questo che sto passando...chi mi dice che non si ripeta???
vorrei sapere un vostro parere anche se posso immaginare che sia molto difficile...
grazie

[#1]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
dare un parere senza conoscere il caso è in effetti impossibile e poco professionale.
Circa il fatto di aspettare un paio di anni credo che la cosa non abbia alcun senso. Bisogna prima conoscere, se possibile, le cause della recente sfortunata gravidanza in modo che se ad esempio ci fosse da approfondire qualcosa in campo diagnostico , si possa farlo con tranquillità. Ma se non si dovessero appurare cause patologiche definite, stabilire un periodo di " attesa" prima di una nuova gravidanze su cosa si basa? Quando una gestazione ha inizio nessuno potrà mai predire con certezza come sarà il suo andamento ma l'ansia non deve condizionarci al punto da rendere un dramma quello che dovrebbe essere un periodo di serena attesa. Capisco che dopo una tale esperienza le parole suonino vuote ma l'esperienza aiuta ad essere ottimisti.
Purtroppo, o per fortuna, la medicina non ha risposte per tutto ciò che accade e questo vale soprattutto nel nostro campo. Spesso un esito infelice rimane senza un perchè e non lascia reliquati se non quello di un doloroso ricordo che mai potrà essere definitivamente rimosso dalla memoria. Auguri per una - spero prossima - felice gravidanza.
Dr. Francesco Labate

[#2] dopo  
Utente
gentile Dottore,
nell'eventualità in cui in futuro, cambiassi idea,e volessi ritentare,a chi dovrei rivolgermi per fare delle analisi specifiche sia per me che per mio marito, per cercare di evitare si ripeta di nuovo quello che è successo??
l'idrope fetale, si puo ripetere nelle successive gravidanze?
il taglio cesareo io l'ho fatto il 20/08, di conseguenza da quando dovremmo riprovare?
grazie per la sua cortese disponibilita'...
saluti

[#3]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
1) è stata fatta autpsia sul feto ed esame istologico della placenta ( per chiarire possibili cause del problema ) ?
2) Impossibile rispondere ora alla seconda domanda poichè a determinare l'idrope possono concorrere varie cause : cromosomica, infettiva ( es. infezione da Parvovirus ),immunitaria. Per cui in caso di gravidanza " normale" tale problema non dovrebbe verificarsi.
3) aspetterei circa un anno , più che altro per riprendersi dall'evento e completare gli accertamenti
4) circa le analisi: solo chi vi segue da vicino può consigliare in modo appropriato. A distanza si fanno solo supposizioni e non mi pare il caso....
Sono certo che la prossima gravidanza andrà bene..
auguroni
Dr. Francesco Labate

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore
mi scusi ancora se la disturbo...
volevo sapere se dopo 15 giorni dal taglio cesareo..non ho piu' perdite di sangue / lochiazioni bensi un ciclo vero e proprio e sembra abbondante...premetto che mi hanno dato le pasticche per far andare via il latte appena ho partorito...è normale o mi devo preoccupare???puo' essere un inizio di emorrargia???'....quando dovrebbe venire il ciclo vero e proprio??? grazie se mi risponde ...sono veramente in ansia e preoccupata....

[#5]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
se la perdita ematica è troppo abbondante, nel dubbio , le consiglio di andare subito a fare un controllo in ospedale ( per escludere ritenzione di residui placentari o coaguli ematici dentro l'utero ad esempio... ): magari non è nulla ma in tal modo se c'è da prendere qualche provvedimento si potrà agire in tempo. Dopo un parto è difficile dire quando arriverà il successivo ciclo mestruale, ma il suo caso attualmente ( dopo appena 15 gg da un TC ) ma ora è troppo presto per parlare di cicli ( solo 15 gg )
Dr. Francesco Labate

[#6] dopo  
Utente
gentile dottore
sono poi andata al pronto soccorso come suo consiglio e il ginecologo di turno mi ha fatto la visita e mi ha detto che l'utero è ben contratto e che le perdite sono da post parto..dopo due giorni si sono ridotte e ad oggi le ho saltuariamente e non piu' di rosso vivo...ma piu' scure.---volevo ringraziarla ancora per il consiglio.
Ora vorrei chiederne un altro se posso...
purtroppo sa della mia perdita del bimbo avuta 25 giorni fa...parlando con mio marito mi ha detto che nonostante la paura che è enorme, lui in futuro vorrebbe dare un fratellino o sorellina alla nostra prima bimba che ha 18 mesi..nn le nascondo che questa cosa mi spaventa molto , soprattutto perche' ho letto che l'idrope fetale si potrebbe ripetere...lui vorrebbe fare degli esami sia per lui che per me, per sapere se siamo portatori di qualche malattia e nel frattempo aspettare il referto dell'analisi fatta sul bimbo.
Avendo fatto il cesareo ( il primo) perche' la bimba l'ho partorita naturalmente un anno fa...quanto dobbiamo aspettare per riprovare??? io ho gia' 35 anni e la mia fertilita' è gia' diminuita giusto???
mi scusi le domande ...ma vorrei andarci con i piedi veramente di piombo...la paura è troppa...per non contare l'aspetto psicologico perche' questo bimbo che ho perso mi manca troppo..sarebbe dovuto nascere regolarmente tra un mese...a fine ottobre...

[#7]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Dopo un TC consiglierei di attendere almeno un anno e riguardo alla sua fertilità ... a 35 anni molte donne hanno ormai la 1^ gravidanza per cui in questo senso starei tranquillo. Siete ancora troppo spaventati....e cercate subito delle risposte che forse non si avranno mai. Se prima non avete una diagnosi che possa almeno indirizzare, che esami vorreste fare? Tutti e nessuno....L'idrope non è una malattia ma la conseguenza di una malattia e le cause , come già detto, possono essere molto diverse fra loro. Abbiate fiducia nel tempo e nel futuro....
Dr. Francesco Labate

[#8] dopo  
Utente
buongiorno dottore
le scrivo perche', dopo 7 mesi di attesa..l'equipe genetica dell'ospedale dove ho partorito mi ha detto, telefonicamente che non c'è una spiegazione a cio' che è successo a mio figlio, non sono riusciti a trovare la causa, perche' è successo tutto velocemente ed sopravvissut solo per 22 ore...sono stata malissimo quando me lo hanno detto.
Le scrivo anche per dirle, che questa mattina ho fatto un test di gravidanza e sembra essere positivo..sono stata una incoscente dopo 7 mesi dal cesareo?? e soprattutto sapendo che nn essendoci una risposta il utto si potrebbe ripetere?? la voglia di dare un fratellino o sorellina alla mia bimba era tanta..cosa devo fare ora?? sono molto spaventata...ancra devo chiamare la ginecologa...intanto questa sera ne faro' un altro digitale e piu' preciso...
come sintomi ho solo qualche volta mal di pancia tipo ciclo e dietro la schiena...

[#9]  
Dr. Francesco Labate

24% attività
0% attualità
12% socialità
PALERMO (PA)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
certo avrebbe potuto aspettare un altro pò....ma non è certo la prima per cui se la gravidanza è confermata si va avanti con fiducia...per li resto non c'è motivo di essere cos' spaventata. Quello che è successo non ha avuto spiegazione , come spesso accade , e la probabilità che si ripeta è minima. I soliti esami ( infettivologia, cariotipo, moinotoraggio ecografico,etc. ) aiuteranno a confermare l' augurabile fisiologico andamento della gestazione. Al momento non posso che fare i migliori auguri per un felice evento...
Dr. Francesco Labate