Bruciori e perdite intense

Egr.gi Dott.ri,
Vi ringrazio anticipatamente per la Vostra risposta.
E' da circa un mese che ho bruciori/pruriti soprattutto alle piccole labbra ed all'estremità inferiore della vagina; vedo un lieve arrossamento esterno.
In alcuni giorni c'erano anche delle perdite non maleodoranti ma bianche e filamentose, tipo muco.
La mia ginecologa mi ha consigliato di fare un tampone ed un esame delle urine che sono risultati entrambi negativi nessuna presenza di batteri, non sono state rilevate patologie particolari, tutti i valori erano perfetti, per calmare il bruciore, mi è stato prescritto 5 ovuli di Mecloderm.
Dopo questa cura ho avuto il mio ciclo (è terminato domenica scorsa) e da lunedì sono ricominciati i forti bruciori e le perdite sono aumentate in maniera considerevole.
Premetto che è da circa un mese che non ho più rapporti con il mio compagno perchè già un mese fa ho fatto una cura di Metronidazolo ovuli MECLON 1000 MG ed ero stata bene.
Ad oggi il bruciore è molto intenso, porto spesso le gonne e cmq non indosso pantaloni attillati, purtroppo sono molto stitica e cerco di mangiare frutta e verdura.
Ho provato a togliere completamente la pasta e a togliere quasi del tutto lo zucchero.
Non so più che cosa fare.
Inoltre vorrei iniziare una gravidanza, ho quasi 33 anni ma con questa situazione come posso solo pensarci, naturalmente ci sto molto male, non riesco neppure a dormire!!!Confido in un Vostro consiglio.
Cordiali saluti

[#1]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Gentile amica
provi ad eseguire una Colposcopia.
Spesso, infatti, i bruciori ed il prurito locali, non sono dovuti a fenomeni "infettivi", ma anche ad una serie di altri fattori non microbici, come testimoniano il tampone vaginale e l'esame delle urine negativi per patologia di questo tipo, ma possono essere, ad esempio, dovuti ad intolleranza a detergenti, ad indumenti intimi particolari, ad una sudorazione intima particolarmente ricca in sostanze acide oppure, ancora, all'aggresione di micro-organismi non "coltivabili", come ad esempio, i virus.
Esegua, pertanto, l'esame che Le ho consigliato e vedrà che il /la Collega Le darà ulteriori spiegazioni. Lo esegua, però, nel periodo in cui le manifestazioni cliniche sono presenti, avendo cura di non utilizzare detergenti intimi o pomate medicate nelle 24 ore precedenti l'esecuzione dell'esame stesso.
Se vuole, sono a Sua disposizione per ulteriori consigli.
Auguri.
Dr. Ivanoe Santoro

Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egr. Dr. Santoro,

La ringrazio per la Sua gentile risposta. Chiederò alla mia ginecologa di fare una colposcopia e poi le farò sapere.
Per micro-organismi non "coltivabili" che cosa intende precisamente? Sono un pochino preoccupata.
Grazie e buona giornata.
[#3]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Cara amica
per micro-organismi non coltivabili, intendo, semplicemente, germi che non possono essere evidenziati in colture, quali quelle relative ad un tampone vaginale, per esempio.
I virus, infatti, esendo parassiti endocellulari obbligqti, sono evidenziabili o direttamente su colture di tessuto o indirettamente attraverso la messa in evidenza degli anticorpi che ne dovrebbero costituire "la cura" endogena.
Mi tenga al corrente.
Dr. Ivanoe Santoro
[#4]
dopo
Utente
Utente
Egr. Dr. Santoro,

venerdì mattina sono andata a fare la visita da un altro ginecologo che mi ha riscontrato oltre ad un arrossamento esterno anche delle piccolissime cistine al collo dell'utero.
Mi ha dato le seguente cura:
* 1 scatola da 10 compresse di Ciproxin
* 1 scatola di ovuli per 6 gg (non mi ricordo il nome)
* pomata ultralan da applicare all'esterno.
Oggi mi sento molto meglio.
Mi ha detto di richiamarlo fra 10 gg per vedere come va.
Nel caso ci fossero ancora dei problemi, devo tornare da lui perchè potrebbe essere anche una forma recidivante e quindi ci vuole una cura che va prilungata e programmata ogni mese per almeno 6.
Mi ha detto che per la gravidanza non ci sono problemi.
La ringrazio e spero di ricevere al più presto anche una Sua opinione.
Cordiali saluti.
[#5]
Dr. Ivanoe Santoro Ginecologo 8,5k 280 7
Gentile amica
il Collega Le ha prescritto un Chinolone (il Ciproxin), generalmente utilizzato per forme infettive sostenute prevalentemente da Gram Negativi e da alcuni Gram positivi (si tratta di germi, mentre l'Ultralan è una pomata al cortisone.
Da quanto da Lei riportato, sembrerebbe, quindi, che il bruciore ed il prurito nel Suo caso, sembrino dovuti ad un fenomeno locale irritativo di incerta origine, sul quale, secondariamente, si è sovrapposta una infezione batterica, almeno stando alla terapia eseguita, sembrerebbe, anche a buon fine.
Quindi, visto che il "primum movens" di tale fenomeno, sembrerebbe essere un fattore di irritazione locale, darei molta importanza all'igiene intima, al rapporto, ad eventuali ingerenze ambientali (palestre, piscine ecc.ecc.) ed alla dieta.
Per quella Colposcopia, quindi, attenda di avere (speriamo di no), nuovamente i sintomi sopra descritti.
Saluti
[#6]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio e speriamo di non avere più problemi.
Buona giornata e buon lavoro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test