Impressioni

ho cercato di documentarmi in merito all'esame colposcopico; l'impressione ricevuta da tutto ciò che ho letto è che sia come l'inizio di un percorso senza fine: ..biopsia, attesa esito, torni fra sei mesi, di nuovo biopsia, attesa, ok, ma ci rivediamo fra un anno, ecc ecc. Non si potrebbe dunque evitare la colposcopia (perlomeno nei casi di pap test borderline) e tenere monitorata la situazione con pap test più frequenti (ogni 3-4 mesi) ? E in questa ipotesi, in caso di pap test negativi, dopo quando tornare al normale pap test annuale? Grazie per l'attenzione e, già che ci sono, Buona Pasqua a tutti!
[#1]
Dr.ssa Cristina Passadore Ginecologo, Perfezionato in medicine non convenzionali 972 24
Mah potrebbe proporlo alle Società Internazionali dei ginecologi e dei colposcopisti, perchè no? Magari portando dei dati che Lei ha raccolto su un numero di pazienti sufficientemente ampio, che ha seguito negli anni, dati che poi ha sottoposto a delle analisi statistiche e che hanno portato alla ragionevole certezza che la colposcopia è del tutto inutile. Mi tolga una curiosità: Lei è laureata in Medicina?

Dott.ssa Cristina Passadore
Via Luciano Manara 15, 20122 Milano Cell. 3386263853
www.cristinapassadore.it

[#2]
Dr. Maurizio Di Felice Ginecologo 4,2k 104
La colposcopia è un esame fondamentale ..... mi fermo qui.
Cordiali saluti

Dr. Maurizio Di Felice

[#3]
Dr.ssa Paola Fusaro Ginecologo 184
.....che va appunto eseguita da mani esperte, nei casi necessari e soprattutto affidandosi al proprio specialista senza fai da te o passaparola da ballatoio

Dott.ssa Paola Fusaro
Specialista in Ginecologia e Ostetricia

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test