Utente
Buon pomeriggio,
non so se avrei dovuto inserire la richiesta nella sezione dedicata alla dermatologia, ma poichè il problema è in sede dell'episiotomia chiedo a voi ginecologi.

Da circa una settimana avevo dolore alla cicatrice dell'episiotomia (ho partorito 8 mesi e mezzo fa). Prima di ora è capitato che talvolta abbia avuto qualche piccolo dolore lì, ma non ci avevo dato troppo peso. Da qualche giorno invece è spuntata una specie di bolla su uno dei punti. Ho chiamato la ginecologa la quale non poteva vedermi subito (sospettava una cisti alla ghiandola del bartolini) e mi ha consigliato di applicare aureomicina.

Ieri pomeriggio mi ha visto e mi ha detto che non si aspettava nulla del genere, che la ghiandola del bartolini non c'entra nulla, ma che si trattava forse di una cisti..?... (non ho capito bene il tipo di cisti).

Ha così provveduto ad inciderla per favorire il drenaggio. Non vi dico il dolore.. E' uscito del materiale liquido misto a sangue.
Oggi va un po' meglio, la dottoressa mi ha consigliato di spremere con tutta la forza che ho e applicare l'unguento, domenica vuole rivedermi.

A questo punto vorrei sapere se secondo voi è corretto l'operato della mia ginecologa e cosa potrebbe essere questa bolla sottocute.
Inoltre secondo voi è necessario un intervento? e se si con quale anestesia?
Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrebbe trattarsi di una reazione da "corpo estraneo" (fili di sutura?).
Il comportamento mi sembra corretto!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buonasera dottor Blasi e grazie per la sua solerte risposta.

Non ho ben capito una cosa, lei prende come ipotesi i fili di sutura... di 8 mesi e mezzo fa??
Non dovrebbero essere riassorbiti?

Crede che debba subire un intervento? Le chiedo numi in merito anche al tipo di anestesia.
Grazie.

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Assolutamente NO!Non parlavo di intervento,ipotizzavo una possibil reazione a fili di sutura conseguente alla EPISIORRAFIA(punti di sutura).
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
ho capito che parlava di episioraffia, ma appunto il mio dubbio è: può mai essere che un'episioraffia di 8 mesi fa dia problemi adesso?

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
la reazione da corpo estraneo si può verificare molto tempo dopo.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Ho capito..
e quindi in questo caso come si agisce? Dovrò subire un intervento? Oggi a distanza di qualche giorno la bolla si è indurita e se la spremo continua a uscire del materiale dapprima bianco giallastro e poi sangue acquoso.
si è indurita perchè è stata spremuta troppe volte? consideri che la spremo la media di 5 volte al giorno perchè ho paura che si chiuda il buco fatto dalla ginecologa e magari poi devo subire di nuovo la tortura del drenaggio.

Come sempre grazie..

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Al massimo una piccola incisione con un anestetico locale.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI