Utente 142XXX
Buongiorno Dottor Santoro, Le scrivo per avere un suo parere. Sono una donna di 43 anni che nel 2006 ha avuto un'aborto ritenuto a 7+2. A dicembre 2009 ho scoperto di essere nuovamente incinta e Le riassumo velocissimamente i dati in mio possesso:

DUM 14.11.2009
Betahcg 15.12 1853
Betahcg 18.12 5727
Betahcg 21.12 6552
Ecograf.22.12 camera gestazionale e sacco vitellino
P.Soccorso 27.12 camera gestazionale, sacco vitellino e abbozzo di attività cardiache, anche se il medico del ps mi ha detto che era una remota possibilità e mi ha prescritto ovuli vaginali di progesterone
Betahcg 28.12 20758
Betahcg 04.12 34172

Ieri 7.01.2009 finalmente ho fatto la 2° ecografia, ero piena d'angoscia perchè da qualche giorno avevo la sensazione di non essere più incinta (noi aspiranti mamme di una certa età siamo esageratamente ansiose, lo sò, lo sò), il seno si era sgonfiato improvvisamente, niente più insonnia la notte e sintomi vari. Faccio questa bendetta eco e questa volta si vede l'embrione ma il battito è lento, lentissimo. La ginecologa mi dice che l'embrione è 0.78 cm e che è brachicardico. Insomma mi dice che la crescita dell'embrione corrisponde a 6+2 mentre io sono alla 7+5 e quindi non ci sono speranze e che a breve lo perderò. Devo rifare un'ulterioe ecografia la settimana prossima per verificare che il battito si sia fermato definitivamente. Allora Dottore, il punto è: io mi fido della mia ginecologa, ci mancherebbe, ma prima di arrendermi all'idea di un'altro aborto vorrei anche il parere di un esperto come Lei. Davvero non ci sono più speranze??? Non è possibile che il mio cucciolotto si riprenda all'improvviso?? La prego di darmi una risposta, anche se sarà dura. la ringrazio infinitamente.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Una bradiacrdia embrionale in epoca precoce, corrisponde ad una non corretta evoluzione morfo-funzionale del cuore, dei grandi vasi e del sistema di conduzione elettrico intracardiaco. Questo, in genere, si inscrive in un quadro plurimalformativo su base genetico/cromosomica nella maggioranza dei casi.

Ecco perchè una bradicardia embrionale viene considerata un segno prognosticamente poco favorevole per la prosecuzione della gestazione.

Vi sono, però, casi limite in cui la bradicardia è solo temporanea, con ripresa della funzionalità a pieno regime in pochi giorni o al massimo entro una settimana dal riscontro dell'iniziale bradicardia. In questi casi, la ulteriore evoluzione morfologica del feto è del tutto normale, senza che vi siano esiti a distanza di tipo sfavorevole.

Un consiglio: non faccia più le betaHCG, ma solo ecografie a distanza. La quantitativa dell'ormone non ha più un senso prognostico in questa fase.

Mi tenga aggiornato con le prossime novità.

Infiniti auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 142XXX

Buongiorno Dottore, La ringrazio tantissimo per la risposta.
In effetti mi rendo conto che se l'embrione è stato definito brachicardico è perchè ci sono dei problemi seri.
La prossima settimana devo fare un'altra ecografia e a quel punto la situazione sarà più chiara. Non sò quale sia l'atteggiamento psicologico migliore in questo momento, non sò se darmi per vinta o se continuare a sperare. In questi giorni mi sembra di vivere su un pianeta a me sconosciuto e mi sento un pò stordita. Spero di riuscire ad affrontare l'ipotesi peggiore in modo forte.
In ogni caso la prossima settimana, Le farò sapere l'esito dell'ecografia.
La saluto cordialmente.
C.

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Si affidi al buon Dio.
In verità non conosco Medico migliore...
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 142XXX

Condivido pienamente Dr.Santoro.
La ringrazio.

[#5] dopo  
Utente 142XXX

Buongiorno Dr. Santoro,
sono qui per aggiornarLa sulla mia situazione. Ovviamente credo che si immagini già quale è stato il responso dell'ecografia: aborto ritenuto a 8+4. Il battito non c'era più e l'embrione è addirittura diminuito di misura.....purtroppo ero già un pò preparata a questa ipotesi. Domani mattina farò il raschiamento e poi si vedrà. La ginecologa mi ha detto di fare intanto il Cariotipo(sia io che il mio compagno) e di aspettare 3 cicli prima di poter riprovare a cercare un bimbo. Onestamente sono un pò avvilita ed ora il solo pensiero di poter rimanere incinta nuovamente e di rivivere una situazione del genere, mi sconvolge. Già sopporto male questo 2° aborto...immaginiamo un 3°!!! Per il momento non ci penso.
La rigrazio moltissimo per le sue risposte e per la sua disponibilità.
Un saluto....e magari chissà, tra qualche mese sarò ancora qui a chiederLe consigli!!!

[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Le scrivo dopo che il raschimento, di certo, si è concluso e probabilmente, Lei sarà già ritornata a casa.

Sì...lo so. E' una gran brutta batosta. Però, mi creda, è stato meglio questo che sentirsi dire, semmai a feto vivo a 5 mesi:"Signora il bimbo ha una malformazione incompatibile con l'ulteriore vita intrauterina o che ne compromette definitivamente lo stato di salute".

Perciò:

ANIMO!!!!!!!

Si prenda una meritata vacanza fisica e mentale. Attenda i tre cicli (concordo pienamente con la Collega) e, se vorrà, torni alla carica, anche se, secondo me, sarebbe il caso di fare un pò una sorta di "valutazione complessiva" prima di prendere decisioni in merito.

Mi tenga informato se vuole.

Ci vuole coraggio nella vita e, credo, Lei ne abbia ancora tanto da spendere.

Come ho sentito in una battuta in un film "Non può piovere per sempre".

Credo sia "Il Corvo". O no?
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente 142XXX

Buongiorno Dottore,

si il film è proprio "Il Corvo"....è vero non può piovere per sempre ma ora mi sembra che il cielo sia molto nuvolo e prossimo ad un temporale!!!!!!!!

Comunque per il momento mi prenderò un periodo di "vacanza" e poi si vedrà.

Voglio ringraziarla nuovamente per la disponibilità e gentilezza.
Ci risentiremo, forse, dopo la vacanza.......
La saluto caramente.
C.