Attivo dal 2010 al 2013
Salve,
Vi spiego la mia situazione. Da un paio di mesi sono in una fase di squilibrio ormonale che si manifesta con ciclo scarso e perdite ematiche inframestruali. Dopo la fine del ciclo strambo del mese scorso, le perdite erano finite. Ho avuto poi un po' di muco filante tipico dell'ovulazione e, dopo qualche giorno, ho avuto un giorno di perdite marroni e quello successivo proprio perdite di sangue che sembrava quasi flusso mestruale. Purtroppo, la sera stessa, cioè circa due giorni dopo aver visto le perdite filanti e trasparenti, durante un rapporto il preservativo si è sfilato ed è rimasto "accartocciato" dentro la mia vagina. Ce ne siamo accorti qualche minuto dopo e NON c'è stata eiaculazione. Tuttavia, a causa anche del caos ormonale, ho deciso di assumere Norlevo (una sola pastiglia) la mattina successiva ( a 10-11 ore dal fattaccio). Non ho avvertito nessun effetto collaterale e sono finite le perdite ematiche che già avevo nell'arco di un paio di gg. Dopo 9 gg dall'assunzione(cioè sabato mattina) ho cominciato ad avere delle perdite marroni scure, che a tratti diventano rosate/rosse con talvolta dei piccoli crampetti al basso ventre che sembrano dolori pre mestruali e il seno in questa settimana si è ingrossato e i capezzoli sono particolarmente sensibili. Premesso che non posso sapere con certezza quando verrà il ciclo, ma che teoricamente dovrebbe essere questa settimana, queste perdite cosa potrebbero essere? Potrebbero essere perdite da impianto dovute ad una gravidanza? Un paio di anni fa utilizzavo l'anello contraccettivo che mi dava stitichezza e questo fastidio al seno che ho ora.. potrebbero essere effetto degli ormoni del Norlevo dato che ho avuto anche stitichezza dopo l'assunzione? le perdite e il fastidio al seno potrebbero presentarsi dopo quasi 10 gg dall'assunzione? vuol dire che non ha funzionato prima? i rischi di una gravidanza stando la situazione come ve l'ho descritta sono molti? Grazie per la disponibilità ma sono veramente preoccupata!
p.s. le perdite marroni sono come "grumose", non c'è più traccia di sangue vivo e non ho più doleretti alla pancia..

[#1]  
Dr. Giampietro Gubbini

48% attività
16% attualità
16% socialità
BOLOGNA (BO)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
...probabilmente il caos ormonale + il Norlevo possono essere responsabili dei sintomi da lei riferiti.Faccia comunque un test di gravidanza e sopratutto si rivolga ad un ginecologo di fiducia che possa seguirla in questo momento difficile.Auguri
Dr. Giampietro Gubbini

[#2]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
FIRENZE (FI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
In effetti c'e' un po' di confusione.

Le consiglio di eseguire un ecografia e di ripetere un test di gravidanza in modo da tranquillizzarsi.p@otrebbe essersi trattato di un ciclo anovulare o di un ciclo con l'ovulazione ritardata e di conseguenza, un ciclo molto lungo con "spotting" ossia perdite ematiche legate ad un'alterazione mestruale.


Cordiali saluti
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#3] dopo  
Attivo dal 2010 al 2013
Ma è concreto il rischio di gravidanza?? non c'è stata eiaculazione e ho assunto la pillola del giorno dopo entro le 12 ore..

[#4]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
FIRENZE (FI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
Cara signora,
Da quello che mi scrive la gravidanza e' assolutamente improbabile. In biologia pero' il termine impossibile va usato con molta prudenza, per tranquillizzarla completamente le ho suggerito la ripetizione del test.
Saluti
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Attivo dal 2010 al 2013
Beh, Improbabile è già molto meglio di "probabile"! Io il test non l'ho ancora fatto perchè sapevo che fino a 15 gg dal rapporto non è attendibile.. o sbaglio?
quindi il seno gonfio e i capezzoli sensibili potrebbero essere dovuti al carico ormonale di Norlevo? La ringrazio per la disponibilità!

[#6]  
Dr. Elisabetta Chelo

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
FIRENZE (FI)
MILANO (MI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2006
I sintomi che riporta non sono significativi : stia tranquilla e per sicurezza faccia il test ad una quindicina di giorni dal rapporto a rischio, sempre che il ciclo non compaia chiaramente prima di quella data.
Un cordiale saluto
Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com