Modalità di somministrazione ru486

Salve,

vorrei sapere se è possibile,in condizioni di emergenza,somministrare la pillola ru486 durante l’ottava settimana di gravidanza; nel caso, è vero che è possibile verificare, seppur in rarissimi casi, la rottura o perforazione del collo dell'utero e l'abbassamento del 70% delle possibilità di poter rimanere incinta?
[#1]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
Il protocollo che adotto(quello nazionale)impone l'uso dell'RU486(MIFEPRISTONE) entro la 7^ settimana di gestazione,per il massimo del successo.
Queste voci sono smentite dalla letteratura internazionale,ma potrei aggiungere anche dalla mia personale esperienza presso il mio Ospedale a BARI!
La fertilità futura è più a rischio con un raschiamento che con la pillola abortiva(che non compromette la fertilità futura)

dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta, Dott. Blasi.
Quindi lei mi conferma che non è possibile somministrarla anche dopo le 7 settimane in Italia e all'estero,vista la scarsa efficacia.
In ogni caso,è possibile compromettere la fertilità futura, in seguito all'assunzione della pillola, durante l'eliminazione del materiale gravidico eventualmente non espulso?Se si, in che percentuale può verificarsi?

[#3]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
La fertilità non è compromessa!
La seconda domanda non mi è chiara.
[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, mi ha tranquillizzata.

Semplicemente avevo sentito dire che la pillola potrebbe avere questi effetti, e che era possibile misurare in percentuale la sterilità provocata. Che lei sappia, è possibile?
[#5]
Dr. Nicola Blasi Ginecologo 40,6k 1,3k 252
NON MI RISULTA!

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test