Utente
Gentile Dottore,
sono una ragazza di 27 anni che dopo un anno di disturbidi irregolarità del ciclo ( assenza per mesi o frequenza bimensile) e dopo indagini ormonali e ginecologiche ( ecografie interne ed esterne ) che non hanno evienziato patologie ha iniziato a prendere soto consiglio medico la pillola Jasmin. Fin dai pimi 2 giorni ho accusato gonfiori ed il ciclo non mi si è mi interotto. al 17° giorno il ciclo si è trasformato in emorragia con perdite di filamenti e coaguli molto grandi. Mi sono recata al pronto soccorso e dopo una ecografia pelvica mi sono state date fiale di tranex 2 volte al giorno dicendomi di continuare e pendere la pillola e che al secondo mese la situazione sarebbe migliorata. Poichè le fiale non facevano effetto e la situazione pggiorava un medico amico di famiglia mi ha consigliato di effettuare un emocromo che è risultato8,8 di emoglobina. Sono stata subito ricoverata poichè del sangue salito in pancia e la sera stessa sottoposta a raschiamento. i medici mi hanno riferito la presenza di grande quantità di materiale. premesso che non ero incinta, nè avuto aborti nei mesi precedenti. Nei giorni successivi l'cografia evidnziava sempre presenza di filameni di sangue e sono stata sottoposta ad isteroscopia diagnostica che non ha evidenziato nulla. Nel frattempo l'emoglobinaè scesa a 7,4 con forti mal di testa e debolezza. I medici non si spiegano la causa di questo evento cosìanomalo ed attendono esame istologico del raschiamento e dell'isteroscopia, forse sono stata il caso raro di reazione alla pillola o forse altro. Dopo una settimana sono stata dimessa con terapia di punture per indure la menopausa per almeno 4 mese per far salire i valori dell'emocromo. Queste punture so che sono molto forti e mi chiedo se non ci sia una terapia sostitutiva e come fare per dominuire effetti collaterali. Ho già da smaltire 4/ 5 chili di troppo e tendo alla ritenzione idrica. Spero comunque piùche altro che non abbiano conseguenze di alterazione delle ovaie per il futuro per eventuali gravidanze. Nel frattempo dovrò riptere emocromo ogni 15 giorni sperando migliori dopo le flebo in ospedale e la terapia a casa con ferro e acido folico.

Grazie mille in anticipo.

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Avrei cambiato la pillola con una a più alto dosaggio di ESTROGENI.Faccia una bella terapia antianemica, e non sono d'accordo sulla terapia con ANALOGHI del GnRH (punture mensili come le chiama lei!)
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta.
Vorei sapere se lei mi consiglia la pillola solo per questi mesi di terapia in convalscenza o di continuare per lungo periodo come di prassi. Alcuni ginecologi me l'hanno sconsigliata per i rischi nel lungo periodo soprattutto per problemi alle gambe. Si potrebbe sostituire con cerotto, se ci sono meno effetti collaterali?

Grazie

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Usi la pillola come contraccettivo e come terapeutico.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
grazie Dott. Blasi. Ho effettuato un'altra visitaper avere un parere sulla terapia e mi è stato confermato il suo suggerimento. Pillola Milvane per far riprendere spessore all'endometrio continuando senza interruzione con un progestinico fino al 50° giorno per 3 cicli. Non mi è chiaro però se il progestinico mi assicura anche la copertura come anticoncezionale.
La ringrazio in anticipo

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
OK! SALUTI!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Salve dottore,
della terapia con Milvane da proseguire con Primolut Nor dal 22° al 50° giorno di terapia per 3 cicli consecutivi non mi è chiara la copertura come anticoncezionale. Devo utilizzare ulteriori misure contraccettive?
Grazie

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NON HO CAPITO PERCHE' IL PROGESTINICO!?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
SALVE DOTTORE,

la terapia di 21 giorni con Milvane e dal 22 al 50° con Primolut Nor( da ripetere per 3 cicli) mi è stata prescritta come alternativa alle iniezioni di Decapeptyl per 3 mesi per consentire una ripresa dei valori dell'emoglobina bassi per via dell'emorragiama soprattutto da questo consulto ( da ecografia) è emerso un utero con poco spessore compromesso da raschiamento o da emorragia. Per questo il medico ha preferito una terapia curativa che consenta una normale ripresa dello spessore perso e che erchi di sospendee le mestruazioni per un pò di tempo.
Questo ciclo dopo Milvane con Pimolut Nor mi consente anche la copertura anticoncezionale?

[#9]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
FORSE NON HO LETTO BENE!50° giorno? Rilegga bene tutto!
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente
Si, Milvane mi è stata prescritta per 21 giorni e poi di seguito senza interruzione di proseguire con Primolut fino al 50° giorno e ricominciare con Milvane di nuovo.Il tutto per 3 cicli. Ma il progestinico assicura la copertura anticoncezionale?

[#11]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NON riesco a comprendere il razionale di questa terapia,per questo non rispondo.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI