Utente
Ho 35 anni, sono mamma di un bimbo che tra un mese compirà tre anni e da circa un anno io e mio marito stiamo pensando ad una seconda gravidanza ma dal gennaio 2007 sono insorti tutta una serie di problemi per cui l'idea di questa seconda gravidanza si sta allontanando sempre di più.
Nel gennaio 2007 infatti il mio ciclo mestruale si è completamente alterato arrivando ad avere cicli di 42 47 giorni. Tra luglio ed agosto 2007 ho eseguito una serie di analisi che evidenziavano dei cicli anovulatori.
Il 13 luglio al 22 giorno del ciclo le analisi evidenziavano i seguenti valori:

Progesterone 1.8 ng/ml
- metodo RIA (F. Follicolare fino a 1.6 ng/ml
Metà ciclo 5.4 - 31
F. Luteinica 1.6 - 31
Menopausa fino a 0.8)

Prolattina 15 ng/ml
- metodo RIA donna : 1 - 15 ng/ml

Tireotropina (TSH) 1.3 uUI/ml da 0.2 a 4.0
- metodo IRMA

Triiodotironina libera (FT3) 2.8 pg/ml da 2.2 a 4.7
- metodo RIA

Tiroxina libera (FT4) 13.1 pg/ml da 8.0 a 20.0

Il 1 agosto al 41 giorno del ciclo non essendo ancora comparse le mestruazioni la ginecologa mi fa dosare il progesterone che da il seguente risultato
progesterone: 2.4 ng/ml
-metodo RIA (F. Follicolare fino a 1.6 ng/ml
Metà ciclo 5.4 - 31
F. Luteinica 1.6 - 31
Menopausa fino a 0.8)

L'8 agosto(dopo 47 giorni) compare la mestruazione.
Il 21 agosto al 14 giorno del ciclo la ginecologa effettua una ecografia che evidenza la presenza di un follicolo compatibile con il giorno del ciclo e mi fa eseguire il 22 agosto al 15 giorno del ciclo il dosaggio del 17 beta estradiolo con il seguente risultato

17 Beta estradiolo (E2) 75 pg/ml
- metodo RIA (F. Follicolare 15-150 pg/ml
P. Ovulatorio 120-380
F. Luteinica 30-200
Menopausa 0-40)

Ripeto l'esame il giorno successivo al 16 giorno del ciclo con il seguente risultato:

17 Beta estradiolo (E2) 97 pg/ml
- metodo RIA (F. Follicolare 15-150 pg/ml
P. Ovulatorio 120-380
F. Luteinica 30-200
Menopausa 0-40)

La ginecologa a quel punto mi spiega che si è ripresentato un mio vecchio problema della sindrome dell'ovaio micropolicistico (curato più di 10 anni fa con diane) ed il mio è un ciclo anovulatorio e mi prospetta due soluzioni o provare con il clomid ed il progeffik o sospendere momentaneamente i tentativi per una nuova gravidanza fare l'antirosolia a cui ero risultata negativa e assumere per alcuni mesi la pillola yasmine per mettere a riposo le ovaie.
Decidiamo per questa opzione per cui ho assunto yasmine da settembre a febbraio. La pillola d'altro canto mi ha dato anche alcuni effetti collaterali ho preso 5 Kg e regolarmente alla terza settimana di assunzione della pillola si verificava dello spotting. A febbraio ho smesso di assumere la pillola e a marzo con mio grande sollievo la mestruazione è comparsa il 20 del mese dopo 30 giorni, ma già da due giorni avevo delle piccole perdite.
Ad aprile però le cose non sono andate come speravo e le mestruazioni attese per il 16 aprile ancora oggi 28 aprile non sono comparese.
Speravo in una gtavidanza ma ho eseguito due test uno il 19 aprile l'altro il 27 aprile hanno dato esito negativo (l'ultimo rapporto a rischio era stato il 5 aprile). Il 17 aprile ho accusato delle intense fitte alle ovaie, che si sono ripresentate nei giorni successivi anche se con minore intensità, il 21 aprile in seguito ad un rapporto con mio marito ho anche avuto una piccolissima perdita (ma non so se da mettere in rapporto con il ciclo).
Devo temere che il problema dell'ovaio policistico si sia ripresentato?
Posso sperare in una gravidanza senza ricorrere al clomid o al progeffik o le speraze sono nulle?
Ho fissato una visita con la mia dottoressa che però a causa di impegni è per il 23 maggio cosa devo fare nel periodo a parte aspettare naturalmente?
Sono preda purtroppo dell'ansia e so che questa non aiuta ma l'idea di sottopormi a cure mi prostra infinitamente.

In attesa di un vostro parere
porgo cordiali saluti.

[#1]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Sarebbe importante perdere i chili in eccesso guadagnati nel corso della pillola, e eventualmente esaminare il metabolismo glicidico con curva glicemica con insulinemia. Il sovrappeso nella sindrome dell'ovaio policistico di per sè peggiora la funzione ovulatoria. Bisognerebbe considerare, inoltre, oltre ai dosaggi ormonali classici, anche come vanno gli androgeni, anche essi, se elevati, creerebbero uno scompenso che potrebbe portare a maggiori rischi per la futura gravidanza.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#2] dopo  
Utente
Gent.ma dot.ssa
la ringrazio per i consigli, volevo aggiungere che dopo la prima gravidanza nel 2005 mi erano rimasti alcuni chili in più, sono alta 1.60 cm e pesavo circa 69 Kg.,ma questo al''epoca non aveva influito sul mio ciclo che era piuttosto regolare. L'anno scorso in seguito ad un periodo abbastanza sressante ho perso circa sei chili in 4 mesi che ora dopo l'assunzione della pillola per 6 mesi ho ripreso, potrebbe essere stata anche questa la causa dello scompenso ormonale? Cosa si può fare perchè tutto si ristabilisca?
Dopo l'interruzione della pillola il 12 febbraio e la spontanea ripresa del ciclo il 20 marzo ero così piena di speranza che tutto si fosse nuovamente messo a posto ma ora le mestruazioni attese per il 16 aprile ancora non accennano a comparire.
Per la visita con la ginecologa devo aspettare ancora un pò purtroppo.
Non so che fare, penso ad una seconda gravidanza ma l'idea che l'ovulazione debba essere indotta non mi alletta per niente.
Mi piacerebbe pensare che la gravidanza inizi naturalmente come la prima ma può essere possibile? e quanto tempo dovrei potrei aspettare prima che questo si verifichi

[#3]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
>potrebbe essere stata anche questa la causa dello scompenso ormonale?

si


>Cosa si può fare perchè tutto si ristabilisca?

dimagrire, con dieta, esercizio fisico, e l'eventuale assunzione di farmaci insulino-sensibilizzanti


>Non so che fare, penso ad una seconda gravidanza ma l'idea che l'ovulazione debba essere indotta non mi alletta per niente.

concordo, sarebbe meglio arrivare più preparata alla gravidanza, altrimenti, se agli esami si evidenziasse una insulino-resistenza, sarebbe una gravidanza a alto rischio


>Mi piacerebbe pensare che la gravidanza inizi naturalmente come la prima ma può essere possibile?


il suo corpo le dice che la situazione attuale non è ottimale per l'inizio di una gravidanza. Forzare con induttori dell'ovulazione non è consigliabile.


>e quanto tempo dovrei potrei aspettare prima che questo si verifichi

deve migliorare le sue condizioni metaboliche, la gravidanza verrà da sè.



Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#4] dopo  
Utente
Gent.ma dott.ssa la ringrazio per la sua risposta.
Le sue parole non hanno fatto altro che confermare ciò che pensavo.
Oggi sono al 25 giorno di ritardo, cerco di non pensarci mentre attendo che giunga il giorno della visita dalla ginecologa.
Volevo chiederLe, anche se mi rendo conto che sono congetture le mie prive di fondamento, ma se la ginecologa dovesse propormi nuovamemte la "pillola" potrebbe avere senso?
Moltissimi anni fa ho preso per circa sette-nove mesi la diane che mi ha provocato tutta una serie di effetti collaterali fra cui un aumento di peso di circa 10 chili. La diane però ha risolto il problema. I chili presi sono andati via al termione della terapia. Ora ho preso yasmine che mi ha fatto prendere sei chili, questi chili però dopo circa due mesi e mezzo dall'interruzione della pillola non accennano ad andare via. Sembrerò un pò esagerata ma comprenda la mia paura di fronte ad una situazione per me completamente nuova (in passato, 10-15 anni fa, il mio problema erano delle mestruazioni fiume che duravano anche 15-20 giorni e che si presentavano con altrettanata frequenza)
La mia preoccupazione ora non è più la gravidanza ma una mestruazione che non accenna a comparire e il peso che non riesco più a gestire (durante il gioro faccio comunque molto movimento e non è che mangi un granchè).
Crede sarebbe meglio cominciare a fare delle analisi prima di andare dalla dott.ssa? Magari velocizzo un po i tempi...
Dovrei andare dal mio medico di base ma quando penso di farlo rinuncio perchè penso che forse non saprebbe consigliarmi sulle analisi opportune da fare... forse sbaglio io

La saluto cordialmente

[#5]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
La pillola di per sè non cura gli scompensi ormonali, ma praticamente li nasconde. Una volta sospesa la terapia, spesso si presenta il problema di prima.
Io aspetterei la visita dal suo medico, nel frattempo cerchi di fare una vita sana.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#6] dopo  
Utente
Gent.ma Dott.ssa,
Le scrivo per aggiornarLa sulla mia situazione. La mestruazione è arrivata alla fine il 19 maggio (preannunciata ad alcune lievi perdite nelle giornate del 16-17 e 18), e stranamente è arrivata proprio nei giorni in cui sarebbe dovuta arrivare se il ciclo non si fosse alterato e non avessi saltato la mestruazione di aprile.
Il 23 maggio ho finalmente fatto la visita con la ginecologa la quale mi ha molto tranquillizato (... non ha fatto molti sforzi, sono un po stanca ed ho bisogno di fidarmi/affidarmi a qualcuno), dice che la situazione delle mie ovaie si presenta piuttosto normale ha fatto una ecografia al volo e sembrava tutto a posto si evidenziava una tenzenza microcistica ma a suo parere nulla di rilevante, inoltre mi ha detto che in questo ciclo avevo ovulato poichè era presente il corpo luteo e che erano pure presenti alcuni follicoli.
Mi aveva per dovere di cronaca e senza troppe insistenze prospettato l'ipotesi di una stimolazione con il colomid ma dato che almeno per il momento non mi va di cercare una gravidanza in un modo che ora mi sembra un pò forzata mi ha detto che potendo essere il tutto causato da un forte stato di stress, che vivo da circo un anno, di provare ad aspettare la fine dell'estate per vedere come si evolve la situazione e nel caso dopo ripetere tutti i dosaggi ormonali che a suo parere non sarebbero stati eseguiti nei gioni giusti.
Mi ha prescritto per tenere sotto controllo il ciclo il prometrium 200, un ovulo in vagina al 18°- 20°- 22° giorno del ciclo, e poi anche dell'acido folico... nell'eventualità di una gravidanza.
Sapere che comunque c'è stata una ovulazione mi ha sollevato parecchio. Forse avrei dovuto fare subito tutti gli esami del caso... ma l'idea mi atteriva, la ginecologa mi ha detto che avrei potuto comunque fare dei tentativi per cercare una gravidanza durante questa estate ma senza troppi stress... se arriva arriva e se no vediamo dopo... l'unica cosa che temo è che nel momento del ritardo della mestruazione posano ripresentarsi tutte le ansie che ho vissuto sino ad ora scoprendo che non c'è nessuna gravidanza e che è solo una disfunzione del ciclo... in questa situazione il prometrium in queste dosi e con queste modalità di assunzione mi potrebbe garantire un minimo di regolarità mestruale?
secondo Lei sbaglio a pensarla così?
La ringrazio tanto per la Sua cortese attenzione.

[#7]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
> in questa situazione il prometrium in queste dosi e con queste modalità di assunzione mi potrebbe garantire un minimo di regolarità mestruale?

sicuramente le potrà dare un aiuto, la risposta poi in termini di mestruazioni non è però prevedibile, deve provare per valutare l'efficacia



>secondo Lei sbaglio a pensarla così?

no, condivido le sue osservazioni
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi

[#8] dopo  
Utente
Gent.ma dott.ssa
Le scrivo per chiederLe un consiglio...
Innanzitutto la informo che il prometrium (un ovulo intodotto per via vaginale al 18° 20° e 22° giorno del ciclo) sta dando i suoi effetti, il 12 giugno la mestruazione è comparsa al 26°giorno del ciclo preannunciata da tutta una serie di sintomi nei giorni precedenti tra cui una forte tensione al seno, mal di schiena e giramenti di testa (a proposito volevo chiederLe è stato il prometrium a far sì che si manifestassero questi sintomi o forse posso sperare per quel mese la poresenza dell'ovulazione?), la mestruazione del mese di giugno è stata dunque regolare per tempi e flusso. Nel mese di luglio la mestruazione attesa per il giorno 7 (26° giorno del ciclo) è normamlmente arrivata preceduta da qualche lieve macchiolina nella giornata di domenica. Nulla di strano se non fosse che la mestruazione è durata un solo giorno, iniziata effettivamente la giornata di lunedì mattina il martedì mattina era già tutto terminato. Non so cosa pensare, può essere stato il prometrium a ridurre così drasticamente il flusso mestruale? dovrei eseguire il test di gravidanza? Durante la mia prima gravidanza si è verificata una situazione simile, ho avuto delle perdite simili alla mestruazione ma ora per il fatto che queste comunque si siano presentate proprio per il giorno in cui erano attese mi fa almeno in parte escludere l'idea di una gravidanza.
In attesa di una Sua gentile risposta
Le porgo Cordiali Saluti

[#9]  
Dr.ssa Valentina Pontello

56% attività
8% attualità
20% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Nella sindrome dell'oviao policistico è facile mestruare sotto progestinico, ma non vuol dire che ci sia stata l'ovulazione.
I giramenti di testa sono probabilmente legati al fatto che lei sta prendendo il prometrium per bocca (va messo la sera in vagina).
Sulla quantità del ciclo mestruale, parli di queste anomalie con il suo medico, io non credo che ci siano problemi.
Se vuole faccia un test di gravidanza.
Dr.ssa Valentina Pontello
www.medicinamaternofetale.it
Sostiene CiaoLapo e Associazione Progetto Endometriosi