Utente 138XXX
Salve,
sono una ragazza di 27 anni che mercoledì ha subito un intervento di marsupializzazione della ciste del Bartolino.
Da premettere che:
- da sabato avevo difficoltà a sedermi e la zona del labbro sinistro era gonfia,
- la mia ginecologa ha provato (martedì mattina) sia ad aspirare con una siringa sia e premerla ma oltre al dolore atroce non è fuoriuscito nessun liquido.

Martedì stesso mi ha mandato a casa prescrivendomi una cura di antibiotici e comunicandomi che se per la sera non si sgonfiava o non passava il dolore il giorno dopo ovvero mercoledì sarei dovuta passare da lei in clinica per un incisione con anestesia locale.
Nonostante il dolore sia andato quasi del tutto via, mi sono recata lo stesso in clinica causa il gonfiore. Credevo che l'incisione fosse una cosa molto blanda, invece mi sono ritrovata a fare un intervento in sedazione, masupializzazione e una notte in clinica.

Mi chiedo:
1. perchè la ginecologa non ha provato prima ad aspettare qualche giorno, magari mettendo qualche crema all'ittiolo e provare non un giorno ma più giorni con gli antibiotici? perchè questa fretta?
2. dopo quanto tempo si richiuderà questo foro che mi hanno fatto?
3. tra quanto tempo posso riprendere l'attività sessuale?
4. la ghiandola anche se aperta in quattro parti funziona sempre come prima, oppure in questo caso è morta? la mia paura è la mancanza secretiva ...

Ringrazio gentilmente chi risponderà alla mie domande.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
https://www.medicitalia.it/minforma/ginecologia-e-ostetricia/1682-cisti-ascesso-ghiandole-bartolini.html
Questo articolo contiene parecchie risposte alle sue domande.
1. questa domanda è da porre alla Collega ,non riesco a capire il motivo .
2. all'incirca a 30 giorni si ha la completa cicatrizzazione, dipende anche dal metodo.
3. dipende dalla completa cicatrizzazione
4. lo scopo della marsupializzazione è proprio quella di non asportare la ghiandola, e cercare di mantenere la sua attività.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 138XXX

Dottore la ringrazio per l'articolo che risulta molto chiaro e riassuntivo!

Ne approfitto, della sua gentilezza, per chiederle inoltre se è normale, a distanza di 9 giorni, una sorta di nodulazione sul labbro sinistro dove era presente prima l'ascesso e il gonfiore ...

La ringrazio per la sua disponibilità

I miei saluti

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Reazione cicatriziale?
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente 138XXX

Qundi è normale? Diciamo che il gonfiore è sparito ad oggi ho solo un piccolo noduletto grandezza di una ciligia (e il filo dei punti che deve ancora cadere). Regredirà?

Dottore ma ho capito bene che il foretto che mi hanno lasciato aperto circa entro 30 giorni si chiude? parlando oggi con il medico di base, mi ha detto che quel foretto rimarrà a vita aperto e che servirà per eventuali recidive. Io ricordo che la mia ginecologa mi ha detto che si chiuderà .... non capisco ...



Grazie mille per la sua cortese attenzione.

[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si ridurrà come diametro .ma la speranza è che non si chiuda , a tutto vantaggio del drenaggio del secreto della ghiandola.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente 138XXX

Gentilissimo Dott., a distanza di un mese e mezzo, i punti sono caduti e il foro fatto con la marsupializzazione è chiuso.

L'unico mio fastidio è che quando sono molto tempo sui tacchi oppure guido per molto tempo o ancora se sono in piedi per tanto, avverto un fastidio alla ciste. Pertanto se la tocco è "leggermente" dolorante.

Le chiedo:
1. è normale sentire al tatto la ciste sul labbro? non rientrerà?
2. il fastidio e leggero dolore durante i rapporti è normale? quando andrà via? dipende dalla cicatrizzazine? cosa posso fare?

La ringrazio in anticipo per la sua cortese attenzione.

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Penso che si tratti della zona cicatrizzata che procura fastidio da retrazione ,non posso aggiungere altro perchè è ovvio visualizzare il quadro clinico è un altro discorso.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 138XXX

Gentilissimo dottore sono andata a visita dal mio ginecologo a fine luglio per controllo e soprattutto per il fastidio (leggero dolore) che ho durante i rapporti. Mi comunica che l'intervento è riuscito bene e che con il tempo tutto ritornerà come prima.
Pertanto mi ha dato lubrygin, da usare durante i rapporti (anche se a mio parere la lubrificazione è ottima).

Ora mi chiedo: sono passati 4 mesi dall'intervento di marsupializzazione, è possibile che questo fastidio non passa? tra l'altro a volte avverto anche un leggero prurito (dov'è la cisti) durante i rapporti ...

La ringrazio come sempre per la sua disponibilità.

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Devo rispondere alla stessa modo , non ho i criteri per stabilire se si tratta di una retrazione cicatriziale vulvare.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente 138XXX

Gentilissimo dottor Blasi,
da maggio 2013 ad oggi, nonostante siano passati 8 mesi, ho sempre fastidio alla cisti che mi hanno operato.

Il mio ginecologo mi dice che tutto è andato bene e che questo doloretto "potrebbe" essere la cicatrice interna e che passerà (ci devo credere?)

Il mio problema è duranti i rapporti, soprattutto i preliminari, sento proprio la ciste che si gonfia e ho un leggero fastidio (non è un dolore atroce ma appunto qualcosa di fastidioso riconoscibile appena mi lubrifico) ... questa cosa mi condiziona terribilmente con il mio partner.

La mia domanda è: ma questa cosa è normale? succedde a tutte le persone operate? ma soprattutto se dovesse esser qualche cicatrice interna come andrebbe risolta la cosa?
Mi prego mi dia lei qualche delucidazione anche se so che senza visita può dirmi ben poco ...

La ringrazio come sempre per la disponibilità.

[#11] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La risposta richiede una osservazione clinica, in questo modo è impossibile.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI