Utente
Gent.mi Dottori, mia suocera a giugno è stata operata di isterectomia totale. Da Agosto ha delle perdite di sangue. Ha fatto una visita dal ginecologo che gli ha diagnosticato dei granulomi sulla cupola. Ha fatto un cura di ovulo ma senza risultati. Ieri è stata rivista dal gine il quale ha rotto questi granulomi facendo uscire del "siero" prescrovendo 2 lavande di betadine e di ritornare domani in ambulatorio perchè deve controllare il flusso di sangue in quanto nella rottura ha scoperto che c'è im buchetto sulla cupola. Ora la domanda che vi faccio.. è una cosa che si risolve? Deve essere operata nuovamente?
Grazie anticipatamente a tutti.

[#1]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Difficile valutare online senza una visita diretta. Dipende dalla profondità della lesione e se vi è la possibilità di favorirne la cicatrizzazione con terapia locale
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo Dr Marcello,
qualora la profondità della lesione sia profonda, è possibile intervenire ricucendo la stessa dalla vagina. Mia suocerà è terrorizzata dal fatto che potrebbe essere rioperata per via pelvica...

[#3]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
Potrebbe essere una soluzione, ma dipende da quanto sia possibile "aggredire" la lesione per via vaginale
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"

[#4] dopo  
Utente
Qual'ora non fosse possibile aggredire la lesione è necessaria la riapertura via pelvica.?

[#5] dopo  
Utente
Gentili dottori volevo aggiornarvi sulla situazione di mia Suocera. Stamane è stata visitata in ambulatorio ed il Ginecologo ha effettuato una Ecografia riscontrando una sacca di sangue sulla cupola di circa 2 Cm. Hanno effettuato una rottura di questa in modo da far uscire questo sangue. Attualmente è ricoverata per tenerla sotto controllo. La domanda che vi pongo... questa sacca di sangue è un granuloma? Una volta svuotata si riforma? C'è il rischio di dover di nuovo essere operata con incisione pelvica oppure eventualmente tale cosa si puo risolvere dalla vagina?
Grazie tante per le eventuali risposte...

[#6]  
Dr. Marcello Sergio

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2009
La sacca di sangue potrebbe essere il granuloma di cui parlava, non è detto che si riformi se i tessuti tenderanno ad aderire e cicatrizzare correttamente, aiutandosi anche con terapia locale. Come già detto è possibile intervenire per via vaginale
Saluti
Dr. Marcello SERGIO
Specialista in Ginecologia ed Ostetricia
www.marcellosergio.it
"La ginecologia a portata di donna"