Utente 369XXX
Salve dottori.
Sono diversi mesi che combatto con fastidi vaginali, in particolare perdite gialle vaginali della consistenza del muco e cattivo odore vaginale. Per di più periodicamente, da molto tempo, compaiono delle chiazze rosse sull'interno coscia che mi danno prurito, ma dopo un paio di giorni scompaiono.
Ho provato con cure per Gardnerella, prescrittemi dalla mia ginecologa, ma vista l'assenza di risultati, ho fatto un tampone vaginale. Da tale esame risulta assente la vaginosi batterica da Gardnerella e tutti i campi, come Clamidia o Trichomonas risultano negativi. Le uniche cose positive sono globuli bianchi e Candida Krusei.
Ora, secondo voi, è possibile che sia la Candida a darmi questi sintomi?
Quale cura consigliate?
Sono molto perplessa, perché non ho mai sentito di questi sintomi associati alla candida.
Anticipatamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Dalla sintomatologia che mi riferisce mi orienterei verso la diagnosi di VAGINITE AEROBIA ( da batteri aerobi) con pH vaginale alto cioè basico e cattivo odore , con irritazione associata, ma comunque questa diagnosi va confermata con un esame a fresco del secreto vaginale o coltura di batteri per batteri aerobi come streptococco , escherichia coli.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Grazie Dottore,
ma ho un dubbio: non risulterebbe dal tampone per Germi comuni, Clamidia, Candida, Mycoplasma, Ureaplasma?
Inoltre, quale terapia mi consiglia?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non consiglio terapia senza una precisa diagnosi .
Le ho detto che deve ricercare germi aerobi.con un esame a fresco o con coltura di tampone vaginale.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI