Utente 226XXX
Gentili dottori, settimana scorsa mi è stata diagnosticata vulvodinia, la cosa strana è che io sento punture tipo spilli o altre volte bruciore esternamente su grandi labbra, inguine e contorno della gamba seguendo l'inguine andando sotto per intenderci, e non all'entrata vaginale. Sento come se fosse la pelle e i peli che mi pungono. Altre volte pungono anche in zona pubica.
Tuttavia all'esame Swab test anche all'entrata vaginale è risultato a ore 4 e 7 vulvodinia, che stando alla ginecologica non è grave.
Tuttavia questo continuo pungere e bruciare da due mesi, mi sta facendo vivere davvero male, spesso faccio fatica a stare seduta e camminare mi irrita il contorno gamba.
Per ora la ginecologa mi ha prescritto pelvilen dual act per un mese poi si vedrà.

In più sempre settimana scorsa, dall'ecografia transvaginale fatta tramite una ginecologa diversa da quella che mi ha diagnosticato la vulvodinia, è risultata falda liquida nel douglas più endometrio ispessito (senza scrivere quanto). Però stando alla ginecologa della vulvodinia, l'endometrio ispessito è normale prima dell'arrivo delle mestruazioni (che sono iniziate 5 giorni dopo l'ecografia), la quale mi ha anche trovato un po' di candida (per la quale mi ha prescritto fluconazolo 200mg per tre giorni).
Tuttavia visto che da Settembre 2014 ho avuto perdite di sangue fuori dal periodo mestruale (prima della presunta ovulazione) e occasionalmente ho avuto fitte al basso ventre, e trovando da quest'ultima ecografia liquido nel douglas, la ginecologa mi ha prescritto esami ca125 e ca19.9 che però sono risultati nella norma.
Aggiungo che dall'ecografia fatta ad ottobre 2014 non era emerso nulla, nemmeno la falda liquida nel Douglas.
Tuttavia terremo monitorata la falda nel douglas con altre ecografie.

Stamattina (ad un giorno dal termine delle mestruazioni), mi sono svegliata con un dolore tipo botta in zona pubica a sinistra che perdura ancora adesso (che è sera), anche se meno forte.

Io non ho accessivi dolori durante le mestruazioni, ma i classici, quando sento più dolore (di solito il secondo è il terzo giorno), prendo un antidolorifico, ma in genere è sopportabile. Al quarto giorno di mestruo noto di solito perdite più grumose e aumento del flusso, poi si calma, di solito durano qualche ora.

Mi chiedo perciò: può essere endometriosi?

Vulvodinia ed endometriosi possono emergere assieme o essere una causa dell'altra?

Aggiungo che di mio da anni soffro di intestino irritabile a volte con feci malformate, altre volte normali, ma ho spesso aria in pancia in particolare la sera.

Sto vivendo davvero male in particolare per i dolori della vulvodinia.

Grazie in anticipo per la risposta.

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Vulvodinia e endometriosi, possono coesistere ma non hanno una interdipendenza .
In comune hanno il dolore .
La terapia che ha riferito é adeguata si potrebbe associare magari una pillola estroprogestinica, che in caso di piccoli focolai di endometriosi potrebbe risultare utile.sia per il dolore che per i flussi mestruali abbondanti,
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 226XXX

Gentile Dottore grazie per la risposta.
Avrei delle domande da porLe:

1- il mio dolore improvviso tipo botta in zona pubica a siniatra (appena sopra l'attaccatura dei peli per intenderci), potrebbe essere endometriosi? Considerando che ho da settembre 2014 perdite di sangue fuori dal periodo mestruale e ogni tanto qualche piccola fitta al basso ventre.
È vero anche che ho l'intestino irritabile ma i dolori di pancia intestinali sono diversi da una sensazione di botta.

2- il liquido nel douglas che mi hanno trovato poco prima dell'inizio delle mestruazioni, cosa significa? Visto che ca125 e ca 19.9 sono nella.norma.

3- in caso di endometriosi, pillola per l'endometriosi e eventuali spicofarmaci o antipilettici ecc..che potrebbero un giorno prescrivermi per la vulvodinia, vanno in contrasto tra loro?

4- ha idea del motivo per il quale sento pungere e bruciare su inguine, contorno gamba e grandi labbra e non all'entrata vaginale come tutte le donne affette da vulvodinia? Potrebbe essere anche altro?

Le sarei grata se potesse rispondermi pinto per punto.

Grazie in anticipo, cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 226XXX

Dimenticavo anche un'altra domanda:
5- cosa significa endometrio ispessito ed irregolare (5 giorni prima dell'arrivo delle mestruazioni)? Grazie

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
1. tutte queste domande possono avere una risposta adeguata soltanto con una accurata visita , per poter fare diagnosi differenziale.
2 il liquido nel Douglas potrebbe essere segno indiretto di ovulazione (rottura del follicolo)
Quindi concludo che è impossibile risponderle punto per punto , perchè potrei elencarle numerose patologie , generando soltanto ansie e paure,
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 226XXX

Gentile dottore sì ha ragione è vero.
Solo per sapere una differenza tra due situazioni: avevo letto anche io che il liquido nel douglas può esserci a causa dell'ovulazione...ma nel caso venisse trovato pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni cosa comporta? La causa potrebbe essere la stessa?

Inoltre la sensazione di spilli o bruciore/irritazione, su inguine, grandi labbra e contorno gamba potrebbe essere dovuto al nervo pudendo?

Il disturbo io ce l'ho spontaneo e ce l'ho sempre sia stando in piedi, camminado o ferma, che sdraiata (sdraiata un po'si attenua), che seduta (chiaro che stando seduta è peggio perchè comprimo la parte), ma l'intensità non è sempre uguale, a volte più tollerabile altre volte più forte. Secondo lei la vulvodnia è così?

Ultime due domande:
la vulvodinia è collegata ad una lesione del nervo pudendo? Oppure
solo all'attività esagerata del mastocita o all'infiammazione dei nervi superficiali? Non ho ancora capito bene.

La pillola per regolarizzare il ciclo o in caso di endometriosi e gli psicofarmaci o antipilettici ecc per la vulvodinia, vanno in contrasto tra loro o possono essere assunti assieme?

Grazie in anticipo.


Cordiali saluti

[#6] dopo  
Utente 226XXX

Aggiungo di avere sensazione puntoria anche appena sopra l'ano (quindi non in zona perianale tra vagina e ano, ma sopra l'ano), ma questa non sempre ce l'ho, ma spesso comunque

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
potrebbe essere definita come una ALLODINIA , dolore indotto da uno stimolo innocuo con associazione di IPERALGESIA aumento della intensità del dolore indotto da uno stimolo innocuo.
Salutoni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 226XXX

Capisco quindi secondo Lei non è vulvodinia?
Il nervo pudendo c'entra qualcosa nel mio caso?
Infine come si cura questa allodinia? Il pelvilen dual act può comunque aiutare?
L'anno scorso mi era venuta simile e poi dopo un mese se n'è andata da sè. Quest'anno invece no e mi fa vivere male.

Infine c'è correlazione tra vulvodinia e nervo pudendo o no?
E la pillola per l'endometriosi va in contrasto con psicofarmaci per la vulvodinia?

Grazie. Cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non ho detto che non si tratta di una vulvodinia , ho chiarito alcuni termini ; il pudendo é coinvolto come irregolaritá di funzionamento.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#10] dopo  
Utente 226XXX

La ringrazio, potrebbe gentilmente spiegarmi meglio cosa intende con "il pudendo è coinvolto come irregolarità di funzionamento"?
Intende per caso che nella Vulvodinia ( e nel disturbo da me accusato come ho descritto), il pudendo è sempre coinvolto in ogni caso?

In ogni caso anche se fosse allodinia, il pelvilen dual act va bene lo stesso? Sono 10 giorni che lo assumo ma non noto miglioramenti, è normale?

Infine, nel caso alla penetrazione non accusassi dolore, ma lo sentissi solo su grandi labbra, contorno gamba, inguine e parte sopra l'ano, posso lo stesso avere rapporti secondo Lei, anche durante la cura della Vulvodinia?

Grazie, cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il nervo pudendo fa parte della rete nervosa della pelvi,ma non significa che è l'unico responsabile
della vulvodinia
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#12] dopo  
Utente 226XXX

Grazie Dottore.
Per capire meglio: anche se il nervo pudendo non è l'unico responsabile, significa che comunque c'entra ed eventualmente oltre a lui c'è in aggiunta qualche altra causa? Oppure a volte potrebbe anche non essere responsabile della vulvodinia?

Infine, nel caso alla penetrazione non accusassi dolore, ma lo sentissi solo su grandi labbra, contorno gamba, inguine e parte sopra l'ano, posso lo stesso avere rapporti secondo Lei, anche durante la cura della Vulvodinia?

Il pelvilen dual act è normale che dopo più di 10 giorni dall'assunzione non mi abbia dato benefici? Inoltre va bene anche in caso di allodinia?

Mi scusi le tante domande, ma dopo mesi che non sto più bene, e siccome il ginecologo lo rivedrò solo tra un mese e mezzo, ho bisogno di risposte a quesiti che lì per lì al momento della visita non mi sono venuti in mente.

Grazie per il servizio che offrite.
Cordiali saluti

[#13] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile utente in queste forme cliniche è fondamentale la visita, il counseling è impossibile sostenere questo dialogo senza un riscontro obiettivo..
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#14] dopo  
Utente 226XXX

Gentile dottore,
Oggi ho fatto la visita di controllo al centro per la Vulvodinia.
Mi ha prescritto laroxyl iniziando con 3 gocce per una settimana e poi aumentandole a 6, e poi appena c'è spazio per l'appuntamento, 8 sedute di tens.

Mi chiedo una cosa, come mai io sento dolore spontaneo anche su inguine, pube, grandi labbra e parte di gamba che si unisce al gluteo (quindi non solo all'entrata vaginale come solitamente è. In questo punto invece ho dolore a ore 4 e 8)???? È normale sentire pungere/bruciare anche in quei punti con la Vulvodinia???

La ginecologa ha detto che la Vulvodinia è dovuta all'infiammazione del nervo pudendo, ma io avevo letto che non sempre è così. Sono confusa, può per cortesia chiarirmi?

Per il laroxyl che inizierò domani perché il mio medico oggi non c'era per prescriverlo, devo assumerlo sempre alla stessa ora rigorosamente? oppure se succede nel weekend di assumerlo più tardi, non succede nulla?
La ginecologa mi ha detto di prenderlo un'ora prima di coricarsi altrimenti il giorno seguente avrò troppa sonnolenza se lo assumo poco prima di dormire.
Come posso fare dovendo guidare?


Grazie in anticipo

[#15] dopo  
Utente 226XXX

Gentile dottore solo per informarla che per ora dopo 14 giorni di laroxyl non ho avuto effetti collaterali, ma nemmeno molti benefici. Un pochino si sono attenuati i sintomi, ma proprio appena appena. È normale? Dopo quanto tempo si sentono miglioramenti veri?
6 gocce potrebbero essere troppo poche e quindi il mio corpo più di così non reagisce?

Grazie in anticipo se può rispondermi.
Cordiali saluti

[#16] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Deve avere pazienza , è una terapia ad azione lenta.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#17] dopo  
Utente 226XXX

Gentile Dottore,
Avrei ancora delle domande da porLe:

1- È normale sentire il perineo duro toccando la parte esterna con le dita? Come se ci fosse una fascia dura. E' il muscolo che c'è lì che è fatto così anche in persone sane?
Oppure è dovuto alla vulvodinia e/o al nervo pudendo?

La ginecologa che mi ha diagnosticato la vulvodinia, nell'esplorazione digitale vaginale interna, ha sentito ipertono muscolare. Mi chiedevo se c'entra con il perineo duro.

2- Il laroxyl mi sta aiutando un po', ma mi chiedevo anche: questo medicinale serve per rilassare il nervo oppure è solo un antidolorifico?

3- infine, a luglio inizierò le TENS, mi chiedevo a cosa servono di preciso e se mi faranno rilassare il muscolo con ipertono. Ipertono e muscolo contratto sono la stessa cosa?

Grazie in anticipo.

Cordiali saluti