Utente
Buongiorno,
soo una ragazza di 19 anni, mi rivolgo a voi in quanto ho alcuni dubbi che le risposte della mia ginecologa non riescono a chiarire.
a metà marzo di quest'anno ho fatto una normale visita di controllo dalla ginecologa, ed ho fatto un pap test che si è rivelato anormale (premetto che sono vaccinata contro HPV). la colposcopia e la biopsia fatte a maggio hanno confermato lesioni intraepiteliali di alto grado CIN 2/CIN 3 e "piaghetta" al collo dell'utero.
mi è stato detto di procedere con cauterizzazione del collo dell'utero per rimuovere le cellule pre cancerogene. sono stata già chiamata da chi di dovere e mi è stata proposta una data entro la fine del mese di luglio. il problema è che vivo questa cosa con molta ansia, ho paura di essere operata, del dolore e del sangue, inoltre sto vivendo un periodo difficile per altri motivi e non me la sento di affrontare una cosa del genere a breve. allo stesso tempo so che è necessario operare in fretta. mi chiedevo solo se fosse pericoloso rimandare l'intervento di un mese o due (possibilità che mi è stata accordata). in pratica vorrei sapere se in questo arco di tempo le lesioni possono peggiorare e degenerare in cancro o creare complicazioni in una futura gravidanza, e se posso continuare ad avere rapporti con il mio ragazzo senza preservativo nel frattempo (uso nuvaring). la mia ginecologa ha detto che non sono contagiosa, quindi non posso trasmettere il virus e che è importante operare "entro l'estate", ma non so se questo mi giustifichi nel rimandare l'intervento.
un altro elemento che mi spinge a voler rimandare l'operazione è che ho avuto rapporti completi e non protetti qualche giorno fa (prima settimana di nuvaring). la data che mi è stata proposta si colloca nella seconda settimana. dovendo sospendere nuvaring per l'intervento, potrei incorrere in una gravidanza ? il foglietto illustrativo non è molto chiaro su questo punto.
scusate la mia confusione, ma è davvero importante per me capire la gravità della situazione e capire se sia necessario sottopormi a questo intervento il prima possibile, o se possa aspettare ancora uno o due mesi serenamente.
vi ringrazio moltissimo e vi auguro una buona giornata.

[#1]  
Dr. Cesare Gentili

28% attività
20% attualità
12% socialità
CARRARA (MS)
VIAREGGIO (LU)
PISA (PI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Molte lesioni cervicali anche di grado elevato alla sua età regrediscono spontanamente nell'arco di 2-3 anni e la progressione verso forme più gravi quali il carcinoma della cervice uterina è molto rara prima dei 25 anni.
Il trattamento pertanto può essere differito anche di un paio d'anni nella fondata speranza di una guarigione naturale della lesione.
Naturalmente in questo periodo dovrà sottoporsi a controlli periodici quali il pap test la colposcopia

Dr. Cesare  Gentili
www.cesaregentili.it