Utente
Gentilissimo Dott. sono una ragazza di 27 anni, madre di un bambino di tre anni e mezzo.
Poichè ho saputo di non aver contratto la rosolia proprio durante la prima gravidanza, ho deciso allora di fare la vaccinazione.
L'ho effettuata ai primi dello scorso novembre, adesso, cortesemente, vorrei da lei delle informazioni: io e mio marito avremmo deciso di avere un altro bambino, ma abbiamo paura che ancora sia presto, cosa ci consiglia in merito? Che rischio si potrebbe correre? Come faccio a sapere se non ho più in circolo il vaccino?
La ringrazio anticipatamente e confido nel suo aiuto, grazie, Giovanna.

[#1]  
Dr. Alessandro Casa

24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2000
gentile signora, è necessario che trascorrano 3 mesi dalla somministrazione del vaccino per la roslia prima di programmare un'altra gravidanza. Trascorso tale periodo, di regola, non c'è più problema. Altro consiglio: sarebbe utile controllare, sempre dopo almeno tre mesi, con un esame di sangue, il dosaggio degli anticorpi specifici per la rosolia per confermare gli effetti della vaccinazione. cordiali saluti
Alessandro Casa

[#2]  
Attivo dal 2003 al 2011
Gentile Sig.ra,
generalmente tutte le vaccinazioni non devono essere eseguite durante la gravidanza, infatti qualche volta si consiglia di utilizzare contraccettivi ormonali (la pillola) proprio per non correre rischi durante la vaccinazione. Questo è ciò che dicono le case farmaceutiche produttrici del vaccino contro la Rosolia e ovviamente questo è quello che ripetono i medici. Tenga però presente che il vaccino si ottiene con virus attenuati e ad oggi non sono stati segnalati casi di embriopatia malformativa in nati da donne accidentalmente sottoposte a vaccinazione.
Distinti saluti.
Dott. F. Pietroluongo