Utente 482XXX
Buona sera,
Sto terminando il secondo ciclo di terapia con Esmya (il 17 marzo sarà l’ultimo giorno di assunzione). Qualche giorno fa ho letto nella pagina dell’ AIFA che il medicinale che sto assumendo può creare problemi epatici, e che ci sono stati alcuni casi di trapianto di fegato. Non sono stata contattata dal mio ginecologo per interrompere la terapia, il farmacista mi ha consegnato il medicinale dopo averlo richiesto all’ospedale, quindi questo mi fa capire che Esmya è ancora in vendita e non ritirato. Lei cosa può dirmi in merito ?
Grazie e buona sera

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono stato contattato dall'INFORMATORE SCIENTIFICO della casa GEDEON -RICHTER che mi ha riferito di alcuni casi di epatotossicità in FRANCIA (in donne con precedenti problemi epatici ) che l' EMA sta valutando e pertanto consigliano di portare a termine il ciclo di ESMYA in corso , di non eseguire il successivo ciclo e di eseguire un dosaggio delle transaminasi. Per questo non è stato ritirato dal commercio.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 482XXX

La ringrazio infinitamente per la pronta risposta!!
Dato che ho prenotato una risonanza magnetica pelvica a contrasto il 7 marzo per il controllo dei fibromi (con il primo ciclo il fibroma più grande si era ridotto, più o meno di 2 cm), oltre all’esame EMOCROMOCITOMETRICO, CREATININEMIA, FILTRATO GLOMERULARE, farò anche l’esame TRANSAMINASI GOT e GPT.
Le auguro buona serata !!

[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Buona giornata a LEI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI