Utente
Buonasera, spero di spiegare nel migliore dei modi la mia situazione.

A 17 anni il mio ginecologo mi prescrisse la pillola (novynette) per ovaio micropolicistico.
L'ho interrotta a 20 anni per poi ricominciare a quasi 22 con la Novadien.

Dopo 3 anni di assunzione di quest'ultima, l'anno scorso ho cambiato ginecologo, chiedendo a lui dei pareri perché da qualche mese avevo il seno dolente e continui problemi legati al ciclo che mi veniva in anticipo, prima che finissi addirittura il blister.

Il ginecologo è stato molto scrupoloso prima di darmi un responso: ho fatto pap-test, visita ed ecografia al seno e visita ginecologica interna.

Non avendo nessun tipo di problema, ha deciso di farmi interrompere per 4 mesi la pillola per poi ricominciare e vedere come sarebbe andata.

Dopo 2 mesi sono tornata da lui perché il ciclo, dopo l'interruzione della pillola, non è tornato e per l'amenorrea mi ha prescritto Farlutal 10mg, che mi ha causato, invece, un ciclo ininterrotto per oltre un mese.

Ho ricominciato con la pillola sotto suo consiglio e sono ritornata in amenorrea, nonostante assumessi la pillola.
Il mese scorso sono ritornata per un consulto e mi ha detto che, molto probabilmente, il mio endometrio non riesce a sfaldarsi e mi ha prescritto una pillola più pesante, Briladona 0, 25mg/0, 035mg.

La assumo da domenica scorsa e da due giorni ho dei dolori lancinanti ai fianchi, nella zona delle ovaie ho delle vere e proprie palline in rilievo, se le sfioro mi fanno malissimo e da stamattina ho una fitta costante che va dal basso ventre fino alla zona intima, come se arrivasse alla vagina, quindi sempre dall'Interno.

Il mio ginecologo è irreperibile per motivi di salute ed io non so a chi chiedere.
Scusate il post lunghissimo ma per essere il più chiara possibile, ho descritto tutta la mia situazione nel dettaglio.

Spero possiate aiutarmi a capirci qualcosa e vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Roberto Passaro

24% attività
16% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
ACERRA (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buongiorno. Riguardo al problema più immediato, cioè questi dolori che ha quotidianamente, dovrebbe fare una visita ed una ecografia. Invece per le irregolarità del ciclo meglio fare dei dosaggi ormonali
Dr. Roberto Passaro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno. Innanzitutto la ringrazio per aver risposto al mio consulto. Intanto in questi giorni ho provveduto a fare un'ecografia poiché i dolori continuavano ad essere insistenti e lo sono tutt'ora. Dall'ecografia ho scoperto di avere delle cisti ovariche però, per non scrivere baggianate, riscrivo ciò che il referto dice.
"Ecotomografia vescicale: vescica distesa, di ampiezza normale, con pareti regolari ed ecostruttura omogeneamente anecogena.
Ecotomografia pelvica: utero in sede, antiversoflesso, di forma regolare e di volume normale. Margini regolari. Ecostruttura miometriale regolare, senza immagini di lesioni focali. Endometrio non ispessito come in fase proliferativa. Ovaie bilateralmente prolassate nel douglas, di forma globosa e di volume modicamente aumentato, entrambe cistiche per la presenza di auna formazione anecogena, semisolida di circa 4,4 cm con echi interni sinil endometriosica. Utile consulenza specialistica. Libero il Douglas da versamenti fluidi." Il dottore che mi ha fatto l'ecografia mi ha detto anche che al tatto è possibile riscontrarne la presenza e che il medico che mi ha in cura avrebbe dovuto prescrivere un'ecografia già da parecchio tempo. È possibile che siano lì da molto più di un anno? Com'è possibile che nessuno mi abbia detto niente nonostante sia un anno che mi lamenti di questi dolori?
Sto aspettando un consulto con un nuovo medico, perché l'altro è irreperibile e vorrei capire di più di cosa c'è scritto nel referto perché ormai sono in uno stato misto a rabbia e ansia. È risolvibile curandole o asportando chirurgicamente? Devo continuare a prendere la pillola?

[#3]  
Dr. Roberto Passaro

24% attività
16% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)
ACERRA (NA)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Sembra che lei abbia una cisti endometriosica. Deve curarsi bene altrimenti potrebbe avere problemi di feritilità
Dr. Roberto Passaro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore. La ringrazio veramente di cuore per avermi risposto. Intanto sono stata visitata da un nuovo medico, che mi ha spiegato tutto ciò che faceva nei minimi dettagli. In pratica le cisti sono tre, due di grandi dimensioni e l'altra un po' più piccola. Si è arrabbiato tantissimo per la mancata diagnosi da parte dei miei vecchi ginecologi, che avrebbero potuto evitare tutto ciò. Dovevo esser curata con una pillola per l'endometriosi, in tutti questi anni, non con quelle che ho assunto e mi ha spiegato che questa cura mi avrebbe dovuto bloccare il ciclo mestruale in maniera tale da non formare le cisti. Al momento non sono assolutamente operabile, almeno lui non vuole assumersi questa responsabilità perché dice che rischierei l'infertilità. Mi ha consigliato una cura, per tre mesi, con Visanne 2mg senza nessuna sosta, sperando si riducano un po' le cisti o che non crescano. Fra quattro mesi dovrò incontrarlo e rifare la transvaginale, nel caso in cui non dovesse essersi mosso proprio nulla, mi consiglia di provare a concepire un figlio e, al momento del taglio cesareo, togliere le cisti sperando di non provocare nessun danno. Quindi aveva proprio ragione.