Utente
Buonasera,
Lunedì sono stata sottoposta ad un intervento di miomectomia laparotomica, per l asportazione di un mioma esterno all utero di 11 cm, durante la degenza ospedaliera non ho avuto molti dolori e le perdite era poche e rosee, oggi a distanza di 4 giorni ho dolori tipici del ciclo mestruale, però qust ultimo lo aspetto per la fine del mese, è possibile chei arrivino così in anticipo, sono preoccupata che siano complicanze dell intervento, purtroppo il mio ginecologo non mi risponde, vorrei informazioni in merito.
Grazie

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Potrebbe trattarsi di residui di sangue in cavità uterina.
Altro non potrei aggiungere , in questi casi è fondamentale il controllo clinico ed ecografico,.
Ne parli con il Collega operatore
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Salve,
Grazie per la risposta, volevo dirle che i dolori che le avevo descritto in precedenza sono passati, ora quello che mi fa stare male e un peso e un dolore in corrispondenza della vescica, che mi comporta la necessita di urinare che non scompare nemmeno dopo, il mio ginecologo ha detto di aver pazienza e che sono postumi dell intervento, ma io sono preoccupata perché non vedo nessun miglioramento a 6 giorni da esso, mi piacerebbe avere un suo parere a riguardo.
Grazie

[#3]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Escluderei una infezione delle vie urinarie, e poi altro non è possibile aggiungere.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#4] dopo  
Utente
Salve,
Grazie ancora per la vostra disponibilità, avrei un altra domanda, e normale che la ferita, con punti che cadano da soli, mi dia dolore e bruciore soprattutto nelle due parti terminali, a volte sento delle fitte.
Grazie

[#5]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile utente , purtroppo a queste domande è possibile rispondere dopo un'accurata osservazione della ferita
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#6] dopo  
Utente
Buona sera,
Purtroppo dopo il controllo in ospedale della ferita, e il medico che mi ha operato ha riscontrato in un punto la presenza di pus, così ha dovuto allargare la ferita, non so i termini tecnici, si è creato un buco dove ha inserito una garza imbevuta di disinfettante, e mi ha detto nei giorni successivi fino al prossimo controllo di lunedì, perché è fuori sede, di disinfettante con acqua ossigenata e ricoprire con cerotto e garza, io questa mattina ho provveduto ad effettuare l operazione la ferita era pulita non c'era pus, però ora ho dolore e bruciore, volevo sapere se è normale, inoltre quel buco andrà via? Grazie

[#7]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Come dicevo nella precedente risposta , sicuramente il Collega potrà valutare meglio la condizione della ferita.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno,
Vorrei porvi un ulteriore informazione, a un mese di distanza dall'intervento, la ferita sembra all esterno guarita ci sono solo delle piccole crosticine che devono cadere. Quello che vi chiedo è normale che la parte superiore della ferita sia gonfia e dolente al tatto. Grazie