Utente
Buongiorno,

la mia ragazza (21 anni) in passato ha sofferto in modo estremo di candida, si è dovuti ricorrere a dei "vaccini" (nel gergo chiamati bombe di fermenti lattici) per risolvere o quanto meno attenuare il problema in quanto era diventata immune a tutti gli antibiotici.
Ora fortunatamente sembra stare meglio a periodi ritorna o almeno è visibile e riesce a tenerla sotto controllo con ovuli e antibiotici alla quale è ritornata ad essere sensibile.
Ho 2 domande fondamentali:
1) io nei momenti in cui la candida non è visibile o comunque nel momento in cui lei dice di non avere sintomi posso avere rapporti non protetti
?
o rischio di essere infettato comunque?


2) lei soffre di stitichezza cronica e spesso deve ricorrere a medicine per andare in bagno... può essere che questo causi la candida visto che è un virus che si "annida" (per quanto ne so) nell' intestino?


grazie mille

[#1]  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La CANDIDOSI vaginale non è una malattia sessualmente trasmissibile.
Non occorre trattare i partners se asintomatici , perchè non ci sono evidenze che possano reinfettare la compagna.
Il ripetersi degli episodi , a volte anche in maniera ravvicinata , porta la donna a fare una autodiagnosi seguita da un autoterapia con farmaci da banco o a consultare il medico telefonicamente . Il Collega stesso è spesso indotto a fare diagnosi solo sulla base dei sintomi e dei segni , confidando sulla ripetitività della causa.
Un esame a fresco del secreto vaginale potrebbe risultare utile per evitare terapie inutili .
La sintomatologia potrebbe riferirsi magari ad una vulvite irritativa.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
grazie della risposta ma quando io parlo di candida è perchè le varie decine di tamponi fatti confermano sia quella. Inoltre lei appena avverte dei fastidi si rivolge a uno specialista con una visita di persona e facendo il tampone attesta sempre la presenza di candida. Più che altro la mia domanda è: se la devo considerare sempre "infetta" da candida anche quando non ha sintomi e quindi avere per sempre rapporti protetti e se la stitichezza può portare a questo?