Utente
Salve dottore/ssa, la mia compagna ha subito un cesareo il 31 dicembre 2020, partorendo uno splendido cucciolotto di 3990grammi, la mia compagna non sta allattando, e la domanda che mi sorge é: se la mia compagna non produce latte non c'é il rischio, che il prossimo mese possa ritornare fertile?
C'é qualcosa che può fargli venire il latte?
Potrebbe rischiare di rimanere incinta?
Dopo quanto ritorna fertile una donna dopo il cesareo?
E sopratutto se un domani abbiamo un altro bimbo la mia compagna può optare per un parto naturale?

[#1]  
Dr. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Gentile Signore
la montata lattea si produce per un complesso "gioco ormonale" che vede l'allontanamento della placenta quale evento critico iniziale ma il cui termine non sempre nè a tutte è garantito. In altre parole, la montata lattea NON E' automatica, nè universale. Se non compare (dopo un Taglio Cesareo può arrivare fino ai primi 5 - 6 giorni dall'intervento) non ci sono metodi o farmaci che possono farla insorgere. Se insorge e, al contrario, la quantità di latte si riduce nel tempo (ipogalattia), vi sono rimedi farmacologici atti a farla incrementare.
Dopo un taglio Cesareo (TC) la fertilità dipende, sul piano cronologico di comparsa, proprio dalla presenza o meno dell'allattamento (così come, del resto, anche dopo un parto vaginale). Se è presente allattamento la fertilità riprende più tardi; in assenza di allattamento può ritornare, con la ripresa del flusso mestruale, dopo un periodo variabile dai 40 ai 60 giorni dall'evento parto. Occorre sempre ricordare, però, che LA FERTILITA' PRECEDE IL FLUSSO E NON LO SEGUE.
Quindi: in un primo momento consiglierei l'uso del profilattico, dopo 3 o 4 mesi dal parto, in seguito ad una ecografia vaginale per stabilire l'isterometria (la lunghezza dell'utero), si può molto favorevolmente rivolgersi ad una contraccezione meccanica (spirale o IUD). In alternativa, la contraccezione ormonale (evidenziate ed escluse tutte le condizioni che la controindicano).
Per finire, è possibile il parto vaginale dopo il primo TC. Non in tutte le realtà ciò si pratica. Laddove questo si esegue, è necessaria un'attenta valutazione che prenda in considerazione parametri clinici, ecografici ed emotivi della donna e del suo compagno.

Auguri.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per avermi risposto, quindi la mia compagna potrebbe tornare fertile a breve? Riguardo al parto naturale dopo un primo TC non sapevo si potesse avere perche mi é stato sempre detto che si rischia la rottura dell'utero!!

[#3]  
Dr. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Senza allattamento, il ripristino della fertilità si può avere entro 40 - 60 giorni, ma questo non è certo, potendosi avere una variabilità molto ampia.
Vi sono scuole di pensiero che ripetono il taglio cesareo dopo il primo cesareo; vi sno scuole che valutano caso per caso.
Dipenderà molto dall'Ospedale dove la sua compagna sarà seguita la scelta fra la ripetizione del cesareo ed il tentativo di parto vaginale (VBAC).

Auguri
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
già Direttore f.f. UO OST/GIN Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli