Utente 242XXX
buongiorno,volevo avere dei consulti su questo argomento: mia figlia ha 14 anni e da circa 6 mesi ha un problema all'articolazione mandibolare.
praticamente una mattina si è svegliata ritrovandosi appunto con la mandibola bloccata.qualche settimana dopo mi sono recata dall'ortodonzista per ila placca di svincolo in quanto mi avevano avvertite che soffriva di bruxismo e inoltre per lo stress diciamo così
adesso sono circa 4 mesi che porta la placca e mi dice appunto che non sta per niente migliorando.
ultimamente credo che sia peggiorata molto in quanto è una settimana che ha la mandibola bloccata, non riesce ad aprirla piu di 2 cm avverte un forte dolore appunto nell'attaccatura con la mascella,all'orecchio e molto spesso mal di testa durante la giornata, fastidi nella masticazione dovuti al dolore.mi dice appunto che sente il muscolo molto contratto.
cosa devrei fare secondo voi ?inoltre volevo sapere se sarebbe meglio iniziare a fare delle radiografie e ovviamente una visita piu approfondita.
poi volevo chiedere per mia curiosità in che casi si prende in considerazione l'intervento chirurgico.
voi medici come vi comportereste per questo caso ??



[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, sua figlia ha avuto probabilmente un episodio di locking dell'Articolazione Temporo Mandibolare. In pratica il menisco che si interpone fra il condilo e la superficie articolare dell'Osso Temporale si é dislocato "fuori", e impedisce il corretto movimento del condilo.
Devo avvertirla che si tratta di una situazione di urgenza, che necessita di una manovra di sblocco che deve essere effettuata tempestivamente, perché il tempo che trascorre dall'accadimento la rende sempre più difficile.
In questi casi il bite deve avere caratteristiche adatte: la " placca di svincolo" non le avrebbe, in quanto é necessaria al contrario una placca, per così dire, "di vincolo", che obblighi la mandibola nella posizione di sblocco.
Quanto sopra, ovviamente , nell'ipotesi che io abbia ben interpretato il suo racconto: é , a mio parere, indispensabile che si consulti con urgenza un dentista-gnatologo esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare. La diagnosi é prevalentemente clinica , anche se una Risonanza Magnetica (non radiografie o TAC) potrebbe confermare per immagini, ma in prima battuta é superflua.Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
La "placca di svincolo" tradizionale come dice il collega non è adatta. Servono (soprattutto in questo caso) bite più alti. Il collega li ha chiamati "di vincolo", definizione precisa che consentano la ricattura del disco. Mai come in questo caso devono essere più alti https://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/821/Tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum