Utente 236XXX
Salve,

io mio gnatologo ha riscontrata una malaocclusione (test della pellicola: parte sx chiudo male, parte centrale malino, parte dx bene). Ha riscontrato ad esempio che ho una pessima deglutizione.
Cominceremo le cure a settembre perchè lui sarà impegnato all'estero a luglio e io ad agosto..

Vi chiedo se potete consigliarmi come apportare delle migliorie alla mia deglutizione attraverso esercizi o posizione corretta della lingua in maniera tale che non comprometta di più il mio problema.
Adesso metto la lingua poco prima delle rughe.
Soprattutto quando deglutisco ho problemi a capire come farlo correttamente.

Su internet ho letto ad esempio l'esercizio dello SCHIOCCHIO DELLA LINGUA ( per imitare il cavallo).

Se avete dei consigli, Vi sarei molto grato.



[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Non è sufficiente imparare gli esercizi giusti ed eseguirli correttamente. Perchè poi la notte torna a prevalere l'automatismo e quindi il programma motorio sbagliato. Soltanto la Terapia Miofunzionale eseguita correttamente fino all'automatizzazione è in grado di modificare il software centrale di gestione motoria della deglutizione, movimento complesso, che ogni volta mette in funzione sinergica ben 56 muscoli e per 1800/2000 volte al giorno. La dissimetria della sua mandibola è dovuta all'alterata sinergia dei suoi muscoli elevatori, scompensati dalla discinesia linguale.A San Benedetto del Tronto opera il "guru" internazionale della Terapia Miofunzionale, il dr Antonio Ferrante. Consulti lui, altrimenti non ne esce.
Cordialmente
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#2] dopo  
Utente 236XXX

Salve Dott. Alberti

Grazie mille per i Suoi preziosi consigli.

A dispetto di ciò, io sono dell'opinione che iniziare anche con piccoli passi non sia male.

Infatti da quando (durante il giorno, ergo 2/3 della mia vita) posiziono la lingua sullo spot linguale, ho visto giò dei miglioramenti per quanto concerne alcuni sintomi.


So benissimo che il percorso che devo seguire è lungo e tortuoso, ma prima inizio meglio è. E se lo faccio durante il giorno, credo che possa già apportare dei benefici.

Non è d'accordo con me?

Per quanto riguarda il dott. Ferrante mi metterò in contatto con lui.

Comunque sono in cura da uno gnatologo che è anche osteopata e fisioterapista.

Grazie e buon lavoro

[#3] dopo  
Dr. Lorenzo Alberti

24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
10 anni fa sarei stato d'accordo con lei. Ma poi un decennio di esperienza in terapia miofunzionale, l'aggiornamento continuo, il rapporto privilegiato con il Dr. Ferrante mi hanno rafforzato la convinzione in ciò che le ho esposto più sopra. Certo che ha riscontrato miglioramenti! Se lei assistesse ad una risonanza magnetica funzionale rimarrebbe impressionata da ciò che accade appena si posiziona ( e si spinge) la lingua sullo spot : si illuminano numerose aree del cervello e del cervelletto ! Questo perchè al punto spot si trovano numerosi recettori di un ramo del trigemino, il nervo nasopalatino. Non si accontenti - però- degli evidenti miglioramenti ma cerchi - le ripeto - di dargli continuità e, soprattutto stabilità definitiva.
Ottimo l'approccio osteopatico e fisioterapico, approvo.
Dr Lorenzo Alberti
www.drlorenzoalberti.it
www.miolabroma.it

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Dare informazione sui nomi nel sito è vietato, ma dato il prestigio del Dr. Ferrante nelle deglutizioni atipiche, è lecito fare un'eccezione. Condivido in pieno quanto detto dal collega.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non ho elementi per sospettare che il suo caso sia stato mal impostato o mal diagnosticato, e di conseguenza non ho NESSUN ELEMENTO per suggerirle di sentire una seconda opinione gnatologica.

Le scuole di indirizzo gnatologico sono tante, come altrettante le terapie conseguenti.

La scuola di indirizzo citata dal dr. Alberti è una delle tante, né migliore né peggiore delle altre.

Non si preoccupi troppo di che colore è il gatto-gnatologo: si preoccupi che acchiappi i topi!
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)