Utente 219XXX
Buongiorno gentili specialisti gnatologi

so che questo mio problema sarebbe di pertinenza otorino, ma ci sono buone indicazioni che, prima di altri consulti, senta con Voi.
In brevità, circa 1 anno e mezzo fa, a seguito di problemi con le ATM, iniziai ad avere acufeni, non sempre continui, comunque abbastanza fastidiosi, e poi diciamo nel giro di qualche mese si affievolirono; io cercavo anche di non farci troppo caso, fino a che arrivai ad un punto che me li ero "dimenticati". In pratica da mesi e mesi non li avevo più, ma tre giorni fa sono ricomparsi, abbastanza insistenti.
Ho un sospetto ma non ne sono certo. Essendo che il dentista mi ha messo un impianto a un molare destro, e quindi da 1 mese sto masticando esclusivamente su lato sinistro, non potrebbe essere che si sta un pò "sforzando" la ATM di sinistra? dove, guarda caso, sento che l'acufene è più localizzato, ed essendoci qualche possibile connessione tra problemi ATM ed acufeni, da lì il mio dubbio.
Non penserei di imputare al byte il problema, perchè me lo hanno regolato che non è trascorso molto tempo , al controllo semestrale.
Però se penso che le ATM ( l'ho imparato pure io), lavorano in coppia, allora tutto il mio ragionamento sopra esposto, forse cadrebbe...
Se potete darmi una Vs idea, prima che mi rivolga agli specialisti Otorino.
Vi ringrazio per la consueta gentilezza e disponibilità!

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Ci possono essere correlazioni ATM- Acufeni e nel suo caso il bite potrebbe averle anche affievolite
Una valutazione dall'otorino per escludere una pertinenza otorino é consigliabile
Bisogna anche dire che talvolta la patologia ATM si risolve e gli acufeni rimangono
Cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 219XXX

Grazie dottor Finotti

prendiamo intanto su l'accertamento otorino, e andare per esclusione.
Approfitto anche per segnalare un fatto che non ho mai descritto qua, in relazione a questo problema acufeni. All'età di 20 anni, ero nei militari, una pallina da tennis colpì il mio orecchio sinistro, ed ebbi perforazione timpanica, seguita da otite purulenta. Poi tutto si risolse, solo che dopo circa una dozzina di anni, preoccupato per un rumore di scricchiolio udito in quell'orecchio, un croc - croc, andai privatamente dal medesimo otorino che mi curò anni prima, e mi disse che il timpano era tutto a posto, solo che avevo "rinofaringite cronica", il rumore che sentivo era causato dal catarro che si smuoveva, più o meno disse, ricordo. Poi due anni fa le questioni ATM (a dire il vero l'episodio acuto, mi pare sublussazione, l'ho avuto sul lato ds..), e dalla lastra è emerso che sul lato sx, solo da quella parte, c'è artrosi. Poi la questione degli acufeni.
E la domanda da 1 milione di dollari. Rinofaringite cronica...Artrosi ATM..., Acufeni...
non potrebbe essere tutta colpa di quella sciagurata pallina da tennis e del trauma che causò ( in verità mi parlarono di membrana timpanica perforata e otite purulenta, altri organi dell'orecchio non furono danneggiati, però l'effetto della botta, vai a capire...).
Cordialissimi saluti!