Utente 286XXX
Buongiorno, avevo scritto qualche mese fa e ritorno per chiedere nuovamente un vostro parere.
per riassumere in breve.. ho 35 anni e due bimbi. dopo la seconda gravidanza ho iniziato ad avvertire dei disturbi..inizialmente formicolio al viso da una parte, ad un orecchio con tensione/lieve pizzicore e calore... diramato poi a dietro l'orecchio e alla tempia, tutto a sinistra. sommato a un formicolio alla mano sinistra e talvolta al piede, stesso lato.
la mia dottoressa mi ha suggerito di approfondire il discorso cervicale e denti.
effettivamente una decina di anni prima mi avevano detto che avevo problemi di occlusione..ero andata dal dentista perchè mi scricchiolava la mandibola... ma ho trascurato la cosa. fatto sta che ora sono in cura da un dentista specializzato in gnatologia. dopo una visita da lui + visita posturologica + esami strumentali la diagnosi è: morso chiuso, mandibola deviata a sinistra, cervicale rettilinizzata, bruxismo (ho gli incisivi inferiori consumati..inoltre mio marito una notte mi ha vista "digrignare").. in piu' ho problemi di postura derivanti dalla bocca.. tipo una spalla un po' piu' bassa dell'altra, bacino, piedi che non appoggiano correttamente... insomma una sindrome discendente.
da aprile ho un bite (lo uso la notte) che da subito mi ha tolto le tensioni, sono migliorata molto.lo uso di notte. il mio fastidio, tipo nevralgia fissa alla testa è sparito. i formicolii quasi... questo per mesi, pensavo di essere guarita...fino a un paio di settimane fa. si è ripresentato il fastidio all'orecchio, non come prima ma un po' si... inoltre sento le pulsazioni della vena davanti all'orecchio... fitte alla tempia qualche volta.. unitamente a formicolio a piede e mano.la strada verso il bilanciamento sicuramente è lunga.. ma è normale avere ancora questi sintomi?
dovrei fare altro? ogni 2/3 settimene vado dal dentista che mi controlla e sistema il bite. ho fatto sedute osteopatiche fino a luglio. devo fare altro? è normale secondo voi avere ancora tutti questi sintomi? a volte mi sento fiacca, con una debolezza muscolare alle gambe... è vero che in estate col caldo ho avuto problemi di circolazione, magari è quello e non è legato alla bocca, non saprei.
inoltre da un mesetto ogni tanto sento un lieve pizzicore alla lingua. è vero che proprio un mese fa ho dovuto prendere degli antibiotici per una bronchite che mi è durata fino a poco tempo fa... addirittura la lingua mi si è spellata un pò, pensavo c'entrasse col bite, o carenza di vitamine.. voi che ne pensate?
prima o poi guarirò?
tutto quello che ho puo' capitare con una situazione come la mia?
grazie per la vostra disponibilità
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, i sintomi da lei segnalati possono essere riferibili ad una disfunzione dell'ATM; peraltro l'esito terapeutico con il bite dovrebbe confermare o eliminare questa ipotesi: se dopo 4-6 mesi di bite non c'è risultato, delle due l'una: o i suoi problemi non dipendono dall'ATM, oppure ( e mi lasci questo dubbio) il bite potrebbe essere inadeguato.
Sottolineo che si tratta di un campo molto fumoso, con poche o nulle certezze scientifiche, molta approssimazione, e ampia variabilità di comportamenti nei vari operatori che si definiscono "gnatologi".
Per quel che mi riguarda non concordo sulla possibile efficacia di un bite che si porta di notte: la notte dura 8 ore , e 8 ore avanti e 16 indietro non portano in nessun posto: non vedo per qual motivo i problemi non dovrebbero ricomparire togliendolo.
Resta anche da capire se il bite le é stato prescritto considerando la problematica che lei presenta o per il solito banale obiettivo di non strisciare i denti.
.
Questa é comunque la mia opinione in un campo molto fumoso, con poche o nulle certezze scientifiche, molta approssimazione, e ampia variabilità di comportamenti nei vari operatori che si definiscono "gnatologi".

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 286XXX

grazie Dr. Bernkopf.
ieri pomeriggio avevo il controllo con regolazione del bite dal dentista.
effettivamente come dice lei anche il mio dentista dice che il bite dovrei portarlo molto di più. di fatti anche il dott.mi ha detto che le ore in cui lo utilizzo sono troppo poche. teoricamente questo bite dovrebbe sia aiutarmi con il bruxismo che con l'occlusione.
riguardo ai miei disturbi tra cui il pulsare della vena lui lo ritiene normale, l'ha associato alla tensione del muscolo (credo temporale). cercherò di usare questo bite un po' di piu' anche se non è facile lavorando con il pubblico, tolte le ore di lavoro dovrei metterlo sempre.
speriamo in bene...
grazie molte per avermi scritto.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, solo per precisarle il mio pensiero, che può differire da altri pienamente legittimi, sottolineo che il suo è un problema articolare: l'ortopedico che ingessasse un'altra articolazione non le consentirebbe di togliersi il gesso nemmeno sul lavoro, e non ascolterebbe le sue comprensibili difficoltà: se vuol guarire, è così.
Forse "portarlo un po' di più" serve a poco.
Cordiali saluti.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
se lo scopo del bite è principalmente quello di combattere il bruxismo, va portato la notte, quando il bruxismo si manifesta, mentre è completamente inutile il suo uso di giorno.

Se invece lo scopo è correggere la malocclusione, il suo uso dovrebbe essere più prolungato.

Lei potrebbe essere benissimo malocclusa E bruxista, due condizioni completamente diverse e indipendenti fra loro, ma che, sommate, rappresentano un coctail micidiale, come le ho spiegato nell'altro suo consulto.

Potrebbe essere valutata l'idea di associare al bite ANCHE la terapia di biofeedback, previa, naturalmente, misurazione del fenomeno.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Utente 286XXX

grazie per le Vs risposte.
da quello che mi hanno detto sono sia malocclusa che bruxista... sono proprio fortunata... più rachide cervicale rettilinizzato etc etc.
insomma questa mia condizione dovrebbe essere la causa dei miei fastidi.
la mia preoccupazione era nata dal fatto che mi sembrava strano che questi disturbi potessero essere causati principalmente dalla bocca. non ho mai sentito nessuno in condizioni come le mie e mi sono preoccupata per paura che quello che ho non giustifichi i miei malesseri. mi hanno rassicurata diversi medici quindi dovrei essere tranquilla.
riguardo la terapia... il bite... se un po' di sollievo me l'ha dato penso che funzioni, no? più che altro la mia paura, come dite voi, è che non basti per le ore in cui lo porto... ieri l'ho tenuto circa 10 ore in pratica.
per esempio oggi sento un po' di tensione sopra l'orecchio, sulla tempia sinistra. non posso parlare di dolore ma di "tensione".. mi sveglio già così nonostante la notte con il bite. pensavo che non digrignando per merito del bite non mi sarei più svegliata in tensione. invece succede comunque. non sempre ma capita. speriamo che passi...
grazie ancora, il vostro servizio è davvero molto prezioso per noi pazienti.

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non è detto che il bite sia terapeutico per il bruxismo.
Potrebbe, paradossalmente, peggiorarlo in determinati casi.
Dispongo di misurazioni inequivocabili in tal senso.

Ci sono situazioni ben peggiori delle sue.

Secondo me lei ha tutte le informazioni per decidere autonomamente.
Penso sia inutile una prosecuzione del consulto on-line, mancandoci ogni valutazione oggettiva.

Si rivolga ad uno gnatologo veramente esperto nel bruxismo, che disponga, nel suo bagaglio culturale, le misurazioni elettromiografiche DOMICILIARI NOTTURNE del muscolo temporale o del massetere.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)