Utente 179XXX
Buongiorno,

a seguito di un'ernia c5-c6 e dolori al ginocchi destro sono andato da uno specialista, un medico dello sport piuttosto famoso e inaspettatamente mi ha riferito che l'origine dei miei problemi posturali è la malocclusione dentale. Tra l'altro io soffro di mal di testa e di dolori alla mandibola con a volte acufeni. Mi ha consigliato l'acquisto di un bite da posizionare sui denti inferiori. Dice che dopo tre mesi dovrei avere i primi miglioramenti portandolo tutti i giorni di giorno (a parte quando mangio ovviamnete) e toglierlo di notte. In questo modo dovrei riuscire a rieducare la muscolatura del ATM per poi una volta assestato il quadro, portarlo qualche ora al giorno per sempre. Domanda: ma è così efficace questo bite? ma se effettivamente ha questa sua funzionalità, anzichè portare questo strumento che è scomodo, non è possibile effettuare una correzione chirurgica o qualcosa del genere? grazie

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
8% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
lei scrive "Mi ha consigliato l'acquisto di un bite da posizionare sui denti inferiori"... Detta così sembrerebbe che lo debba acquistare in farmacia, spero proprio di no, spero di aver capito male io.
Il bite va sempre eseguito da uno specialista, un odontoiatra e preferibilmente un odontoiatra che si occupi di gnatologia, quindi uno gnatologo.
Fondamentalmente il bite serve a compensare quelle discrepanze occlusali che fanno sì che vi sia un'alterazione dell'equilibrio occlusale, quindi è un po' come un plantare che viene inserito in una calzatura per migliorare l'appoggio podalico per intenderci. La sua realizzazione deve essere quindi fatta ad hoc per il singolo paziente e va poi seguita nel tempo, con opportuni ritocchi, per riadattarlo agli assestamenti posturali e funzionali della mandibola.
E' ovvio che, come ha già considerato lei, la sua efficacia può essere più o meno marcata secondo i casi e comunque non risolve il problema occlusale ma lo compensa solamente appunto, per cui si possono avere miglioramenti più o meno sostanziali.
Una risoluzione più definitiva si può avere con trattamenti ortodontici, accompagnati eventualmente da interventi chirurgici per compensare problematiche a livello scheletrico, ma è necessario valutare il caso.
Il mio consiglio quindi è quello di rivolgersi ad uno studio odontoiatrico di alto livello dove possa avere dei consulti a livello ortodontico e gnatologico e programmare una riabilitazione congrua ed efficace.
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Dr. Alessandro Fedi

24% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Il Collega che l'ha visitata ha evidentemente riscontrato un importante fattore causale nella malocclusione dentaria. Il sistema posturale globale può reagire positivamente e permetterle una rieducazione posturale generale sotto migliori auspici.D'altro canto , a parte i problemi del ginocchio pur sempre correlabili alla malocclusione, gli altri suoi sintomi sono abbastanza chiaramente collegabili direttamente alla malocclusione.
La correzione chirurgica, se utile ed indicata per evidente patologia del sistema osteotendineoligamentoso, va attuata sempre dopo un riequilibrio neuromuscolare ,quale lei effettuerebbe per l'appunto con un bite ben progettato e una rieducazione posturale.
Questo è il percorso.
Con viva cordialità
Dr.Alessandro Fedi Spec.Odontostomatologia Spec.Ortognatodonzia Gnatologo Psicoterapeuta Ipnosi www.guardachesorriso.com www.ipnosiodontoiatrica.it

[#3] dopo  
Utente 179XXX

Giustamente come dice Lei dott. De Giovanni a seguito della visita con il primo dottore mi sono rivolto ad un specialista specifico per queste problematiche il quale ha già fatto i rilievi per la costruzione del bite.
Come dice Lei, l'intento è quello di riottenere un equilibrio neuromuscorale corretto e vedere sucessivamente cosa fare.
Certo che la cosa non è a breve termine invece l'ernia e il resto c'è e duole. Dovevo fare questo tipo di controlli prima...
speriamo vada tutto bene
Saluti e grazie ad entrambi