Utente 338XXX
Buongiorno dottori!Vorrei chiedervi un parere in merito all'utilizzo e all'efficacia del bite.
In sintesi è da circa un mese che,in concomitanza con l'eruzione di un dente del giudizio,avverto delle vertigini soggettive (mi sento un pò "smarrito" o "disorientato") molto fastidiose accompagnate saltuariamente da acufeni.Dopo aver fatto delle prove vestibolari e audioimpedenzometriche all'ospedale (dalle quali è uscita una diagnosi di canalolitiasi del CSL sinistro),ho deciso di rivolgermi ad un ORL specialista in quanto la cosa non passava.Quest'ultimo,dopo prove vestibolari spontaee e dopo aver constatato che non provo vertigini oggettive,ha dedotto che la causa fosse di natura cervicale. A questo punto ho deciso di rivolgermi ad un posturologo chiropratico che ha confermato quanto detto dall'ORL e mi ha prescritto un bite da mettere per almeno 4 mesi,aggiungendo che la causa delle mie vertigini è un disequilibrio del complesso temporo-mandibolare che interferiva con l'apparato dell'equilibrio.
A parte un parere sulla diagnosi dei dottori,vorrei gentilmente vorrei chiedervi: entro quanto tempo si iniziano ad avvertire i benefici del bite? lo devo tenere solo la notte o anche durante il giorno quando posso? grazie mille della risposta e un buon prosieguo di giornata!

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la prescrizione di un bite , in un caso come il suo è corretta, ma dire "bite" é come dire "pillola" : rappresenta un trattamento assolutamente individuale (diffido dei preconfezionati che si vendono in farmacia), e consiste nella configurazione tecnica e artigianale di un ragionamento diagnostico e di una ipotesi terapeutica formulata dal dentista-gnatologo che lo prescrive e realizza.
Se il caso presenta le indicazioni e se la conformazione del bite é adatta, gli effetti sono solitamente rapidi (qualche mese), a meno di grandi presenze di aspetti aggravanti, che spesso sono l'esito del lungo perdurare del problema.
Sottolineo peraltro che il bite costituisce solo una terapia iniziale di una disfunzione cranio-mandibolare , una via di mezzo fra la conferma diagnostica e una prima terapia.
Le indicazioni su quanto portarlo sono soggettive di ciascun operatore: personalmente propendo per il trattamento in tutte le 24 ore pasti esclusi. Ritengo infatti che, rimosso il bite , di giorno se prescritto per la sola notte, come anche rimosso definitivamente dopo mesi, poiché l'intercuspidazione non é nel frattempo cambiata, il paziente tende a ritornare esattamente nella postura mandibolare di quando ha cominciato. A mio parere il bite costituisce solo una indispensabile terapia iniziale di una disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM). Successivamente si dovrà provvedere ad una riabilitazione ortodontica, protesica o mista che confermi il risultato ottenuto con il bite, oppure proseguire, come compromesso, con il bite a vita.
Ovviamente quanto sopra ha valore del tutto relativo, non potendosi avere via rete gli indispensabili riscontri di una visita diretta.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non mi è chiara la figura professionale che le ha prescritto il bite.

"chiropratico posturologo"?

La persona competente a prescrivere il bite è lo gnatologo, o un dentista con competenze gnatologiche.
Si tratta in entrambi i casi di laureati in medicina che esercitano l'odontoiatria, o di laureati in odontoiatria e protesi dentaria.

Qui la descrizione più estesa di questa figura professionale.
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui

Tornando alla domanda, allestisco esclusivamente bite notturni.
I primi benefici mi prefiggo di ottenerli in pochi giorni.

In sostanza, lo porti per il tempo che le è stato indicato: notturno se progettato per essere notturno, 24h se progettato di essere portato 24h su 24.
Se invece è stato allestito da persona non abilitata legalmente (il chiropratico potrebbe non essere laureato né in medicina né in odontoiatria) non lo porti e si rivolga ad un serio professionista.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
se è interessato a sapere come la malocclusione può dare vertigini legga
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1466-vertigini-dise-equilibrio-postura-malocclusione-dentale.html.
Diurno o notturno? Gli esperimenti che abbiamo fatto ci dicono che i soggetti che si presentavano a noi per dolore o disequilibrio avevano una riduzione /scomparsa del fisiologico spazio presente tra le arcate dentali (tra i denti di sopra e quelli di sotto). In condizioni normali questo "spazio libero" è di circa 1,5 mm. Un bite fatto secondo una logica di stimolazione trigeminale (un po più alto) e confezionato bene ci ha dato benefici quasi immediati. Il bite è stato portato di notte e "al bisogno" (quando la sintomatologia lo richiedeva) ed abbiamo richiamato il soggetto ai controlli (da due giorni a sei mesi). Nel soggetto che aveva portato di notte (e un po di giorno quando ne sentiva la necessità) il bite è stato misurato lo spazio libero (quello tra le arcate) e si è visto che alla scomparsa della sintomatologia corrisponde sempre un aumento dello spazio libero. Abbiamo interpretato questo aumento come relax del sistema dei muscoli masticatori. Le misurazioni sono state fatte con uno strumento di misurazione adatto (kinesiografo). Questo articolo è in pubblicazione.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 338XXX

Innanzitutto grazie mille per le risposte fornite!Faccio alcune precisazioni onde evitare incomprensioni:
1) il dente del giudizio ha eruttato con molto dolore,per circa 7 gg;
2) il dentista gnatologo incrociando i dati col posturologo mi ha prescritto il bite;
3) il bite è per l'arcata dentaria superiore.
Leggo che possono volerci da alcuni giorni a qualche mese per ottenere miglioramenti. Il fatto è che io sono un soggetto molto ansioso e queste vertigini mi stanno arrecando molto disagio e non nascondo la mia preoccupazione.Non vorrei che fosse qualcosa di grave e più serio... ora non so se aspettarmi risultati a breve (sono due notti che lo indosso) oppure devo aspettare!
Grazie mille per la pazienza e buon fine settimana a tutti.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Superiore o inferiore è all'incirca uguale, per accorciare i tempi di miglioramento lo porti più a lungo. Abbia un po di pazienza
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum