Utente 340XXX
Salve Dottori,
spero di aver inserito il post nella sezione giusta.

Ho 20 anni, da Gennaio fino a metà Febbraio ho sofferto di attacchi di panico ( tra cui il primo, avuto proprio i primi giorni di Gennaio, conclusosi con una parestesi che mi bloccò gli arti superiori e mi provocò un fortissimo irrigidimento del collo e della lingua ).
In questi mesi ho fatto: Tac, ECG, EcoCardioGramma, Analisi al sangue ( alcun problema riscontrato in nessuno di questi controlli ).
Tramite una psicoterapia son riuscito a vincere il problema degli attacchi di panico, causati da un forte periodo di stress lavorativo ed universitario.

Ma c'è un problema che persiste e mi sta causando molta sofferenza: non riesco più a giocare una partita di calcio tra amici senza esser costretto ad uscire praticamente dopo 10/15minuti.
Ecco i sintomi che mi costringono ad abbandonare il campo:
- Forti giramenti di testa
- Dolore fisso dietro la nuca
- Sensazione di svenimento
- Pallore improvviso
Inoltre durante la giornata non riesco a stare a testa in giù o sdraiato ( come fanno i meccanici quando controllano il sotto delle macchine in pratica ) perchè appena cerco di rialzarmi, anche se lentamente, mi sento molto disturbato. Non vorrei dir cavolate ma sento come se il sangue nella mia testa si blocchi dietro la nuca se assumo queste posizioni.
A vista di questi problemi ho già provveduto a fare una RMN alla colonna cervicale scoprendo di avere la cervicale molto più "dritta" del normale. Ho fatto una serie di 12 sedute di chinesi e massaggi decontratturanti , ho tenuto a riposo il più possibile il mio corpo e la mia mente evitando di stressarmi inutilmente ma, tornando a fare la mia prima partita ho notato che nulla è cambiato.
Ultimo, ma non meno importante, penso di avere un problema di serramento mascellare dato che appena mi sveglio, e durante il giorno, ho i muscoli della mascella molto indolensiti.
Spero possiate in qualche modo essermi d'aiuto, ho 20 anni ma di botto sto dovendo combattere con me stesso per riuscire ad evitare ciò che più mi piace ovvero fare sport, tutto questo per cause a me ancora sconosciute.
Grazie in anticipo,
cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
la sua situazione per come descritta appare complessa. Certamente fare una visita gnatologica può essere di utilità e decidere su un eventuale bite di riposizionamento per comprendere se vi è una relazione causale tra alcuni dei disturbi che lamenta e ATM e soprattutto un miglioramento soggettivo.
Cordiali saluti
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it

[#2] dopo  
Utente 340XXX

Grazie mille per la risposta tempestiva ed esaustiva.
Prenoterò al più presto una visita gnatologica e le farò sapere i risultati..
Grazie ancora,
buon lavoro.