Utente 356XXX
Buongiorno,

sono un ragazzo di 31 anni. Da circa una decina d'anni ho notato una deformità della mandibila destra che si manifesta in un maggior volume e in un abbassamento (osseo) della metà destra del mento.
Contestualmente mi è stata fatta una diagnosi di bruxismo che mi aveva consumato significativamente i denti dell'arcata superiore destra (specie gli incisivi) e ho quindi iniziato a usare un bite.

Dopo alterne vicende e anni trascorsi, bite più o meno confortevoli, lastra all'ATM dalla quale è emerso un sottosviluppo del condilo destro, questa è la mia condizione attuale:

-uso un bite "di slittamento" per arcata inferiore, parecchio spesso (mi è stato detto che lo spessore aiuta a rilassare l'articolazione), e con lo scopo di colmare il gap di contatto tra le due arcate a destra, dove appunto l'arcata inferiore si abbassa, causando anche la deformità della mandibila e del mento;
-l'arcata inferiore e quella superiore hanno uno scarto orizzontale verso destra di circa 2/3 mm (misurabile a denti serrati);
-l'articolazione destra è spesso irrigidita e con sensazione di sabbia e/o schiocco;
-continuo a soffrire di bruxismo la notte;
-specie al risveglio mi dormo con articolazione destra dolorante e con schiocco avvertibile in maniera più netta che durante il giorno;
-chi mi conosce crede di vedere un aumento della mia asimmetria mandibolare e del mento.

Credete che questa asimmetria possa davvero peggiorare?
Che tipo di terapia mi converrebbe seguire?
Per minimazzare l'asimmetria rimane solo la chirurgia o un bite correttamente impostato mi può aiutare a rieducare le arcate a non avere quello scarto di 2/3 mm di cui sopra?

Vi ringrazio per le vostre considerazioni in merito, e spero di non aver fornito informazioni troppo confuse.

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, "-l'articolazione destra è spesso irrigidita e con sensazione di sabbia e/o schiocco;
-continuo a soffrire di bruxismo la notte;
-specie al risveglio mi dormo con articolazione destra dolorante e con schiocco avvertibile in maniera più netta che durante il giorno;"
E' probabile che lei presenti una incoordinazione Condilo- Meniscale all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) di destra, dovuta alla laterodeviazione che l'ha sovraccaricata e , a lungo andare, ha rimodellato negativamente il condilo .
Nel normale, i condili mandibolari di entrambi i lati sono in rapporto con la parete antero superiore della cavità articolare ( Cavità Glenoide) ; fra le superfici articolari è interposto un menisco . Condilo e menisco dovrebbero muoversi in sinergia ogni volta che muoviamo la bocca, come , ad esempio , nella masticazione. Accade però che, per vari motivi, in parte congeniti, in parte per un anomalo sviluppo scheletrico, per la irregolare eruzione degli elementi dentari decidui e permanenti (malocclusione), alle quali cause è bene aggiungere anche la mano non sempre riguardosa del dentista ed i traumi che il soggetto può subire, i condili possono dislocarsi in una zona più arretrata, perdendo il contatto con il menisco, che , a bocca chiusa, risulta dislocato davanti al condilo. Ogni volta che , aprendo la bocca, il condilo si sposta in avanti, ricattura il menisco , e ciò provoca il tipico rumore di schiocco, più o meno acusticamente percepibile: nel chiudere la bocca ,però , il menisco torna a dislocarsi , per lo più in avanti.
Si tratta di un problema spesso sottovalutato, ma che alla lunga tende ad evolvere in degenerazioni artrosiche del condilo e del menisco, quando non a blocchi della mandibola (locking) che possono farne precipitare la gravità.
In genere si tratta ,oltretutto, di evoluzioni tardive di un problema che in precedenza per molti anni ha causato al paziente gravi disturbi quali cefalea , cervicalgia, vertigine, dolori all'orecchio, in genere trattati dai veri specialisti di settore che non sempre sono portati ad allargare le ipotesi diagnostiche ad un possibile ruolo della bocca e dell'Articolazione Temporo Mandibolare.
Pertanto le consiglio di consultare un dentista-gnatologo esperto in problemi di malocclusione e dell'Articolazione Temporo Mandibolare: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità.
Nell'attesa, le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema. Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca
http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito".
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio molto per la pronta risposta.
Certamente seguirò il suo consiglio.
Lei ritiene comunque che il disassamento tra le due arcate con relativo slittamento della mandibola e accentuazione dell'assimmetria possa aumentare?

Grazie ancora, saluti.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
2-3 mm , dal punto di vista gnatologico, sono gia' un chilometro, ma non è questo il vero problema: bisogna vedere quale sintomatologia la laterodeviazione comporta. Si è riconosciuta nei quadri clinici descritti nei Link ?
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Se è interessato a vedere delle figure che rappresentano quello che il collega ha mirabilmente descritto dia un'occhiata a http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=0&y=0 (quando compare la scritta "stai per uscire dal sito" prema continua). Per la sintomatologia dia un'occhiata qui https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html legga con attenzione il capitoletto "dimensione verticale"
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 356XXX

Buongiorno,

mi riconosco certamente nei problemi di "naso chiuso".
Per fortuna però non soffro di cefalee e altri dolori.

Grazie mille a entrambi.

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006