Utente 297XXX
buongiorno,
vi scrivo perchè due settimane fa ho iniziato ad avere delle vertigini che però capitavano 3-4 volte al giorno e duravano una mezz'oretta.(In passato ho già avuto crisi vertiginose) parliamo di vertigini soggettive. Dopo qualche giorno la situazione è peggiorata. Ho avuto un forte dolore all'orecchio diciamo la parte davanti e sotto il lobo che arrivava fino al collo. Avevo tutta la parte destra indolenzita e mi pulsava. ome se avessi una palla gigante in tutta la parte sinistra della testa che mi pulsava e mi faceva appunto pesare la testa. Poi sono arrivate le emicranie e il dolore cervicale. Alcuni episodi di tachicardia e sudorazione.
Sono andata dall'otorino che ha riscontrato un deficit tubarico bilaterale e ha ipotizzato un atm. Mi ha per cui consigliato una visita dal gnatologo. Per la cervicale e l'emicrania mi ha consigliato il neurologo o fisiatra.
Il problema è che io ora sono alla 30 settimana di gravidanza. Ho sempre sofferto di queste cose ma mi duravano un paio di giorni. Ora sono 10 giorni che sono in questa condizione e non so cosa fare. Posso fare una visita da un gnatologo anche in stato interessante? tutti questi sintomi possono davvero riferirsi ad atm? Può trattarsi di nervo vago? Se fosse atm può peggiorare in gravidanza?

Premesse: ho reflusso gastroesofageo, ernia iatale e gastrite oltre che colite erosiva all'intestino. ho la spondilite anchilosante. Ho fatto risonanza collo risultato inversione della cervicale, ho alla schiena scogliosi cifosi e lordosi in vari punti. Ho fatto già una risonanza con contrasto encefalo ma risultata negativa.

grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, é possibile che le sue vertigini dipendano da una disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) , come lo stesso specialista ORL ha ipotizzato , rilevando anche una disfunzione tubarica, cioè un cattivo funzionamento di quei tubicini (la tromba o tuba di Eustachio) che mettono in comunicazione il retrobocca con l’orecchio medio, e servono ad aerarlo e a compensare eventuali sbalzi di pressione fra le due superfici del timpano.Il funzionamento della tuba è stimolato dai movimenti del condilo mandibolare e dai muscoli coinvolti nella deglutizione. Molto spesso il cattivo funzionamento della tuba è legato a sua volta ad una disfunzione dell’Articolazione Temporo Mandibolare. Anche eventuali attacchi di cefalea possono rientrare nella medesima problematica.
Il professionista di riferimento in questi casi è dentista-gnatologo, un dentista, cioé, che si occupi abitualmente di problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare e di rapporti fra questa e l'orecchio.

Qualche notizia in più la può trovare negli articoli qui linkati.
Cordiali saluti ed auguri

http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1408-vertigine-pertinenza-odontoiatrica.html
http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti
www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com