Utente 365XXX
Buonasera è dalla fine di agosto che ho un problema alla mandibola e sono stata davvero male. Vi scrivo perchè la situazione mi preoccupa parecchio. Ci tengo a precisare che non ho mai avuto problemi con i denti,non ho avuto bisogno di apparecchi e mi sono sempre sottoposta ai controlli periodici dal dentista. Tutto è iniziato una sera. Stavo parlando animatamente quando all'improvviso la testa ha iniziato a girarmi,ho iniziato ad avvertire una sensazione di calore al volto,ronzii alle orecchie,gambe molli,pallore e senso di nausea. Mi sono stesa e dopo un pò è passato. Il giorno dopo,credendo fosse stato un calo di pressione l'ho misurata dal medico ma non era bassa anzi, 80-140.. nel frattempo la nausea è rimasta ma tutti gli altri sintomi sono scomparsi. A causa di quest'ultima ho mangiato in bianco per una ventina di giorni e ho preso il plasil. Successivamente,sono iniziati i dolori all'orecchio sinistro. Il dottore dopo aver visto che era infiammato mi ha prescritto il bentelan. L'ho preso per un paio di giorni ma niente,il dolore non passava. Un giorno dall'orecchio i dolori si sono estesi alla tempia e alla testa,così sono andata al pronto soccorso perchè a tutti questi sintomi si erano aggiunte anche le vertigini. L'otorino che mi ha visitata mi ha detto che si trattava di un problema all'atm e mi ha prescritto una visita dal maxillofacciale e degli esami audiometrici per precauzione. Però i dolori alla tempia non diminuivano,erano costanti,così forti che a volte diventavo addirittura pallida e mi sentivo svenire. Il mio medico mi consiglia quindi di andare anche da un neurologo per escludere altri problemi. Il neurologo mi fa fare una risonanza con contrasto, che è risultata negativa perchè pensava fosse coinvolto il trigemino e per calmare la situazione in attesa della visita maxillofacciale mi da topamax 50 mg. La situazione però non è migliorata molto. Quando il maxillofacciale mi visita mi dice che secondo lui ho una disfunzione dell'atm e tutti i miei sintomi, vertigini,ronzii,stanchezza,debolezza,pallore,dolore.. sono causati da ciò. Posso risolvere mettendo un bite,anzi lui l'ha chiamata placca.. adesso non ricordo bene. Il 7 novembre l'ho messa e devo dire che sto un pò meglio. Il pallore e le vertigini sono scomparsi. La forza mi è tornata, riesco a camminare,a fare le cose da sola.. Però il neurologo non vuole farmi sospendere topamax perchè secondo lui soffro di emicrania indipendentemente dal problema dell'atm..io invece penso che l'emicrania mi sia venuta in seguito a ciò,perchè da quando ho il bite il mal di testa è diminuto. Quello che vi chiedo è.. secondo voi sono sulla strada giusta? c'è qualche altra cosa che devo fare ? il dottore dice che siccome la mia situazione era un pò più grave ci vorranno un paio di mesi per riuscire a fare di nuovo tutto.. e inoltre da ieri il dolore si è spostato anche al lato destro.. è normale? cosa ne pensate ? grzie in anticipo..

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Si mi pare che sia sulla buona strada. Solo che necessita di controlli e "riaggiustamenti" limando qua e la come un bravo gnatologo sa fare. Probabilmente la dimensione verticale dei denti posteriori è ridotta legga https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html credo possa farsi una idea più chiara (vedendo la foto). Quanto alla terapia farmacologica chieda consiglio al suo medico di famiglia. Le linee guida del sito (ed il buon senso) impediscono di prescrivere (o di eliminare la prescrizione) senza visita medica diretta.
Non si faccia problemi a fare altre domande.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 365XXX

La ringrazio.. in effetti anche il dentista dice che per adesso quello che posso fare è andare a controllo ogni dieci giorni circa per vedere come va. Però quello che mi preoccupa è che io non riesco a fare tutto quello che facevo prima.. non riesco a std uscire perchè in luoghi in cui c'è troppa confusione il mal di testa aumenta e i ronzii idem. Non riesco a studiare perchè ho difficoltà a concentrarmi per molto tempo.. E' probabile che questo sia in qualche modo collegato al fatto che per due mesi abbondanti sono stata davvero male e quindi adesso,con nemmeno un mese di bite,è troppo presto per tornare a fare tutto ciò che facevo prima senza avvertire fastidi ?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Può darsi che ci voglia ancora del tempo o che il bite sia da rivedere. Difficile dirlo a distanza.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 365XXX

Ho capito.. la ringrazio ancora per la disponibilità