Utente 369XXX
Salve, mi chiamo Cristina, ho 28 anni, da Settembre sento la presenza di "qualcosa alla gola", ho fatto varie cure pensando fosse un semplice mal di gola con accumulo di muchi,finchè non sono andata da un otorinolaringoiatra che mi ha visitato e mi ha chiesto se soffrissi di reflusso gastroesofageo. Soffro di reflusso da anni legato ad uno stile di vita disordinato (soprattutto alimentare) e dato che questo bolo faringeo (diagnosticato dall'otorino) non andava via ho fatto un'ecografia addominale e l'esame delle feci per la ricerca dell'helicobacter pyloris che era, appunto, presente(ho fatto la cura con antibiotici e tra qualche giorno devo controllare che sia stato eradicato). Solo alcuni giorni fa ho effettuato una gastroscopia in cui non si è riscontrato nessun danno, nè ernia iatale, nè altro, solo reflusso. Tutti mi dicono che questo nodo alla gola è dovuto alla risalita di acidi dallo stomaco o all'ansia. Intanto ho modificato il mio stile di vita, sto mangiando bene, sto evitando cibi grassi soprattutto la sera. Sto anche assumendo antiacidi e inibitori della pompa protonica. Eppure ho sempre la stessa sensazione alla gola, non continua come prima, ma che durante la giornata va e viene. Non riesco a deglutire bene, per "mandare giù" questo "nodo" (che io sento come muco di una consistenza importante) devo deglutire più volte e molto spesso senza riuscirci, in questi ultimi giorni ho avuto anche difficoltà a deglutire del cibo più duro e ho dovuto accompagnare con acqua. Inutile dire che questa situazione mi sta creando non pochi problemi psicologici e non poche paure, perchè vedo che non trovo una soluzione nè una causa vera e propria.
Scrivo qui perchè ho letto un articolo del dottor Edoardo Bernkopft sul bolo faringeo, in cui tra le varie cause parlava di "malocclusione"... attualmente (dal 13 Marzo 2014) porto un apparecchio ortodondico linguale (precedentemente ho tolto i 4 denti del giudizio, due dei quali -quelli inferiori- semi inclusi)e il mio dentista sta modificando il bilanciamento dei denti appunto per ristabilire una corretta occlusione.
Premesso che domani andrò a fare test di intolleranza e prove allergiche (l'otorino ha anche parlato di "sospetta allergia") è possibile che questa sensazione di bolo faringeo abbia una correlazione con il lavoro ortodontico che sto effettuando??
Prima di decretare a me stessa che sia solo ansia e che questo bolo in realtà sia "bolo isterico", ho bisogno di escludere varie strade.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente il senso di "bolo faringeo", più che al trattamento ortodontico, potrebbe essere legato alla malocclusione con malposizione mandibolare che il Collega sta trattando per via ortodontica.
Per dire di più sul possibile rapporto con la bocca , sarebbe necessario un esame completo del caso, che via rete non è possibile.
Butto lì un quesito: le risulta di avere problemi respiratori e/o di russare la notte?

Cordiali Saluti.

Per approfondire:
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-naso-volte-causa-sta-bocca.html
http://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1315-reflusso-gastro-esofageo-notturno-attenti-russare-apnea.html

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
se questo link non si apre direttamente , usare il copia-incolla
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Innanzitutto la ringrazio per la risposta.
per quanto riguarda le sue domande, fino ad ora non ne ho mai avuti ma in quest'ultimo periodo ho sempre mal di gola e raffreddore.. passa e poi ritorna con un colpo di freddo, è come se fosse sempre latente. Non so se russo la notte, dormendo da sola, ma non credo.
Quindi lei dice che lo spostamento dei denti non può condizionare la deglutizione e quindi non può esserci correlazione con il bolo?

Sicuramente ho una malocclusione mandibolare, infatti mi dissero che eventualmente si poteva operare, perchè è come se la mandibola fosse leggermente storta. Però sono anni che ho una malocclusione, possibile che il bolo lo avverta soltanto ora?

[#3] dopo  
Utente 369XXX

Aggiungo che a volte ultimamente ho la sensazione di avere le orecchie chiuse, soprattutto di mattina, dopo un po' tornano alla normalità...

[#4] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, le cose che ha aggiunto rinforzerebbero il mio sospetto: ribadisco che il problema sta nella malocclusione di fondo, che dalla sua descrizione ("Sicuramente ho una malocclusione mandibolare, infatti mi dissero che eventualmente si poteva operare, perchè è come se la mandibola fosse leggermente storta.") sembrerebbe proprio sostenere una malposizione mandibolare.
E' molto importante che il Collega sappia dei suoi problemi (naso , orecchie, gola ecc: riveda gli articoli linkati nel precedente messaggio.), perché il trattamento ortodontico deve tenerne conto , con il rischio, in difetto, di aggravarli anzichè contribuire a curarli (un po' quello che lei teme stia accadendo).
Credo che più di questo , via rete, senza un esame diretto, non si possa dire.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#5] dopo  
Utente 369XXX

L'unico dubbio a questo punto è perchè dopo anni soltanto ora avverto il bolo?
Farò presente tutto al mio dentista comunque, la ringrazio, è stato davvero gentilissimo!
Cordiali saluti a lei.

[#6] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Da un lato c'è sempre una prima volta, dall'altro l'elemento scatenante puo essere anche un trattamento ortodontico che non tenga conto degli aspetti extraocclusali. Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com