Utente 400XXX
Buona sera.
Vi scrivo per esporvi il mio problema:circa un mese e mezzo fa, ho iniziato una terapia con il bite (o rof) presso un'ortodonzista della mia città; tale terapia mi è stata prescritta al fine di raddrizzare la mandibola in modo da poter poi proseguire nel raddrizzamento dei denti mediante apparecchio linguale. Da subito ho iniziato a sentire dei rumori alla mandibola, precisamente sul lato destro, all'altezza l'orecchio; ho informato l'ortodonzista, la quale, dopo un'iniziale sorpresa, mi ha rassicurata dicendo che il rumore era dato dallo spostamento della mandibola operato dal bite e che tutto procedeva per il verso giusto.
Circa due settimane fa, a seguito di una modifica del bite da parte dell'ortodonzista, mi sono svegliata una mattina con la mandibola bloccata. Per due volte l'ortodonzista ha cercato (nel corso di una settimana) di sbloccarmi la mandibola esercitando la manovra di dawson senza ottenere risultati. Mi è stata prescritta una rm dalla specialista (sono in attesa dell'esito) e nel frattempo sto proseguendo una terapia con un miorilassante e il compito di fare degli esercizi dolorosi (consistono nell'introdurre in bocca un supporto di gomma rigida e sforzare l'articolazione ad aprirsi) che non mi pare stiano migliorando la situazione ma anzi, causano un indolenzimento diffuso in tutta la metà destra della testa.
Le mie domande sono: è possibile che un bite "sbagliato" possa aver causato questa situazione? sarebbe successo comunque a prescindere dal bite? qual è la migliore terapia da seguire in questi casi? tempi necessari per avere apprezzabili miglioramenti?
vi ringrazio tanto, io inizio a essere preoccupata.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Mi sembra che il bite abbia indotto peggioramenti dal click si è passati al blocco. Dal punto di vista biomeccanico che vuol dire? Legga http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 clicchi su "continua ed apri il sito".
Alcune considerazioni:
1) la terapia gnatologica è preferibile farla con uno gnatologo;
2) questo ortodontista ha indotto un peggioramento della Sua situazione (perché dal click è passato al blocco articolare);
3) non sa porre rimedio al suo blocco e prescrive farmaci inutili in questa situazione;
4) ha prescritto esami costosi ed inutili, la risonanza magnetica non sposta di nulla il Suo problema (sbloccare la mandibola).;
5) non si fa stretching per stare male ma per avere beneficio http://www.danieletonlorenzi.it/atm/stretching-mandibolare-contro-il-dolore-e-wellness-benessere-in-odontoiatria/ (clicchi su "continua ed apri il sito"). ora questo dispositivo è costruito e distribuito da Quasar Dental.
6) cerchi qualcuno che effettui lo sblocco perché più tempo rimane li più difficile è eseguire la manovra di "recupero della mandibola" e più difficile è trattare il dolore.
7) permanendo la malocclusione possono insorgere altri sintomi correlati ad essa
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html
Saluti
Daniele Tonlorenzi

PS senta una seconda opinione sulla sua situazione e sul suo bite...
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 400XXX

La ringrazio per la sua risposta.
In effetti purtroppo la rm ha evidenziato una dislocazione anteriore irriducibile del menisco. Un altro specialista che mi ha visitata ha specificato che tale nuova posizione del menisco è sostanzialmente permanente, potenzialmente potrei avere nel tempo problemi di artrosi. Lei cosa ne pensa?
Inoltre sempre secondo tale specialista nessuna manovra manuale può migliorare la situazione, per questo mi ha consigliato un bite di rilassamento e l'artrocentesi in ospedale. Lei pensa possa essere un approccio adeguato?

La ringrazio di nuovo

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Non saprei risponderLe i casi di blocco articolare che ho trattato manualmente li ho risolti tutti...... in medicina sempre non si deve dire mai...... ma uno gnatologo bravo io lo interpellerei.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum