Utente 403XXX
Gentili dottori,
innanzitutto buongiorno e grazie per la vostra attenzione.
Vi scrivo per raccontarmi il mio caso (che potrebbe essere abbastanza complesso).
Ho quasi 26 anni e circa 3-4 settimane fa ho iniziato ad avere dei problemi per quanto riguarda l'articolazione temporo-mandibolare: accusavo verso sera un "fastidio" vicino alle orecchie, inizialmente non ci ho fatto molto caso ma poi con i giorni questo fastidio è diventato vero e proprio dolore acuto, che mi ha provocato limitata apertura della bocca, orecchie tappate e anche dolore. Inizialmente ho pensato fosse dovuto al fatto che, ogni tanto in situazioni di forte stress, tendo a serrare i denti.
Così ho prenotato una visita dal dentista per qualche giorno dopo, mi ha visitata e gli ho raccontato la mia situazione: lui mi ha spiegato che il problema è dovuto al fatto che nella parte davanti i denti non si chiudono in maniera corretta e che quindi sono predisposta a questo tipo di problemi. Ha voluto che io facessi una RMN (sia a bocca aperta che a bocca chiusa), dalla quale poi è risultato un dislocamento del menisco destro e inoltre mi ha detto che avrei dovuto portare un bite, che uso ormai da due giorni. Mentre attendevo il bite ho utilizzato degli antinfiammatori e miorilassanti, senza grandi benefici.
Per il momento l'approccio terapeutico adottato dal mio dentista è quello di portare il bite per risolvere il blocco articolare e per ricatturare il disco se si riesce, in modo da tornare a non avere dolore, per un po' di tempo dovrò recarmi da lui una volta a settimana per bilanciare il bite.
Poi mi ha detto che gli step successivi potrebbero essere l'ortodonzia o la chirurgia (questo detto in termini generali, il dentista in questione si occupa della seconda e non della prima, quindi dovrei eventualmente rivolgermi a qualcun altro in futuro).
In tutta questa storia però c'è una cosa che mi inquieta non poco: io da bambina (più o meno dai 7 ai 13 anni) ho già fatto molta ortodonzia seguita da un altro dentista: ho usato svariati apparecchi, tra cui anche il cosidetto "baffo" che appunto ho scoperto dopo essermi documentata che serve appunto per questo tipo di malocclusione. Quindi, ora mi ritrovo a chiedermi se in passato mi sono affidata al professionista sbagliato oppure sono proprio io un caso disperato! Non so se potrei avere recidivato, a me i denti da quanto ho tolto tutti gli apparecchi mi son sempre sembrati così!
Io purtroppo non mi sono mai posta problemi perché comunque ho una dentatura ben allineata, i denti sopra un po' sporgenti e questo spazio fra le arcate che non mi ero mai accorta di avere visto che non è molto pronunciato. Sono proprio caduta adesso dal pero!
Io sono disposta anche ad intraprendere un percorso di ortodonzia in futuro, se mi serve a risolvere questo problema, ma purtroppo vista l'esperienza passata mi ritrovo sinceramente disorientata e scoraggiata.
Voi cosa ne pensate? Qual è la vostra esperienza?

Grazie in anticipo e mi scuso per il gergo poco tecnico.

[#1] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buonasera.
In linea di massima lo schema proposto (prima fase bite, seconda fase ortodonzia) é corretto.
Sarebbe meglio che entrambe le fasi fossero condotte dalla stessa persona , o quantomeno dallo stesso staff.
Non credo che via rete si possa dire di più: non resta che attendere l'esito della prima fase.
Eventualmente mi tenga informata.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#2] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Cerchi uno gnatologo capace di risolvere il blocco, non tutti lo sanno fare ma diversi si. Se non le risolve il blocco cerchi uno gnatologo più esperto in grado di farlo.
POI il bite va bene. Se vuole più informazioni sui meccanismi con cui avviene il blocco articolare legga http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+click&x=0&y=0 (quando appare "stai per uscire da sito medicitalia" clicchi "continua ed apri il sito").

Ribadisco si affidi a chi il blocco lo sa trattare non a chi si affida al "forse.... vedremo"
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#3] dopo  
Utente 403XXX

Grazie ad entrami per le celeri risposte.
Vorrei porre alcune domande particolari.
Come è possibile dopo tanti anni di ortodonzia da bambina che mi ritrovi ad oggi con questi problemi? Ora si può recuperare?
Dottor Tonlorenzi sono molto interessata a vari suoi articoli che ho già letto facendo delle ricerche, specialmente argomento stretching!
Sono due giorni che porto il bite praticamente sempre tranne durante i pasti, è altino e faccio un po' fatica a dire alcune parole, ma per il momento non ho più dolori a livello delle orecchie e ho l'impressione di sentirmi un pelino più elastica in termini di apertura (ma non voglio cantare vittoria troppo presto).
Il dottore che mi ha detto che risolveremo il problema del blocco, il forse era riferito al fatto che mi ha detto che la ricattura del disco col bite non è sicura al 100%. Vorrei vedere come va col bite altrimenti certamente cercherò qualche altro professionista se non risolvo!
Secondo voi la posizione in cui si dorme è influente? Io purtroppo ho l'abitudine di dormire di lato o pancia in giù con la mandibola "premuta" sul cuscino.

Grazie mille

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
durante il sonno l'ingranaggio dei denti è dato dal bite. Fare un bite alto non è semplice perché prevede la registrazione di un rapporto dentale nella corretta traiettoria di apertura e chiusura.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Utente 403XXX

La ringrazio dottore delle sue risposte, a distanza di una settimana mi sento meglio i dolori sono passati e l'apertura non è più limitata (anche se quando non ho il bite la mandibola devia verso un lato), ho ancora le orecchie un po' tappate ma speriamo passi anche quello.
Prossimamente cercherò un ortodonzista che se ne intenda anche di gnatologia per un consulto riguardo eventuale ortodonzia per la malocclusione.

Grazie ancora e buon finesettimana

[#6] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Nella mia esperienza i pazienti che vedo con sintomi da malocclusione hanno tutti una ridotta "dimensione verticale" legga https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-dolore-facciale.html controlli se anche Lei ha questo problema. Se i denti fossero corti ed andasse da un ortodontista rischierebbe di mantenerli corti ma dritti. Per la sintomatologia potrebbe essere addirittura nocivo spostare i denti da un'occlusione abituale ad una diversa senza avere "provato" la correttezza di questa nuova occlusione con bite di prova. I sintomi li cura lo gnatologo (che può essere anche ortodontista) e l'occlusione ideale la cerca sempre lo gnatologo (che può essere ortodontista). Avere i denti diritti può non essere sufficiente.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#7] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'ortodonzia risolve abitualmente anche problemi di dimensione verticale, quando questi non siano dovuti a problemi scheletrici e quindi di competenza chirurgica. In questo già il suo gnatologo potrà guidarla.
Dalla sua descrizione non mi è chiaro quello che definisce "morso aperto": i denti anteriormente non si toccano perchè i superiori sono avanzati rispetto agli inferiori oppure perchè c'è uno spazio "vuoto" anteriormente dove può inserirsi la lingua?
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il trattamento, anche se impostato con un dispositivo diverso da quello che avrei impostato io, sembra andare correttamente.
E questa è la cosa essenziale.
Se lei oggi ha un morso aperto e dei disturbi funzsionali, qualcosa non deve essere andato per il verso giusto nei trattamenti passati, ma è impossibile stabilirlo con certezza, specie on-line.

Devono passare tutti i sintomi con la terapia gnatologica.
POI, e solo POI, dopo un congruo periodo senza sintomi, si potrà pensare ad una finalizzazione ortodontica, ortodontico-chirurgica, o se mantenere la terapia gnatologica, valutando costi/benefici (non solo economici) e rischi di ogni soluzione.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Utente 403XXX

Gentili dottori,
diciamo che ho entrambi i problemi ossia i denti anteriormente non si toccano perchè i superiori sono avanzati rispetto agli inferiori e anche perchè c'è uno spazio "vuoto" anteriormente (soprattutto a destra di circa 2 mm), sicuramente il primo problema è più marcato.

Dottor Tonlorenzi, sì probabilmente ho una ridotta dimensione verticale dei denti...c'è questo spazio davanti specialmente a destra, secondo me dato dalla sporgenza dei denti (ma parlo da totale ignorante in materia).

Grazie per le risposte. Per ora continuo col bite, che porto sempre esclusi i pasti.
Il dolore è totalmente scomparso, ma ho ancora qualche disagio come orecchie tappate o essere un po' "intoppata" nella masticazione (che noto aumentano in momenti in cui sono particolarmente stressata)..ma porto pazienza.
Se apro tanto la bocca la mandibola sotto si sposta a sinistra (che impressione!), il mio dentista però mi ha detto che è causata dalla dislocazione del disco...

Certamente in futuro penserò alla possibilità di sistemare con l'ortodonzia il problema..peccato che voi dottori che siete così gentili siate tutti lontani da me! Non si sa mai che farò una trasferta!

Buona giornata

[#10] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Il dolore è totalmente scomparso"

Direi che E' UN SUCCESSO!
La parte più importante è stata centata!
Nulla si può quibndi imputare al bite.




"ho ancora qualche disagio (che noto aumentano in momenti in cui sono particolarmente stressata)."

potrebbe essere necessario ancora qualche piccolo ritocco al bite, e/o valutare la componente bruxistica del suo problema.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11] dopo  
Utente 403XXX

Sì dottore ho anche qualche problema di bruxismo, serro i denti quando sono stressata, lo faccio anche di giorno senza accorgermente mentre studio...fortunatamente adesso il periodo stressante è finito e posso rilassarmi un po'. Mi sento bene a livello della mandibola..mastico bene e l'apertura è ormai normale..solo che mi rimane il fastidiosissimo problema delle orecchie tappate!! Non so più che fare! Sto pensando di andare a fare una visita da un otorino anche solo per avere dei consigli su cosa fare per alleviare il fastidio..lei cosa ne pensa?

[#12] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Il dolore è quello che passa prima, talvolta il click necessita di più tempo, specie se si tratta di click tardivo. Legga http://www.danieletonlorenzi.it/?s=click+blocco&x=0&y=0 (clicchi su continua ed apri il sito). Se legge bene il click tardivo diventerà intermedio e poi precoce (ci vorrà più tempo).
Quanto tempo è che porta il bite? Se l'ha messo da poco aspetti se il click avviene appena aperto la bocca è più veloce, se alla massima apertura ci vuole più tempo.
Saluti e ci faccia sapere.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#13] dopo  
Utente 403XXX

Lo porto da poco più di 3 settimane! Scusi dottore non ho capito perché mi parla di click..ha a che fare con le orecchie tappate?

Al momento io non ho click o "scrocchi" della mandibola..mi è capitato in passato di avere sporadicamente un click quando sbadigliavo che al momento non ho più!

Grazie come sempre della celere risposta

[#14] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Quel si porta a sinistra la mandibola andrebbe approfondito e senza valutazione "reale" è difficile da valutare. C'è ancora (magari in fase di guarigione) il disco articolare che lavora male (anche se non c'è il click) dal lato dove devia.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#15] dopo  
Utente 403XXX

Potrei descrivergliela come una cosa di questo tipo
http://www.bruxismo.eu/grafica/pagine/foto.jpg
che a me succede quando apro tanto la bocca (e non poco come la foto), la mandibola si sposta con naturalezza verso sinistra (dalla risonanza la dislocazione del disco è a dx).

Spero tanto di essere in fase di guarigione, sono quasi due mese che ho problemi..sto finendo la mia tesi di laurea e dovrei laurearmi il mese prossimo e vorrei sentirmi bene. Scusi lo sfogo cercherò di portar pazienza!

[#16] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
La parte sinistra andrebbe valutata meglio ho dubbi che funzioni bene.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#17] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buongiorno.
Il tappamento delle orecchie, che lei riferisce è un aspetto importante, che può essere ascritto alla problematica gnatologica in quanto spesso sostenuto da un rapporto sfavorevole fra il condilo mandibolare e la Tuba di Eustachio, quel canalicolo che congiunge il retroboccca all'Orecchioo Medio, e che gatrantisce l'equilibrio pressorio fra le due superfici del timpano in occasione degli sbalzi di pressione atmosferica . Se la tuba non finziona bene, non si riesce ad attuare lo "stappamento" che solitamente effettuiamo facendo movimenti mandibolari o deglutendo.
Può saperne di più aprendo questo link alla pagina "disfunzione tubarica":
http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/
Dopo aver cliccato , vada su "continua e apri il sito".

Sulla deviazione a sinistra della sua mandibola in apertura , le cause possono essere due: o si tratta del condilo di sinistra bloccato ("Il dottore che mi ha detto che risolveremo il problema del blocco") , o si tratta di una dislocazione del menisco di destra, che comporta una deviazione a sinistra nel momento in cui il menisco viene ricatturato. La Risonanza magnatica farebbe propendere per questa seconda ipotesi ("una RMN (sia a bocca aperta che a bocca chiusa), dalla quale poi è risultato un dislocamento del menisco destro"), meno grave, ma ovviamente solo un esame clinico diretto potrebbe formulare la corretta diagnosi e indicare la migliore terapia.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#18] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
il bruxismo è una cosa, il malfunzionamento della bocca un'altra, e non centrano nulla l'uno con l'altro.

La deviazione della bocca quando la apre è un campanello d'allarme che il movimento della mandibola non è corretto.

La percezione che lei ha di serrare i denti è indicativo di un bruxismo da serramento diurno (e con tutta probabilità anche notturno).

Ma il bruxismo NON CAUSA malfunzionamento!
Lei potrebbe essere bruxista e la bocca funzionare correttamente.
Ma non è così.

Qui delle informazioni dettagliate sul bruxismo:
www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1363-bruxismo-diagnosi-terapia.html
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/bruxismo

Dalle informazioni che ci da, il bruxismo non sembra essere la causa principale delle sue problematiche.
Ma non l'ho visitata, né ho eseguito una misurazione strumentale.

Permane il problema delle orecchie tappate, mentre la restante parte dei suoi problemi con il bite sembra essere risolta.

Lei ha un SUCCESSO CLINICO come le ho già scritto, con un bite che funziona sostanzialmente bene.
Ne parli con lo gnatologo che la sta seguendo: dovrebbero essere sufficienti delle piccole regolazioni del bite che migliorino ancora il funzionamento della mandibola e allontanare il condilo dalla fossa glenloidea e dal menisco.


www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)