Utente 375XXX
Buongiorno dottore.Avrei bisogno di un parere.Ho il morso aperto,praticamente l'arcata superiore nella parte frontale è più in avanti rispetto a quella inferiore (all'altezza degli incisivi i denti superiori non toccano quelli inferiori).Questa mia malocclusione è dovuta al fatto che deglutisco in maniera scorretta e quindi spingo in avanti i denti superiori con la lingua.Tempo fa provai a consultare un logopedista ma non sono riuscita a correggere l'errore (forse non essendomi applicata molto).Ho avuto nella vita un sacco di apparecchi ortodontici pEr colpa del palato piccolo e dei denti storti ma ora ho risolto e ho solo la contenzione sopra e sotto che non so quando e se dovrò togliere.Poco tempo fa ,per colpa di un problema alle orecchie (derivante da musica alta per il quale ho anche avuto acufeni che adesso ho risolto,non c'entrava nulla la malocclusione) ho consultato un otorinolaringoiatria che notando la malocclusione mi ha consigliato di farmi visitare per mettere un bite.Io però non ho problemi di mandibola che si blocca, o che fa rumore ecc..Il mio morso aperto per ora sembra essere solo un problema estetico.Le chiedo allora:secondo lei sarebbe opportuno comunque fare un bite per cercare di correggere il problema (anche se derivando da un mio scorretto modo di deglutire e anche se non avverto fastidi alla mandibola o a masticare) o conviene lasciar perdere? Inoltre con la contenzione che porto il bite può essere fatto? La ringrazio in anticipo per il suo parere .

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la malocclusione descritta è significativa, e potrebbe risultare indicata una terapia con bite. Questa indicazione è rinforzata dai problemi che lei ha riferito a questo sito in altro quesito: acufeni, cerume, dolore all''orecchio e al collo.
E' evidente che via rete, senza una visita diretta, non si può dire di più.
Le consiglio pertanto di consultare anche un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) e di rapporti fra questa e l’orecchio: non tutti i dentisti amano coltivare questa sottospecialità .
Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici o non se ne trova la soluzione, è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione. Il dolore inspiegabile all’orecchio di questi sintomi è fra i più tipici.
Per meglio comprendere le dinamiche descritte, può aprire questo link:

http://www.studiober.com/patologie/patologia-dellorecchio/
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."

Dia anche un’occhiata all'articolo linkato qui sotto, e veda se il suo caso può rientrare nella problematica descritta.

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
N.B.: dopo aver aperto il link, deve clikkare su: "continua e apri il sito.."
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 375XXX

Farò al più presto una visita allora! Effettivamente ho anche problemi posturali..la ringrazio Dottore !