Utente 401XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 anni . Circa da 5 anni soffro di una fastidiosa alitosi che non mi permette di vivere tranquillamente poiché non riesco più ad interagire con le persone e questo mi causa molti problemi soprattutto a livello lavorativo visto che faccio il commerciante.
Questa fastidiosa alitosi che si presenta da una scarsissima salivazione e lingua bianca è associata da occhi secchi e mani costantemente fredde di colore blu e viola , non so se ci possa essere correlazione tra questi sintomi però li ho iniziati ad avvertire tutti allo stesso tempo.
Spero che voi riusciate a consigliarmi . Grazie mille in anticipo per le vostre risposte
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
I sintomi che lei riferisce sono abbastanza aspecifici e potrebbero esser privi di significato patologico così come potrebbero essere elementi di un unico quadro sindromico più ampio.
Ad esempio gli elementi semeiotici che lei riporta son presenti nella sindrome di Sjogren. Ovviamente non sarebbero gli unici segni presenti, ve ne sarebbero altri.
Ad ogni modo io effettuerei una visita da un reumatologo che potrebbe indagare meglio la sua situazione anche mediante la prescrizione di esami ematochimici ed escludere condizioni sistemiche di base.

Le linko un approfondimento sulla sindrome di Sjogren, dopo averlo selezionato scelga l'opzione continua ed apri il sito:
http://www.neuropatia.net/sjogren.html


Cordiali saluti
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra specialista
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Dr.ssa Giulia Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
SANDRIGO (VI)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2014
Buonasera.
L'alitosi è un problema fastidioso, che può dipendere da vari fattori.
Le suggerisco di leggere l'articolo che si apre con questo link:

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1484-alitosi.html

Non escluderei anche un ruolo della scarsa salivazione , da lei riferita: potrebbe trattarsi effettivamente, come suggerito dal Dr, Di Iorio, di sindrome di Sjogren, ma anche di un problema meno grave che riguarda comunque la Ghiandola Parotide. Legga qui:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html
Eventualmente ci faccia sapere.
Cordiali saluti.
Dr.ssa Giulia Bernkopf-Vicenza-Roma.
Odontoiatra, Specialista in Ortognatodonzia.Gnatologa
www.studiober.com
giuliabernkopf@bettega-bernkopf.it

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Occhi secchi, bocca secca, mani costantemente fredde di colore blu e viola in famiglia ha qualcuno con celiachia, malattie tiroidee, o qualsiasi altra sindrome autoimmune?
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Utente 401XXX

Innanzitutto grazie mille a tutti per le risposte , ho letto tutti gli approfondimenti che mi avete postato e più attentamente la sindrome di Sjorgen . Non so se può essere un caso ma riguardo questa sindrome percepisco anche altri sintomi come la stanchezza e spesso dolori muscolari.
Per rispondere alla domanda del dott. Tonlorenzi , si mia sorella soffre di tiroide. Grazie ancora per le risposte.

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Anche le mani fredde che cambiano colore (fenomeno di Raynaud) è indicativo per malattia autoimmune. http://www.humanitasalute.it/prima-pagina-ed-eventi/3357-il-mistero-delle-malattie-autoimmuni/ clicchi su "continua ed apri il sito" (dell'Humanitas). Dice
“Si sono formulate varie ipotesi. Tra le più probabili, l’esistenza di una predisposizione genetica che, fattori scatenanti come agenti chimici, virus, batteri o raggi UV, trasformano in malattia. Questa teoria genetica, è suffragata dall’osservazione che, tra fratelli gemelli, se uno dei due è colpito da malattia autoimmune, anche l’altro si può ammalare nel venti percento dei casi”.
Questa predisposizione poligenetica vuol dire che non si eredita la stessa patologia ma una predisposizione ad avere una malattia autoimmune anche diversa. Es. sorella con tiroidite e Lei con bocca secca, occhi secchi, fenomeno di Raynaud..... si legga bene i criteri diagnostici della sindrome di sjogren.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum