Utente 447XXX
Buongiorno.
Ho 32 anni e soffro di acufeni da molti anni , una forma bilaterale lieve con la quale ho sempre convissuto serenamente.
Da qualche mese ho riscontrato un peggioramento che vado a descrivere.
Ho costantemente una sensazione di pressione in testa , come se fosse piena , e le orecchie tappate. Gli acufeni sono molto più intensi , avvertibili anche di giorno in ambienti rumorosi.
Inoltre ciò mi causa molta stanchezza , sonnolenza e difficoltà di concentrazione .
Col tempo mi sonno accorto di avvertire una lieve rigidità alla mandibola a fine giornata , alternata a piccole fitte all'interno dell'orecchio. Altre volte ho una sensazione di rigidità nel deglutire.
Guardandomi allo specchio posso dire abbastanza tranquillamente di avere una malocclusione , l'arcata superiore sovrasta quella inferiore di almeno un centimetro.
Non credo di soffrire di bruxismo notturno almeno basandomi sulle testimonianze della mia compagna , mentre non escludo di avere la tendenza a serrare il morso durante la giornata lavorativa in momenti di stress.
Chiedo indicazioni sulla strada da intraprendere per identificare e risolvere il problema.
Grazie e buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buonasera,in risposta al suo quesito ,ipotizzerei un Disordine Cranio Cervico Mandibolare,forse sotteso dalla malocclusione di 2^ classe e/o da parafunzioni ,in cui oltre ai sintomi classici ( quali click,rumori articolari,dolori muscoli masticatori,alterata cinematica mandibolare,blocchi articolari,cefalea,cervicalgia),possono manifestarsi sintomi apparentemente di pertinenza ORL,ma che rientrano nei DCCM,come quelli da lei riferiti.
Alterazioni e problemi disfunzionali dell’articolazione temporo-mandibolare ,possono in alcuni casi causare la percezione dell’acufene o amplificarne l’intensità. Alcune componenti dell’orecchio medio hanno un’origine comune con la mandibola e l’ATM.
Sembra che la principale causa di “acufene non uditiva” sia la modificazione della funzionalità dell’ATM come le asimmetrie, le malocclusioni dentali, il bruxismo, lo stress, responsabili di un’eccessiva contrattura dei muscoli masticatori. La dinamica alterata dell’ATM, causando una sovrastimolazione del muscolo del martello, determinerebbe un’eccessiva suscettibilità dell’orecchio interno, associandosi ad acufene e sordità.
La invito a leggere il link di un valido collega Gnatologo

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html

Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia