Utente 446XXX

Buonasera, ormai da qualche tempo sono in lista d'attesa per l'intervento di correzione della deviazione del setto nasale e per la riduzione dei turbinati. L'intervento si è reso necessario per eliminare problemi alla narice sinistra, dalla quale pressoché non passa aria, e per via di un fastidioso problema di orecchio che si tappa, in particolar modo quando sono raffreddato. Premetto che il setto nasale era già stato operato nel 2002 per la riduzione di una frattura.
Da qualche tempo a questa parte l'orecchio sinistro si è tappato ed io non riesco più a stapparlo come invece riuscivo a fare in passato. Se sono un po' raffreddato, oppure affronto sbalzi di quota (andando in montagna ad esempio) l'orecchio si tappa provocando notevole fastidio. Inoltre è ormai cronico il problema di sentire una sorta di "scricchiolio" nell'orecchio deglutendo o appunto tentando di stappare l'orecchio.
Ciò che sarei curioso di sapere è cosa provochi il fatto che l'orecchio si tappi, cosa fa sì che non riesca a stapparlo, a cosa sia dovuto questo "scricchiolio" che sento deglutendo e sopratutto se l'intervento sarà risolutivo in tal senso.
Questi problemi sono sempre più invalidanti, e mi costringono a numerosi quanto vani tentativi di stappare l'orecchio al punto da diventare quasi un tic..
Mi sono sottoposto a cure a base di cortisone prescritte dall'otorino, ho utilizzato spray nasali ecc, sempre senza risultati apprezzabili e con il passare del tempo il problema è sempre peggiorato.
Spero di essere riuscito a rendere l'idea e ringrazio anticipatamente per il consulto.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la Tuba mette in comunicazione il faringe con la cassa timpanica, e serve ad aerarla e a mantenere l’equilibrio pressorio fra le due superfici della membrana timpanica. Se per sbalzi pressori, come quando si va in aereo o in montagna, l’equilibrio si altera, si ha una sensazione di “tappamento”, che ci spinge ad effettuare movimenti del condilo mandibolare e dei muscoli coinvolti nella deglutizione: in pratica cerchiamo di muovere la mandibola o deglutire, il che, in un orecchio normale, favorisce lo "stappamento" , che é in realtà un compenso delle diverse pressioni sulle due superfici del timpano.
Altra funzione della tuba è quella di trasportare il catarro nel retrobocca, in modo da poterlo eliminare con la deglutizione. In presenza di muco , deglutendo o muovendo la mandibola, si percepiscono a volte dei rumorini dovuti alla mobilizzazione del muco stesso: è probabilmente lo "scricchiolio" che lei sente deglutendo .
La tuba, però, può essere "intasata" non solo dal suo eccessivo contenuto di catarro, ma anche compressa dall'esterno: a volte siamo infatti di fronte anche ad un conflitto che si instaura fra la tuba e il condilo della mandibola, dovuto a sua volta alla malocclusione dentaria con malposizione mandibolare.
Le suggerisco quindi di consultare anche un dentista-gnatologo esperto in problemi dell’Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), e soprattutto nei rapporti fra ATM ed orecchio: non tutti i dentisti coltivano questa sottospecialità.
Le consiglio anche di dare un'occhiata ad un caso che ritengo simile al suo, sempre su questo sito:

https://www.medicitalia.it/consulti/otorinolaringoiatria/72945-medico-diagnosticato-infiammazione-tuba.html

e a questi articoli su questo stesso sito, nell'ipotesi che possa riconoscervi qualche elemento di somiglianza con il suo caso.
Cordiali saluti ed auguri

https://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti


Sottolineo che la relazione spesso riscontrata fra Rinosinusite e Otite (otite Rinogena) può essere influenzata anche dalla presenza di uno schema respiratorio orale , a sua volta sostenuto da una malocclusione dentaria con malposizione mandibolare.


https://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/983/Problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 446XXX

Buonasera Dottore, innanzi tutto grazie per la celere ed esaustiva risposta. Prenderò in seria considerazione di sottopormi ad una visita specialistica.
Approfitto della Sua disponibilità per desciverLe un sintomo che ho omesso nella richiesta di consulto: se da coricato con l'orecchio schiacciato contro il cuscino sento un rumore, anche solo la voce della mia compagna che parla accanto a me, sento una sorta di "vibrazione" quasi dolorosa all'interno dell'orecchio. Come se il suono, con l'orecchio compresso dal cuscino, facesse muovere qualcosa al suo interno che provoca dolore. Altro aspetto che forse può avere rilevanza è che in tenera età ho sofferto di otiti.
Mi sono anche sottoposto ad audiometria tonale, che mi piacerebbe poterLe far visionare. L'esito in sostanza evidenzia il fatto che sono in grado di udire bene i suoni molto lievi o quelli forti, mentre fatico ad udire quelli "medi". Almeno così ho capito. In buona sostanza mi capita spesso di costringere chi mi parla a ripetersi, perché magari mi perdo qualche parola della frase. Altro ed ultimo sintomo, giusto per completare il quadro della situazione, sento ormai da anni un persistente e costante fischio all'interno delle orecchie.
Tutti questi sintomi sono in qualche modo collegati tra loro e riconducibili ad un unico problema? A suo avviso l'intervento di settoplastica può portare a dei benefici, oltre a quelli che trarrò a livello respiratorio?
Grazie ancora per il tempo dedicato a rispondere.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, il fatto che l'Otite Media Acuta Ricorrente del bambino, ad un certo punto si "autolimiti" é ciò che ci si aspetta , che accade QUASI sempre (a volte al contrario si complica in otomastoidite, colesteatoma, meningite), e che probabilmente è accaduto anche a lei.
Invece la PREDISPOSIZIONE STRUTTURALE" ad una sofferenza dell'orecchio a causa del conflitto con il condilo mandibolare NON si autolimita , e spesso contribuisce a far ricadere l'orecchio non nel quadro acuto (otite) tipico del bambino, ma nei quadri subdoli, cronici e con scarsa soddisfazione terapeutica tipici dell'adulto: vertigini, acufeni, malattia di Menière, ceruminosi, e altri disturbi soggettivi difficilmente classificabili come quelli che lei descrive.
Fra mandibola - mascella e naso esistono inevitabilmente "problemi condominiali": se una mandibola cresce storta, oltre a danneggiare l'orecchio, ben difficilmente il piano superiore (naso) può crescere dritto, visto che il palato è il tetto della bocca e il pavimento del naso.
Sull'efficacia dell'intervento programmato non posso ovviamente pronunciarmi.
Cordiali saluti ed auguri

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-disfunzioni-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-naso-volte-causa-sta-bocca.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com