Utente 473XXX
Salve, sono un ragazzo di quasi 23 anni volevo esporre il mio problema.
Qualche settimana fa ho iniziato ad avvertire un acufene pulsante all'orecchio sinistro, ho notato che quest'ultimo compare solo da sdraiato e se mi sdraio nel lato destro del letto sento la native sinistra stapparsi e L acufene sparisce, il contrario accade se mi giro dal lato sinistro L acufene inizia se mi si chiude quella narice. Sono andato dal medico per verificare se un tappo e niente. Nei giorni seguenti ho accusato di dolore alla testa, uscendo di casa mi sentivo strano quasi come se vivessi in un sogno, ho anche accusato di dolore ai denti alla parte sinistra (non forte lieve, e la mia mandibola sembra non chiudere bene) ieri ho deciso di andare in uno studio dentistico dove la dentista è stata a mio avviso molto brava e capace mi ha toccato alcuni punti dove sentivo dolore e ha detto che lei è sicura che sia ATM, ora ho spiegato anche a lei i miei problemi e mi ha detto che questo acufene che agisce in questo modo non sembra correlato all ATM e mi ha consigliato per sicurezza di fare una risonanza magnetica siccome a volte percepisco anche alla mandibola come se avessi dei sassolini, mi ha detto appunto che solitamente si parla di artosi con questo sintomo e per sicurezza meglio farla.. lei comunque mi farà un bite di misura. E di consultare anche un otorino. Ora in questi giorni non dandoci peso ho notato delle volte quindi non sempre che al piede sinistro dalla parte del tallone e leggermente la caviglia sento una pulsazione leggera, ma abbastanza fastidiosa, ammetto che mi sono preoccupato so che non si dovrebbe cercare su internet come mi disse ieri il dentista ma sono testardo e ho letto della sclerosi multipla. I miei genitori pensano che io ingigantisca le cose, solo che non è così! Quando sto bene sto bene se sto male di certo non fingo. Per tanto mi scuso del linguaggio e ortografia in anticipo, sarei lieto di ricevere delle risposte su come muovermi.

GRAZIE.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
dal suo racconto sembrerebbe che l'acufene sia legato più a un problema di competenza otorino, perciò sarebbe opportuna una visita presso uno specialista di questa branca.

Per ciò che riguarda l'ATM si attenga a quanto prospettatole dalla collega che l'ha visitato. Da qui di più non possiamo dire.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#2] dopo  
Utente 473XXX

Grazie Dr. Alessandro Francini.

Per il piede per caso lei sa se ci può essere una correlazioni tra le cose oppure no? In ogni caso una risonanza magnetica si potrebbe fare?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Francini

28% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Un disallineamento e/o squilibrio posturale presente in un segmento scheletrico si ripercuote molto facilmente su altri segmenti scheletrici. Perciò in linea teorica (e pratica) problemi all'occlusione possono riverberarsi (ad esempio) sull'appoggio plantare.

Ma il sintomo che lei riferisce al piede non è facilmente inquadrabile, e in ogni caso troppo lieve per far pensare a patologie.

Sì alla risonanza magnetica, se lei si riferisce all'indagine diagnostica dell 'atm.

Assolutamente impensabile (la sua seconda domanda non è chiara) se invece lei si riferisce al piede.

Cordiali saluti
Dr. Alessandro Francini
Messina
Risposta a carattere informativo, non diagnostico nè terapeutico

[#4] dopo  
Utente 473XXX

Grazie ancora, oggi sono andato dal medico di base, mi ha detto che non è possibile con la nuove formative prescrivermi una risonanza, per tanto mi ha detto che farebbe prima una radiografia alla mandibola e mi ha prenotata una visita dal otorino.
Ora farò queste cose così anche l'otorino mi dirà e se il caso di fare appunto questa risonanza. Grazie delle risposte, terrò aggiornato