Utente 392XXX
Salve, avevo già scritto mesi fa illustrando il mio problema relativo all'acufene, prevalentemente all'orecchio sinistro, ma che coinvolge anche il destro in minima parte.

I sintomi che ho da circa un anno sono: fischio all'orecchio sinistro (in minima parte anche a destra), sensazione di notevole pressione alla tempia sinistra (in maniera minore anche a destra), scricchiolii e scrocchi ad entrambi i lati della mandibola, talvolta affaticamento occhio sinistro. Questi sintomi sono sempre persistenti ma a volte sono più invalidanti rispetto ad altri giorni. Raramente vertigini (brevissime).

Ho eseguito una visita otorinolaringoiatrica (con esame dell'udito) che non evidenziava problemi riguardo al calo di udito, ma rilevava un riflesso stapediale non evocabile a sinistra. In più veniva notata una ipertrofia tonsillare di grado 2 (spesso soffro di placche in gola e le tonsille anche quando sto bene rimangono spesso arrossate e ingrossate). Il medico non mi ha assegnato alcuna terapia o esame da condurre, consigliandomi di contattare un dentista.

La panoramica dei denti mostrava malposizione dei denti del giudizio superiori ed inferiori: i superiori (che sono interamente fuori) sono rivolti verso l'esterno e con le radici piegate, gli inferiori escono solo parzialmente (sono perlopiù ancora non spuntati) e un dente del giudizio inferiore è vicinissimo al nervo mandibolare con le sue radici (mi sembra si chiami così il nervo).
Lo spazio tra il condilo e la cavità mandibolare era ben visibile a sinistra, ma a destra non si vedeva, anzi era ben visibile il contatto tra i due capi ossei. Abbiamo quindi optato per fare un bite rigido per riequilibrare la mandibola, da mettere la notte (devo prendere le impronte a breve).

In più noto, facendoci caso solamente di recente, ingrossamento di un linfonodo (?) a sinistra, tra l'angolo della mandibola e il muscolo sternocleidomastoideo (riesco a palparlo male), mi deve preoccupare singolarmente? Può essere la causa di qualcos'altro che coinvolge anche l'acufene oppure solo un effetto di tutti questi sintomi?
Cosa mi consigliate di fare? Il sintomo acufene è compatibile con il quadro mandibolare oppure dovrei cercare anche altre cause? Quale iter seguire dopo aver fatto il byte, se non dovessi risolvere il problema? Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Che ha un problema dell'ATM già le è stato detto, che gli acufeni sono spesso correlati credo che chi le ha risposto lo abbia evidenziato. Probabilmente Le è stato detto anche che più tempo aspetta per iniziare la terapia più questa diventa difficile. Ora riferisce di "sentire" qualcosa tra l'angolo della mandibola e il muscolo sternocleidomastoideo...... si faccia visitare da uno gnatologo la sua situazione è complessa. Ha fatto una scelta e a breve Le confezioneranno un bite. Se sarà giusto il dolore almeno scomparirà, se non lo sarà il dolore rimarrà. Per gli acufeni ha già aspettato tanto tempo e la loro soluzione va valutata con attenzione.
RIdetto questo ci faccia sapere come possiamo aiutarLa.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum