Utente 416XXX
Buongiorno, ho 24 anni e gioco a calcio. Da circa 5/6 anni ho ripetuti problemi muscolari ai quadricipiti delle gambe (solo ed esclusivamente ai quadricipiti), in modo particolare alla gamba DX (probabilmente perché quella con cui calcio maggiormente), ma ho avuto episodi anche alla sinistra.
Deciso nel trovare una soluzione sto cercando di affrontare il problema da più punti di vista, per questo motivo mi sono rivolto ad uno Gnatologo della mia zona, vicino Rimini, che mi ha evidenziato una malocclusione III classe che mi porta a spingere anche il collo in avanti, con uno slittamento della mandibola a SX, ed in seguito esame in 4 D della colonna vertebrale mi ha prospettato la risoluzione dei miei problemi (anche muscolari alle gambe) attraverso l'uso di un "bite", che lui ha definito "placca di riposizionamento mandibolare neuro-mio-funzionale" da tenere per 1 anno più tempo possibile nel corso della giornata, che mi riporti la mandibola nella posizione naturale, dopodiché si potrà andare a lavorare prettamente sui denti, che effettivamente soprattutto nell'arcata inferiore non sono dritti, in seguito ad una crescita difficoltosa dei denti del giudizio che, purtroppo, ho deciso di togliere troppo tardi.

Premetto che mi capita sporadicamente la mattina di avere la mandibola leggermente bloccata o indolenzita vicino all'orecchio e sento uno scricchiolio durante il movimento laterale della mandibola. Inoltre negli ultimi 3 mesi mi capita di svegliarmi al mattino con un mal di testa che mi si protrae nell'arco di quasi tutta la giornata.

Ora, il motivo del mio consulto qui è capire se effettivamente la malocclusione che ho può ripercuotersi sui problemi muscolari che continuamente mi si presentano alle gambe, poiché nella mia zona non conosco altri gnatologi specialisti con cui avere un confronto, sia in termini di percorso di cura, sia in termini economici:
Sicuramente la postura può influire sui miei problemi, ma da qui a spendere i quasi 5000.00€ di preventivo che ho nelle mani (senza avere una "sicurezza" sul miglioramento delle mie condizioni agli arti inferiori, con un "semplice" esame della colonna vertebrale, senza elettromiografia, kinesiogafia, ,..), ne passa di acqua sotto i ponti.

A disposizione per qualsiasi domanda o chiarimento,
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Qualche dubbio mi viene, pensando allo schema di Bricot (vecchio di qualche decennio ma ancora molto attuale) si associa di solito la terza classe all'iperestensione del collo. E' accettato da tutti così e leggere che una terza fa tenere il collo in avanti qualche dubbio me lo fa venire. Digiti "bernard bricot terza classe" e vedrà un disegnino con alla sinistra la posizione dei denti e a destra a cosa corrisponde con la posizione del capo e vedrà che nel disegno in fondo dove la mandibola è in avanti la testa è iperestesa. Forse avrà capito male lei ma qualcosa non mi torna.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#2] dopo  
Utente 416XXX

Innanzitutto La ringrazio per la celere risposta.

Guardi, non credo di aver capito male, non so se in rapporto con l'ATM, con la colonna vertebrale o con cos'altro, ma la conclusione è stata questa; anzi mi ha fatto su un foglio anche una sorta di schemetto che lo conferma.
A suo modo di vedere (anche se è difficile fare valutazioni senza aver esaminato la mia situazione), ci può essere una correlazione tra questa malocclusione e i disturbi muscolari descritti in precedenza?

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Che dice viene a sentire? https://www.medicitalia.it/news/gnatologia-clinica/7658-migliorare-performances-ridurre-infortuni-sport.html
10 euro il biglietto di entrata faccia il copia incolla di questo sito per poter leggere il programma http://www.coachexperience.it/ se cerca con attenzione trova il mio nome dopo Arrigo e prima di De Biasi. Lo stress che si causa serrando sempre i denti favorisce contratture mentre un bite un pochino più alto favorisce rilassamento. Questo non esclude che ci siano alterazioni visive (od oculomotorie) dell'appoggio del piede, cicatrici ecc.
Di più senza visita difficile dire.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum