Utente 472XXX
Buongiorno, a seguito di una lieve assimetria estetica del volto ho eseguito una rx mandibola con il seguente esito ‘nei limiti della norma la morfologia dei segmenti scheletrici esaminati con maggior escussione del condilo mandibolare destro rispetto al controlaterale sinistro” sono stata con l’esito sia dal maxilofacciale che dal dentista Gnatologo. Il maxillo facciale mi ha detto di non fare nulla mentre il dentista mi ha consigliato il bite dicendo però che non è migliorabile la situazione. Siccome è costoso il bite mi chiedevo, siccome non ho disturbi ma è solo estetica, con il bite posso evitare un peggioramento Futuro?

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, una asimmetria del viso consta di due componenti.
La prima è di tipo posturale, ed è sostenuta da uno scivolamento in laterodeviazione della mandibola a causa di contatti dentali deflettenti
La seconda è data da una reale asimmetria anatomica della mascella e soprattutto delle due emimandibole: la metà omolaterale alla deviazione è più corta di quella controlaterale.
Il problema andrebbe affrontato già a 6-7 anni con un trattamento ortodontico intercettivo: a quell'età la prima componente è preponderante, e non c'è stato ancora il tempo di rendere anatomica la differenza dimensionale delle due emimandibole. Se la correzione non viene effettuata , la crescita prosegue asimmetrica , e il problema, non solo estetico, si accentua ("si è accentuata sempre più con il passare degli anni") , ma sopratutto diventa sempre più anatomico.
Per questo la correzione in età adulta è più difficile, e può richiedere , nei casi più gravi, anche una componente chirurgica.
Il quadro clinico , al di là dell'aspetto estetico, spesso si aggrava anche per la comparsa di problemi all'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM), specie a quella omolaterale alla laterodeviazione. Spesso insorgono altri sintomi fastidiosi: cefalea, problemi all'orecchio, vertigini, cervicalgia.
Si tratta di casi spesso complessi, che richiedono buona professionalità di chi li affronta.
Se crede, può mandarmi le suo foto privatamente (è vietato dalle regole del sito).
Concordo con la prescrizione del bite, ovviamente conformato ad hoc per il suo caso, ma il bite costituisce solo una terapia iniziale una via di mezzo fra la conferma diagnostica e una prima terapia, ma è solo una terapia iniziale di una laterodeviazione mandibolare. Successivamente, si dovrà provvedere ad una riabilitazione ortodontica, protesica o mista che confermi il risultato ottenuto con il bite.
Mi sfugge come ".una lieve asimetria estetica" possa far concludere da un dentista veramente esperto in questi problemi "che non è migliorabile la situazione". Bisognerebbe però poter vedere.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com