Utente 131XXX
Tutto è cominciato i primi giorni di agosto, quando ho cominciato di avere i seguenti sintomi:stanchezza,febbre bassa (sui 37),feci chiare, urine scure, ittero (sono maschio e ho 30 anni).
Il 4 Agosto risulto positivo agli HAV IgM (con GPT a 2000, GOT a 680 e bilirubina totale a 6,25).Decido di curarmi a casa con flebo, dieta e riposo.
Il 10 Agosto ho le GOT 400, GPT 100, bilirubina rientrata,risulto anche negativo a HBV,HCV e HIV.
Dal 15 Agosto comincio ad avvertire forti dolori anali e rettali (acuti,persistente e localizzati), prima durante la defecazione, poi anche fino a due ore dopo:durante i dolori non ho pace,nè in piedi nè sdraiato.Il medico pensa a emorroidi o ragadi e mi prescrive una inutile pomata.
Dal 18 Agosto peggiora il senso di stanchezza e si rialzano le transaminasi fino al 5 settembre (GOT 440, GPT 1400) quando mi ricovero a Malattie Infettive.
Risulto ancora negativo a tutti i markers HBV e HCV, ma positivo a EBV IgG (remoti), ecografia fegato un po' ingrossato ma nella norma. GPT sempre a 1200 per tutto settembre (terapia 2 flebo glucos. al dì),i medici notano inversione formula emocromo,gammaGT alta,il 20 sett risultano negativi HBV-RNA e HCV-RNA.Widal-Right e virus minori negativi.
Dal 10 settembre i dolori anali si affievioliscono ma comincia senso di bruciore al colon ascendente, il proctologo in consulenza prescrive colonscopia.
Il 28 settembre colonscopia negativa, ma si ferma al retto,ero insofferente, forse per la conformazione intestinale (si può fare in anestesia?).Aumentano e si estendono a destra e sinistra i dolori intestinali, senso di bruciore e pienezza, stanchezza peggiora. Il 30 settembre ultimi esami virologici:HIV negativo,EBV IGg pos,HAV IgM pos, HAV IgG pos,citomegalovirus CMV IgG 148, CMV IgM 0. Il 3 ottobre mi dimettono perchè in soli 4 giorni GOT a 200 e GPT a 700 (in discesa), con diagnosi "sindrome mononucleotica e epatite acuta da HAV", avendo dedotto la mononucleosi dal fatto che la mia ragazza era EBV IgG e IgM positiva per tutto settembre.
Persistono stanchezza (non posso stare in piedi a lungo), dolori e bruciori intestinali diffusi, talora dolori anali alla defecazione ma sempre più di rado.
Cosa devo fare? Per l'intestino è utile ecografia, TAC o che altro? Per il fegato è utile visita da epatologo ed ecografia? E' possibile che HAV e EBV insieme portino alla persistenza di questi sintomi (sono pericolosi?)e per quanto tempo ancora? Ho avuto anche il CMV? grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
12% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

l'epatite acuta da HAV produce il quadro clinico e sierologico da lei descritto, al quale può avere agito in sinergia una infezione da virus EBV (mononucleosi).
Il contagio con il virus dell'epatite A avviene attraverso il cibo, soprattutto frutti di mare o acqua contaminata.

Nella maggior parte dei casi il quadro epatitico decorre in forma benigna, fino alla guarigione completa, e il fegato ritorno allo stato normale.
Dopo la guarigione, si ottiene una immunità permanente.
La guarigione completa, a volte può richiedere anche diversi mesi.

Tenga sotto controllo periodico le transaminasi, fino alla loro normalizzazione.
Certamente è utile farsi seguire anche da un epatologo.

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it