Utente 128XXX
Buongiorno. Scrivo per avere informazioni circa le modalità di contagio accidentali (indirette) dell'Hiv. Spiego meglio. Da un paio di settimane svolgo attività di tirocinio presso una struttura psichiatrica residenziale. Ho appreso che un pz è Hiv positivo. La mia attività è a carattere psicologico/educativo e non pressupone quindi contatto diretto con sangue o altre secrezioni. Tuttavia la mia preoccupazionederiva dal fatto che nelle ultime settimane (causa dermatite/allergia) la mia pelle tende a seccarsi, creando sulle mani dei microtagli (non sanguinanti e non profondi, ma comunque "aperti"). Sono a rischio di contagio indiretto, ad esempio toccando oggetti su cui potrebbero esservi tracce di sangue non visibili ad occhio nudo (e.g. stamattina il pz in questione mi ha consegnato un accendino)? A scopo precauzionale mi pulisco spesso le mani con salviette antibatteriche e a casa le lavo accuratamente con acqua e sapone.Ho letto che il contagio avviene per via diretta (contatto tra ferite sanguinanti o mucose, scambio di rasoi/spazzolini o siringhe) e che dopo pochi minuti di esposizione all'ossigeno l'infettività del virus si riduce del 90%, ma volevo sapere se comportamenti di contatto indiretto, come quelli che ho descritto, posso presentare rischi e se le info di cui dispongo sono corrette. Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,

contatti del tipo da lei descritti non sono a rischio di contaggio per l'HIV.
Lei può tranquillamente
- stringere tranquillamente la mano di un soggetto sieropositivo,
- parlargli anche da molto vicino e perciò esposta anche alle goccioline di saliva (goccioline di Flugge) che inevitabilmente si diffondono nell'aria
- anche se dovesse asciugarsi con lo stesso asciugamano o mangiare con la stessa posata o bere dallo stesso bicchiere o dormire nello stesso letto.
- eccetera eccetera

Il contagio da HIV avviene solo per rapporto sessuale non protetto o per contatto diretto tra sangue infetto e una ferita aperta del corpo.
il contatto di sangue infetto con la pelle non espone a contagio.

Tranquilla, perciò; svolga con tranquillità il suo lavoro in quella struttura psichiatrica.

Storia dell'AIDS
https://www.medicitalia.it/minforma/igiene-e-medicina-preventiva/168/storia-dell'aids

modalità trasmissione HIV
https://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=58099

Cordiali saluti.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#2] dopo  
Utente 128XXX

La ringrazio per la risposta tempestiva.

Le porgo un ultima domanda. Data la mia dermatite alle mani devo adottare precauzioni aggiuntive (tipo guanti)? Quello che vorrei capire è se microtagli e piccole escoriazioni possono essere considerate ferite aperte o sono tali solo quelle più profonde e sanguinanti? le chiedo questo perchè so che i normali contatti sociali (strette di mano ecc) non sono a richio di contagio, ma la mia preoccupazione è sorta appunto dalle condizioni poco ottimali del mia cute.

Le chiedo infine se mi può confermare che oggetti di uso comune non taglienti non possono essere veicolo di sangue infetto.

mi scuso per le ulteriori domande

cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Mario Corcelli

52% attività
8% attualità
20% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2009
no, direi proprio di no,
al limite l'uso dei guanti può essere utile solo in determinate occasioni, che tuttavia per lei sono improbabili; mi pare di capire che il suo lavoro consiste nel dare un supporto educativo e psicologico, quindi non di cura alla persona del paziente.

Tra l'altro, l'uso dei guanti darebbe una impressione di emarginazione.

Gli oggetti di uso comune non taglienti non sono veicoli di infezione per l'HIV.
Mario Corcelli, MD
Milano - specialista Medicina Legale e Igiene-Tecnica Ospedaliera
http://www.medico-legale.it

[#4] dopo  
Utente 128XXX

"Tra l'altro, l'uso dei guanti darebbe una impressione di emarginazione."

Sì, infatti è proprio per questo che le ho posto la questione 'guanti'.. non voglio stigmatizzare nessuno, se non in caso di necessità per la tutela propria o altrui.

La ringrazio per i chiarimenti e mi complimento per l'utilità del servizio svolto tramite questo sito.


Cordiali saluti.