Utente 198XXX
Salve a tutti, vorrei riportarvi il mio caso. Sabato 27 febbraio ho avuto un rapporto sessuale anale protetto, ma senza lubrificante con una prostituta, al momento dell'estrazione il preservativo era ben aderente al pene e non mostrava apparenti segni di lesione. una settimana più tardi ho avuto un leggero dolore al pene e del catarro, il mio medico mi ha prescritto un tavanik per curare il catarro ed eventuali infezioni urinarie. il catarro mi è passato, il dolore no. ho avuto una visita con un urologo dicendomi che nn c'era nulla di patologico, dunque ho dedotto che era stato il rapporto "estremo" a causarmelo, sono passate + di sei settimane ed ho spesso la tosse e mal di gola in modo discontinuo. purtroppo so che i rapporti anali sono + a risco xkè creano delle lesioni da cui il virus si propaga, dato che io ho effettivamente avuto un dolore, credete che io possa essere a rischio di contagio hiv o qualche altra malattia sessualmente trasmissibile? e poi oltre il famoso test a 100 giorni dal rapporto posso fare un test a breve (sn passate 6 settimane) per avere un responso più o meno significativo? grazie

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe De Vita

20% attività
0% attualità
0% socialità
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2007
I sintomi che Lei riferisce non sono da attribuire ad infezione da HIV, ma per sedare la sua ansia può sottoporsi alla ricerca dell'HIV-RNA, che un marcatore precoce dll'HIV.
Giuseppe de Vita

[#2] dopo  
Utente 198XXX

La ringrazio per la risposta. volevo solo sapere se quello che le ho raccontato lo catalogherebbe tra un rapporto a rischio!? e se si perchè. il test ho già deciso di farlo, ma sono abbastanza sereno.

[#3] dopo  
Utente 198XXX

Salve, benchè io continui ad essere tranquillo, vi prego solo di rispondere a questa domanada. propio oggi ho fatto delle analisi del sangue, non relative all'hiv e nemmeno a farlo apposta mi hanno trovato i globuli bianchi alti dicendomi con estrema tranquillità che il mio corpo stava combattendo qualcosa, il problema che propio in questo perido questa frase non ci voleva. voglio fare un altra premessa, so che il test specifico e l'unica arma per togliersi il dubbio e certamente li farò. detto questo però, ho 2 domande a cui spero rispondiate per stare tranquillo:
1: credete sia da considerare a rischio un rapporto anale protetto con una prostituta (nn ho niente contro di loro, lo specifico xkè sn persone + a rischio) con preservativo che dopo il rapporto era ben aderente e non mostrava nessun segno macroscopico di rottura

2: sti benedetti globuli bianchi perchè sono aummentati se io ora cm ora mi sento sano come un pesce? può essere una risposta ad un contagio hiv?

vi prego rispondete solo a questo.
grazie