Utente 165XXX
Egregi Dottori,
premetto che avevo già richiesto un consulto in "Medicina di base", ma tralasciai alcune domande alle quali spero di ricevere risposte.
Ho 24 anni e non ho mai contratto la varicella.
Sapendo che esiste un vaccino, particolarmente consigliato agli adulti e agli adolescenti ancora non immuni, e svolgendo al momento un lavoro che mi porta a stare a contatto con i bambini, volevo conoscere la Vostra opinione sul vaccino antivaricella, e perché alcuni medici lo raccomandano, mentre altri sono del parere che è meglio contrarre l'infezione naturalmente; insomma, volevo sapere se questo è un vaccino sicuro, testato, e scevro da gravi effetti collaterali, e perché sulla somministrazione del vaccino trivalente MPR tutti i medici sono d'accordo (tanto che è divenuta una vaccinazione obbligatoria, se non sbaglio), mentre per la varicella non è stato ancora attuato nessun piano vaccinale obbligatorio (visto che, in età adulta, sembra essere più pericolosa rispetto alle altre malattie esantematiche).
La mia seconda domanda riguarda il farmaco Acyclovir: è vero che la sua assunzione può portare ad uno sviluppo insufficiente di anticorpi dopo la malattia e quindi al rischio di poterla contrarre nuovamente? Inoltre, è un farmaco sicuro, ben tollerato, come ho sentito dire?
Vi ringrazio infinitamente per i preziosi consulti che spero vogliate fornirmi, cordiali saluti, M.

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
stante che, io non consiglio vaccini per patologie come la varicella, che si può tranquillamente superare da adulti, DIREI CHE SICURAMENTE LA TERAPIA VA FATTA E CHE GLI ANTICORPI SI SVILUPPANO UGUALMENTE, NON VEDO Perchè no, del resto.
Infine, l'Acyclovir è farmaco largamente superato non perchè vecchio ma perchè poco efficace, perlomeno secondo le mie esperienze.

Saluti
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 165XXX

Gentilissimo Dott. Mocci,
innanzitutto grazie per la Sua risposta.
Lei dice che l'Acyclovir è un farmaco poco efficace, ci sono quindi altri trattamenti da seguire in caso di infezione da varicella in età adulta che non sia esclusivamente la terapia sintomatologica (quindi Tachipirina per la febbre e antistaminico per il prurito)?
Inoltre ho sentito parlare del Valacyclovir, lo ritiene altrettanto poco efficace nel prevenire eventuali complicazioni?
Ritornando alla domanda del mio messaggio precedente (che è anche una mia curiosità) vorrei sapere la Sua opinione sul perché viene somministrato un vaccino per malattie esantematiche come morbillo, parotite ecc (tanto che negli ultimi anni si è assistito ad un enorme ridimensionamento di queste malattie) mentre la varicella continua a provocare vaste epidemie annuali senza che venga adottato parimenti un solido (ed obbligatorio) piano vaccinale, di modo che anche la varicella possa essere grandemente contenuta, così che gli adulti non immuni non corrano il rischio di essere contagiati (ed evitando così di andare incontro a possibili complicanze, sebbene queste sembrano essere rare).
La ringrazio infinitamente per i preziosi consulti,
M.

[#3] dopo  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Esattamente per il motivo che ha detto lei: perchè le complicanze sono poco frequenti e costa molto meno curare coi farmaci alcuni casi ben delimitati che fare una campagna vaccinale.

saluti
Luigi Mocci MD

[#4] dopo  
Utente 165XXX

In effetti la penso precisamente come lei.
Ancora grazie, le auguro buon lavoro e buon pomeriggio, M.